Immobili
Veicoli
AFP
Il presidente somalo Mohamed Abdullahi Mohamed (a sinistra), e il Primo ministro somalo Mohamed Hussein Roble (a destra).
SOMALIA
27.12.2021 - 17:020

Il Presidente sospende il Primo Ministro, che s'infuria: «È un Colpo di Stato»

Caos politico in Somalia: è in corso un braccio di ferro politico tra il premier e il Presidente

MOGADISCIO - È caos governativo in Somalia, con uno scontro totale tra il premier e il Presidente.

Il tutto è scattato questa mattina, in seguito all'annuncio del Presidente Mohamed Abdullahi Mohamed di aver sospeso il Primo Ministro Hussein Roble a causa di alcune accuse di corruzione legate ad una compravendita di terreni. L'ufficio di Roble ha però ben presto dichiarato che quella del Presidente è un'accusa «oltraggiosa», che avrebbe continuato ad essere il Primo Ministro e che il Presidente lo sta facendo fuori per mettere in atto un «Colpo di Stato».

«Si tratta di un Colpo di Stato contro il Governo, la costituzione e le norme del Paese», hanno specificato Roble ed i suoi alleati. «Dal momento che il Presidente ha deciso di distruggere le istituzione governative... io ordino a tutte le forze nazionali somale di lavorare sotto il comando dell'ufficio del primo ministro a partire da oggi», ha poi affermato in conferenza stampa.

L'instabilità politica è quindi ai massimi livelli nel Paese africano, con i due uomini che sono coinvolti in un braccio di ferro che preoccupa anche l'estero. Come riportato dalla Bbc, l'ambasciata statunitense in Somalia ha già esortato i leader «ad astenersi da azioni provocatorie e ad evitare la violenza».

Sullo sfondo di ciò, il Paese è segnato da dispute tra clan rivali, e sta anche affrontando un’insurrezione di al-Shabab, affiliato di Al-Qaeda.

Il mandato del Presidente (soprannominato Farmajo) è ufficialmente terminato a febbraio, ma è stato esteso a causa di disaccordi su come scegliere un nuovo presidente. Una complessa elezione per il parlamento, che coinvolge gli anziani dei clan che scelgono i deputati, è in corso da novembre, ma i due leader continuano ad accusarsi a vicenda di minare le elezioni.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-27 04:34:08 | 91.208.130.85