Keystone
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
STATI UNITI
1 ora
Le proteste potrebbero provocare una nuova ondata di contagi
Il chirurgo generale degli Stati Uniti lancia l'allarme
STATI UNITI
2 ore
L'agente che ha soffocato Floyd accusato di omicidio volontario
Il procuratore generale del Minnesota ha riqualificato le accuse nei confronti di Derek Chauvin.
STATI UNITI
3 ore
Rubano l'auto dei nonni, muoiono in un incidente due fratellini di 6 e 7 anni
I due bambini sono morti sul colpo in seguito ad uno spettacolare incidente
STATI UNITI
4 ore
«Non abbiamo usato lacrimogeni per disperdere i manifestanti»
La versione della Casa Bianca viene però smentita da immagini e testimonianze.
STATI UNITI
5 ore
Si rifiutano di servire i poliziotti: licenziati in 4
Caos anche nella ristorazione negli States, la vicenda vissuta da Condado Tacos fa discutere
ITALIA
6 ore
«Numeri incoraggianti. Ora possiamo ripartire»
Le parole di Giuseppe Conte nel giorno della Fase 3. La questione del Mes? «Sarà il Parlamento a decidere»
STATI UNITI
6 ore
Polemica Amazon: rimossi i bonus ai dipendenti che si recano al lavoro durante la pandemia
La decisione ha raccolto le critiche del personale: «Ci sentiamo ancora in pericolo»
GERMANIA
6 ore
Scuole chiuse a Göttingen per un nuovo focolaio
È la prima volta che succede dalla riapertura dello scorso 23 maggio
MONDO
6 ore
Idrossiclorochina: l'Oms ha ripreso i test
Lo ha annunciato questa sera il direttore generale Ghebreyesus​
STATI UNITI
7 ore
428 persone bloccate al collo dalla polizia di Minneapolis
In due terzi dei casi la procedura è stata applicata a persone di colore
STATI UNITI
18.05.2020 - 22:230
Aggiornamento : 22:53

Agenti per portare a spasso il cane, Pompeo imbarazza Trump

Il segretario di Stato americano ha assicurato che non si è trattato di ritorsione

Fonte ats ans Claudio Salvalaggio
elaborata da Alessandra Ferrara
Giornalista

WASHINGTON - La carriera del segretario di Stato Mike Pompeo, che potrebbe correre per un seggio in Senato nel 2020 e per la Casa Bianca nel 2024, rischia di essere macchiata o compromessa dal vizietto di usare gli agenti della scorta per sbrigare faccende personali. Come portare il cane a spasso o alla toelettatura, passare in lavanderia, ritirare le ordinazioni da asporto al ristorante. «Si lamentavano di essere dei rider Ubereats con le pistole», aveva denunciato una 'talpa'.

È su questi, ed altri episodi, che stava indagando Steve Linick, l'ispettore generale del Dipartimento di Stato silurato nei giorni scorsi da Donald Trump, su richiesta dello stesso Pompeo, secondo fonti del New York Times. Ora i democratici vogliono vederci chiaro e accertare se si tratta di una delle purghe del tycoon per mettere a tacere uno scandalo che azzopperebbe uno dei suoi alleati più fedeli e imbarazzerebbe lo stesso presidente.

Per questo Eliot Engel, presidente delle commissione esteri della Camera, e Bob Menendez, il democratico più alto in grado nella stessa commissione del Senato, hanno avviato un'indagine al Congresso e hanno scritto una lettera alla Casa Bianca, al dipartimento di Stato e all'ufficio di Linick chiedendo di conservare e consegnare tutti i documenti legati sulla vicenda. «L'obiettivo è determinare se è stata una ritorsione illegale per evitare che Pompeo fosse chiamato a rendere conto, cosa che minerebbe le fondamenta delle nostre istituzioni democratiche», hanno spiegato. È il quarto ispettore silurato da Trump, ma è la prima volta che scatta un'indagine parlamentare. «È una mossa sgradevole rimuovere qualcuno che è incaricato di impedire gli sprechi, le frodi, gli abusi», ha commentato la speaker della Camera Nancy Pelosi.

Tanto più che Linick, in carica dal 2013, con la presidenza Obama, aveva fama di funzionario imparziale: nel 2016 aveva criticato aspramente l'ex segretario di stato Hillary Clinton per l'uso del server di posta elettronica privato e lo scorso autunno aveva avuto un ruolo anche nel processo di impeachment contro Trump. Nel mirino della sua indagine su Pompeo c'erano anche altri episodi. Come i frequenti viaggi ufficiali del segretario di stato nel natio Kansas, che avevano alimentato il sospetto di una campagna ombra per correre al Senato. O quelli della moglie insieme a lui in Medio Oriente, in Svizzera, in Italia, con un ruolo insolitamente attivo. Come già la signora aveva quando Pompeo era capo della Cia e lei usava un ufficio del quartier generale chiedendo ai dipendenti di assisterla, mentre il figlio usava il poligono di tiro ricreativo dell'agenzia.

Ma l'amministrazione Trump sembra decisa a proseguire con le sue purghe: secondo la Cnn, si appresta a sostituire anche il procuratore della capitale Tim Shea, che ha gestito le controverse mosse della fase finale del Russiagate contro Roger Stone e Michael Flynn, due stretti alleati del tycoon. In compenso il ministro della giustizia William Barr esclude, almeno per ora, l'avvio di un'indagine penale nei confronti dell'ex presidente Barack Obama e dell'ex vice Joe Biden, accusati da Trump di aver tramato contro di lui.

Non è ritorsione - Pompeo ha confermato al Washington Post di aver chiesto al presidente Donald Trump di licenziare Steve Linick criticando genericamente il suo lavoro ma ha assicurato che non è una ritorsione politica perché non sapeva che stava indagando su un presunto abuso del suo staff a scopi personali.

Il capo della diplomazia Usa si è rifiutato di dire se ha mai chiesto a dipendenti governativi di gestire faccende personali sue o della moglie. «Non risponderò a nessuna di quelle accuse senza fondamento», ha detto.


 
 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-04 01:38:27 | 91.208.130.87