Foto Reuters
CINA
11.10.2014 - 09:170
Aggiornamento : 25.11.2014 - 10:13

Due membri di una setta condannati a morte

Gli imputati avevano ucciso una donna, da loro ritenuta un'"inviata del diavolo"

PECHINO - Due membri di una setta religiosa estremista sono stati condannati a morte da un tribunale nella provincia cinese dello Shandong. Con altri tre membri della setta, la Chiesa di Dio Onnipotente, conosciuta anche come Fulmine dell'Oriente, hanno aggredito e ucciso una donna la scorsa primavera in un ristorante della catena americana McDonald, perchè la accusavano di essere un' "inviata del diavolo".

Agli altri tre imputati sono stati inflitte condanne all'ergastolo, a dieci e a tre anni di prigione. La setta, che predica l' imminente fine del mondo, è già stata al centro di episodi di violenza, in alcuni casi rivolti contro altre sette religiose.

Ora la sentenza dovrà essere esaminata dalla Corte Suprema, che secondo una regola introdotta recentemente, deve confermare tutte le condanne alla pena capitale.

Secondo i gruppi umanitari questa regola ha portato ad un netta diminuzione delle condanne e delle esecuzioni. La Cina rimane comunque il paese con il maggior numero di condanne a morte del mondo, circa tremila all'anno.

Ats Ans

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-17 13:54:21 | 91.208.130.86