TURCHIA
13.01.2014 - 18:130
Aggiornamento : 22.11.2014 - 14:21

Morta una sposa bambina tredicenne dopo il secondo parto

La piccola � stata uccisa da un colpo di pistola, il figlio era nato morto

ANKARA - Una bambina di 13 anni, sposata da due anni nel quadro d'un matrimonio combinato dalla famiglia con un uomo molto più vecchio, è stata trovata morta nella sua camera da letto, uccisa da un colpo di pistola alla testa poco dopo avere partorito per la seconda volta e dopo che il bebè era morto, riferisce la stampa turca.

 

La tragedia di Kader, avvenuta nel villaggio di Dugumculer, provincia di Siirt, nell'Anatolia sud-orientale, attira di nuovo l'attenzione sul dramma delle decine di migliaia di bambine date in sposa ancora oggi in Turchia, soprattutto nelle aree rurali, islamiche conservatrici, in matrimoni imposti dalle famiglie. "La vergogna delle spose bambine è senza fine" titola oggi Vatan. Secondo Hurriyet, in Turchia ci sono oggi 181mila spose bambine. Kader era stata sposata a 11 anni. Ha avuto un primo figlio meno di un anno dopo, e ha di nuovo partorito la scorsa settimana un secondo bambino, morto però subito dopo il parto. La famiglia del marito, Mehmet, sostiene che la ragazzina, depressa per la morte del figlio, si è suicidata. Ma la morte della bimba-sposa è stata ritenuta sospetta. Un'inchiesta è stata aperta dalla magistratura.

ATS


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-26 08:17:48 | 91.208.130.89