Keystone
ITALIA
10.06.2021 - 14:530

Da lunedì 14 giugno la Lombardia sarà quasi sicuramente in zona bianca

Confermate le previsioni la Regione tornerà a riaprire le sale dei ristoranti e potrà dire addio al coprifuoco

MILANO - Visto che le stime sulla curva dei contagi in Italia, in costante recessione giorno dopo giorno, seguono le previsioni è molto probabile che da lunedì 14 la Lombardia potrà finalmente tornare in zona bianca.

Perché questo succeda, lo ricordiamo, la tendenza deve rimanere costante (ed è molto probabile che sarà così) e il ministro della Salute Speranza dovrà approvare, con una firma, il passaggio da giallo a bianco.

Con Lombardia, dovrebbero quindi passare alla categoria di minima allerta anche Piemonte, Emilia-Romagna, Lazio e la Provincia autonoma di Trento.

Ancora in forse, come scrive il Corriere della Sera, la situazione della Puglia che è proprio sul limite fissato dei 50 casi ogni 100mila abitanti.

Zona bianca, ok ma cosa cambia? Significa che i ristoranti e i bar potranno riaprire le sale interne, garantendo le misure di sicurezza, e decadrà anche il coprifuoco serale. Riaprono anche i parchi a tema, i centri benessere, i centri culturali e ricreativi così come le sale scommesse.

Per quanto riguarda matrimoni e banchetti vige comunque l'obbligo di mostrare un green pass. Resta, invece, l'obbligo di mascherina e il distanziamento di sicurezza. 

Per quanto riguarda noi ticinesi, tutto resta così com'è: ovvero con l'ingresso libero in Lombardia e Piemonte, fino a 60 km dalla residenza. Resterà sempre necessario compilare il controverso formulario online, ovvero il Passenger Locator Form.

Tutta l'Italia verso il bianco

Se tutto andrà come previsto, da lunedì Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna, Lazio e Trento raggiungeranno in zona bianca Sardegna, Friuli Venezia Giulia e Molise (le prime in bianco dal 31 maggio) e a Liguria, Veneto, Umbria e Abruzzo (dal 7 giugno).

Le prossime a poter abbassare la guardia dovrebbero essere Toscana, Marche, Campania, Basilicata, Calabria, Sicilia e Bolzano (queste da lunedì 21 giugno).

Fanalino di coda la Valle D'Aosta, che potrebbe però farcela per il 28 giugno.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
M70 3 gior fa su tio
hanno bisogno di soldi e anche se dovessero aumentare i contagi non lo diranno e x tutto l'estate resteranno zona bianca!
ceresade36@gmail.com 3 gior fa su tio
@M70 Comento giusto è molto evvero
Ro 3 gior fa su tio
@M70 Tutte le nazioni hanno bisogno di entrate non solo l’Italia. Fatto sta che se la gente prenderà tutto sotto gamba e non si proteggerà in certe situazioni, in autunno si ritornerà al passato prossimo. A mio modo di vedere in autunno/inverno ci sarà un aumento dei contagi. La fortuna, si fa per dire, è che gli anziani saranno tutti o quasi vaccinati e quindi protetti e questo porterà a meno decessi.
Heinz 3 gior fa su tio
@M70 Uella! il moralizzatore ticinotto è arrivato. Ma va la...
IaM 3 gior fa su tio
@M70 Stanno calando ovunque perché in lombardia non dovrebbe essere così? E l'anno scorso era già così. Poi in autunno aumenteranno. Come sempre, da una vita a questa parte, l influenza arriva ogni anno in autunno.
Heinz 3 gior fa su tio
@Ro Aggiornati, in Italia ad oggi hanno fatto 40 milioni di dosi e vanno avanti a più di 3 milioni e mezzo a settimana. Non vedo perchè dovrebbe tornare a correre.
Ro 3 gior fa su tio
@Heinz A me risulta un’altra cifra e cioè che solo il 24 % è stato vaccinato. E tra l’altro ci sono ancora oltre 2 milioni oltre i 60 anni che non sono stati vaccinati.
Heinz 3 gior fa su tio
@Ro Si un quarto della popolazione ha ricevuto 2 dosi, esattamente come in svizzera, mentre la prima dose l'ha ricevuta poco meno della metà della popolazione. Come in Svizzera non c'è obbligo,quindi se molti vecchi non vogliono farla... è una loro scelta.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-14 04:32:47 | 91.208.130.86