keystone-sda.ch / STF (YURI KOCHETKOV)
+18
RUSSIA
23.01.2021 - 14:210
Aggiornamento : 20:35

Continuano i fermi nei confronti dei supporter di Alexei Navalny, arrestata anche la moglie Yulia

Si parla di 2'600 ammanettati, il suo selfie sui social: «Scusate, ma la luce nella camionetta è pessima»

MOSCA - Sono 2'600 le persone finora fermate dalla polizia nelle proteste in 65 città della Russia contro l'arresto del leader dell'opposizione Alexey Navalny. Lo riporta l'ong Ovd-Info sul suo sito.

Migliaia di persone stanno protestando a Mosca contro la detenzione del rivale numero uno di Putin, Alexiei Navalny. La folla scandisce slogan come "Putin ladro" e "Libertà per i prigionieri politici".

A Mosca e San Pietroburgo, come sempre, i numeri sono stati imponenti. Almeno 40mila persone, secondo alcune stime, solo nella capitale. Non solo la piazza ma anche le strade limitrofe sono piene di gente. Gli automobilisti sulla centrale Tverskaya suonano il clacson in segno di sostegno, come nelle manifestazioni dei mesi scorsi in Bielorussia contro il presidente Alexandr Lukashenko.

La polizia avrebbe fermato anche la moglie del dissidente, Yulia Navalnaya, secondo quanto riporta la testata online Meduza rimandando a una foto pubblicata su Instagram che pare scattata da una camionetta della polizia. «Scusate la cattiva qualità, c'è molta poca luce nel furgoncino», si legge nel commento alla foto apparentemente scritto dalla donna.

Lo Staff di Navalny: «Nuove proteste il prossimo weekend» - «Il prossimo fine settimana terremo nuove proteste in tutto il Paese. Alexey Navalny deve essere immediatamente rilasciato dalle grinfie dei suoi assassini e le nostre richieste, assolutamente giuste, devono essere soddisfatte». Lo ha detto su Twitter Leonid Volkov, coordinatore della rete regionale del Fondo Anti-Corruzione di Navalny.

 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 

Un post condiviso da @yulia_navalnaya

keystone-sda.ch / STF (Pavel Golovkin)
Guarda tutte le 22 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-16 08:54:12 | 91.208.130.89