keystone-sda.ch (MASSIMO PERCOSSI)
+13
ITALIA
30.01.2020 - 15:410
Aggiornamento : 17:42

Coronavirus, anche dei cittadini svizzeri a bordo della Costa Smeralda bloccata in porto

Una coppia cinese è stata isolata perché la donna presenta dei sintomi associati al virus

CIVITAVECCHIA - Circa 1100 passeggeri sarebbero dovuti scendere alle 7.00 di questa mattina dalla nave da crociera Costa Smeralda arrivata in orario al porto di Civitavecchia, invece sono bloccati ancora a bordo. Il motivo: una coppia di cinesi giunti da Hong Kong qualche giorno fa e imbarcatasi a Savona, ha manifestato dei sintomi sospetti.

Stando alle ultime informazioni, i due soffrirebbero di problemi respiratori, e la donna avrebbe anche la febbre. I medici intervenuti da terra hanno subito provveduto ad isolare la coppia, e a non far scendere nessuno dalla nave. Attualmente circa 6’000 passeggeri, tra viaggiatori ed equipaggio, sono bloccati sull'imbarcazione. 

Si sbarca, anzi no - Attorno alle 14.30 il comandante del porto ha dato l’ok allo sbarco delle 1140 persone che avevano concluso la crociera. Tuttavia pochi minuti dopo è arrivato sul posto il sindaco di Civitavecchia, che ha revocato l’ordine. «Ma siete pazzi? Chi ha dato l’ordine di sbarco? Vi porto tutti in procura se fate scendere qualcuno, lo fate a vostro rischio e pericolo», queste le parole del sindaco riportate da Repubblica. 

Svizzeri a bordo - Un portavoce della Costa Crociere ha confermato a 20 Minuten che tra i passeggeri ci sono anche dei cittadini svizzeri, senza però specificare il numero. 

Il DFAE ha fatto sapere che l’ambasciata svizzera a Roma sta verificando la situazione con le autorità italiane.

Aggiornamento - Stando ai primi test effettuati, non si tratterebbe di coronavirus. Tuttavia si attende la conferma ufficiale, che dovrebbe giungere nel pomeriggio. «La situazione è gestita e sotto controllo», ha comunicato l'Azienda sanitaria locale (Asl) Roma 4. L'Asl «rassicura tutti i cittadini e gli operatori portuali in quanto sono stati attivate nell'immediato tutte le procedure previste dal protocollo del ministero della Salute», e «è in contatto costante e diretto» con tutte le autorità competenti.

keystone-sda.ch / STF (Andrew Medichini)
Guarda tutte le 16 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-07 02:56:24 | 91.208.130.89