Facebook
In molti hanno fatto riferimento al periodo in cui c'era ancora la schiavitù.
STATI UNITI
07.08.2019 - 14:100

Dopo le foto shock arrivano le scuse

Un ragazzo legato da due poliziotti a cavallo ha suscitato scalpore in tutto il mondo

GALVESTON - Le foto di due agenti a cavallo che tengono con una corda un uomo - con le mani legate dietro alla schiena - che cammina vicino a loro hanno fatto il giro del mondo fra l'indignazione generale. Il dipartimento di polizia della città di Galveston, in Texas, ha comunicato le sue scuse.

È stata la sorella di Neely, 43enne con problemi mentali, a lanciare l’allarme via Facebook. Christin ha raccontato quanto è accaduto a suo fratello spiegando quanto è difficile stare vicino a un parente senzatetto e con disabilità mentali.

In molti hanno fatto riferimento al periodo in cui c'era ancora la schiavitù. «È una tecnica che usiamo ogni tanto, ma capiamo che possa essere percepita in modo negativo. Interromperemo la pratica», ha chiarito il dipartimento.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-15 22:01:54 | 91.208.130.85