foto d'archivio
ITALIA
02.08.2019 - 08:460

In manette boss latitante della 'ndrangheta

Era ricercato dal 2015 quando fu emessa una misura cautelare per associazione mafiosa ed estorsione dopo la condanna in primo grado a 15 anni di reclusione

REGGIO CALABRIA - La polizia italiana ha arrestato il latitante Domenico Crea, 37 anni, di Cinquefrondi, capo della cosca di Rizziconi e zone limitrofe, collegata e imparentata con la potente famiglia Alvaro di Sinopoli.

Era ricercato dal 2015 quando fu emessa una misura cautelare per associazione mafiosa ed estorsione dopo la condanna in primo grado a 15 anni di reclusione emessa dal Tribunale di Palmi.

Da allora Crea è stato colpito da numerosi provvedimenti per associazione mafiosa ed estorsione ed è stato condannato in via definitiva a 21 anni di reclusione.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-17 23:04:42 | 91.208.130.86