Deposit Photos
ARGENTINA
18.01.2019 - 15:560

Sì all'aborto per una 12enne stuprata da un uomo di 60 anni

Lo Stato è ancora profondamente diviso su questo tema

BUENOS AIRES - Argentina ancora profondamente divisa sul diritto all'aborto: una bambina di 12 anni, che era stata violentata e messa incinta da un uomo di 60 anni a Jujuy, provincia dell'estremo nord-ovest, potrà accedere all'interruzione di gravidanza, nonostante le forti resistenze poste da movimenti contrari all'aborto.

La conferma - rende noto il sito di informazione argentino Todo Noticias - è arrivata dal governo provinciale, dopo che i medici dell'ospedale Hector Quintana Materna Infantil avevano chiesto di aspettare che il bambino nascesse per poi darlo in adozione.

Secondo il governatore di Jujuy, Gerardo Morales, «la vita della dodicenne è a rischio, e si è quindi deciso di procedere immediatamente all'interruzione di gravidanza».

A dispetto del parere contrario di alcuni medici e dei gruppi 'pro-vita', la pratica dell'aborto in caso di stupro è prevista dalla legge, in Argentina.

Lo scorso agosto, il progetto di legge sulla interruzione volontaria della gravidanza è stato bocciato dopo essere stato respinto dal Senato di Buenos Aires.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-04 11:32:23 | 91.208.130.87