Google Earth
AUSTRIA
19.01.2017 - 14:510

«Mi hanno insultata e buttata sui binari». Ma il racconto della 14enne è un'invenzione

Il caso di Muslima che, ancora per cause sconosciute, si è inventata un racconto che aveva suscitato sdegno in tutto il Paese

VIENNA - Una 14enne che attende il treno alla stazione della ferrovia urbana di Krottenbachstraße, a Vienna-Döbling viene aggredita da una donna, che la insulta dicendole di essere una "terrorista".

Oltre all'aggressione verbale vi è quella fisica, che si traduce in una spinta che provoca la caduta della ragazzina sui binari. Soltanto all'ultimo momento, grazie all'aiuto di un testimone presente sul posto, riesce a riportare sul marciapiede la ragazza prima dell'arrivo del treno. La ragazza è stata anche in ospedale e i suoi genitori si sono recati in polizia per presentare denuncia per il reato di gravi lesioni personali.

Questa la situazione descritta da una portavoce di polizia alla Krone.at.

Questa è la prima versione di una vicenda che si è rivelata tutta un'invenzione. Infatti, dopo l'ondata di indignazione sul web e l'allarme razzismo in Austria, dalla stessa Krone giunge la smentita. Come ha riferito la portavoce di polizia contattata dalla Krone, nel visionare il materiale non è riuscita a rilevare nulla di quanto raccontato dalla ragazzina.

Infatti la ragazzina si è inventata tutto. I fatti da lei descritti non sono mai avvenuti. Non è ancora chiaro il motivo per cui la 14enne abbia raccontato un episodio frutto della sua fantasia. La denuncia fatta dai genitori è stata ritirata con la speranza che per la figlia siano così attenuate le conseguenze giuridiche nei suoi confronti. La 14enne rischia l'accusa di diffamazione o simulazione.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-07-20 07:29:54 | 91.208.130.86