STATI UNITI
21.01.2016 - 17:150
Aggiornamento : 18:40

Torna il boia in Alabama

Lo Stato del sud si appresta ad eseguire la prima condanna a morte dopo due anni. La vittima è Christopher Brooks accusato dello stupro e dell'uccisione di una donna nel 1992

MONTGOMERY - L'Alabama si appresta ad eseguire la prima condanna a morte in due anni, dopo quella avvenuta ieri in Texas: stasera alle 18, mezzanotte in Svizzera, lo Stato del sud giustizierà Christopher Eugene Brooks, 43 anni, colpevole per aver stuprato e picchiato a morte una donna di 23 anni nel 1992.

È anche la prima condanna da quando, per mancanza di medicinali per l'iniezione letale, è stato introdotto un nuovo mix che tra le altre cose contiene il mizolan, sedativo sotto accusa per aver causato una morte atroce al detenuto Clayton Darrell Lockett, giustiziato in Oklahoma nel 2014.

"L'Alabama - ha detto il legale di Brooks - intende eseguire un protocollo mai usato prima in questo Stato e che è oggetto di due casi in sospeso in diversi tribunali federali. Brooks soffrirebbe pene inimmaginabili se sarà portata a termine questa esecuzione". "Brooks ha stuprato e ucciso Jo Deann Campbell il 31 dicembre del 1992 - ha replicato l'ufficio del procuratore generale dell'Alabama - e la sua famiglia aspetta giustizia da oltre 23 anni. Se la condanna sarà eseguita, sarà la cinquantasettesima da quando è stata ripristinata la condanna a morte in Alabama nel 1983.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-25 01:34:14 | 91.208.130.89