ITALIA
14.11.2014 - 18:140
Aggiornamento : 10.01.2018 - 10:20

Centronord, in arrivo forte ondata di maltempo

Già da questa sera è in arrivo una nuova perturbazione

ROMA - È durata poco la tregua concessa dal maltempo in tutta Italia. Già da questa sera è in arrivo una nuova perturbazione che colpirà soprattutto il Centronord "guastando" il week-end a cittadini e turisti. Forti piogge sono previste domani, quando dovrebbero registrarsi accumuli fino a 100 mm in 24 ore ma l'instabilità durerà anche domenica. Per il bel tempo, secondo le previsioni dei meteorologi, bisognerà aspettare metà della prossima settimana.

"Già alla fine della giornata odierna - affermano gli esperti del Centro Epson Meteo - arriveranno nuove piogge al Nordovest per l'avvicinarsi di un'altra intensa perturbazione, accompagnata domani da fenomeni ancora una volta intensi al Centronord e Sardegna, con il ritorno di condizioni critiche in molte regioni del Nord e su quelle centrali tirreniche".

Le piogge, anche a carattere di rovescio o temporale, saranno più intense e abbondanti su alto Piemonte, Liguria, Lombardia, Toscana, Lazio, Prealpi venete e friulane. Nelle Alpi la quota neve sarà compresa tra i 1500 e i 2000 metri. A fine giornata i fenomeni si concentreranno al Nordest, sull'alta Toscana e le zone interne del Centro, nel contempo si estenderanno a gran parte del Sud peninsulare. Quello di sabato, sottolineano i meteorologi, è "un sistema perturbato piuttosto intenso, ma anche abbastanza rapido: non insisterà dunque nelle stesse zone per molto tempo e si allontanerà velocemente verso est già nella giornata di domenica".

Proprio domenica, sempre secondo gli esperti del Centro Epson Meteo, la perturbazione abbandonerà tutta l'Italia: le precipitazioni che si verificheranno saranno legate all'instabilità associata agli intensi venti occidentali e a una massa d'aria piuttosto fredda in quota. La giornata sarà nel complesso buona al Nordovest, regioni adriatiche e zone ioniche, con alternanza di sole e nuvolosità passeggera. Si avrà invece instabilità sulle regioni di Nordest, in quelle tirreniche (dalla Liguria di levante alla Campania) e in Sardegna. Al Nordest, in particolare, sono previste piogge sparse e intermittenti, ma saranno più insistenti sul Friuli Venezia Giulia. La quota delle nevicate sulle Alpi sarà in lieve calo, fino a 1500 metri.

All'inizio della prossima settimana un'ennesima perturbazione (la numero 5 di novembre) è in arrivo sull'Italia, ma da metà settimana, grazie al ritorno dell'alta pressione, si attendono diverse giornate in compagnia di un tempo più stabile.

ats ans

Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-04-10 05:06:38 | 91.208.130.85