STATI UNITI
19.01.2013 - 10:030
Aggiornamento : 07.11.2014 - 21:29

Lacrime per Armstrong nel salotto di Oprah

Nella seconda puntata dell'intervista al celebre ciclista andata in onda questa notte, Lance Armstrong non ha retto all'emozione e quasi in lacrime ha detto: "Ho confessato per i miei figli"

LOS ANGELES - La seconda parte dell'intervista a Lance Armstrong concessa alla celebre presentatrice americana Oprah Winfrey è andata in onda questa notte. Sono stati momenti di forti emozioni, tanto che il celebre ciclista non ha retto alla tensione e quasi in lacrime ha detto di pentirsi di aver fatto uso di sostanze dopanti per vincere le gare. "Mi vergogno di quello che ho fatto. E’ una faccenda sporca".

Oprah Winfrey ha passato in rassegna tutti i titoli vinti lo scorso ottobre, e quando è arrivata la domanda "perchè confessare proprio ora" la tensione è salita alle stelle. Armostrong ha fatto fatica a parlare, la voce era rotta dall'emozione e gli occhi lucidi. "L'ho fatto per mio figlio" ha detto. "Ho visto mio figlio (Luke, 13 anni) difendermi, dire ‘ciò che dite di mio padre non è vero’. In quel momento ho capito che dovevo dirglielo. E non mi ha mai chiesto nulla, si fidava di me. A quel punto ho chiesto a Luke di non difendermi più".

Per ora l'unica cosa che interessa a Lance Armstrong è il benessere dei figli: "Questa conversazione resterà per sempre, tutto ciò che facciamo oggi resta per sempre, come il tweet con le maglie gialle. Devo fare le cose giuste per loro". Una scelta che avrà ovviamente un bel costo finanziario: "Certamente i guadagni futuri non ci saranno più. Non mi piace pensarci, ma erano 75 milioni di dollari quel giorno che sono andati via e probabilmente non torneranno mai".

"Quello attuale  - ha detto ancora Armstrong - non è un buon periodo, ma non è la parte peggiore della mia vita. Non si può paragonare questo ad una diagnosi di cancro avanzato, sono un ottimista, abituato a guardare avanti, non mi piace guardare al passato e questo mi ha costretto a farlo".

"Ti rialzerai?" ha chiesto Oprah. "Non so e mi ci sto abituando. Un tempo, non sapere mi avrebbe reso folle" ha detto l’ex ciclista. Tutta questa storia ha una morale?, ha incalzato ancora la celebre presentatrice. "Non credo di avere una buona risposta" ha risposto Armostrong "Posso guardare ciò che ho fatto, barare durante le gare ciclistiche, mentire in proposito, essere un bullo con la gente. Certo, sono cose che non si fanno: è questo che insegniamo ai nostri bambini".

 La presentatrice ha chiuso l'incontro  ringraziandolo di essersi fidato di lei. "Sai quale spero sia la morale della storia?" ha detto Oprah Winfrey "Spero sia ciò che Kristin ti ha detto nel 2009: La verità ti renderà libero".

Commenti
 
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-15 22:53:30 | 91.208.130.86