Keystone
Ursula von der Leyen
UNIONE EUROPEA
11.12.2020 - 09:140
Aggiornamento : 09:38

Cambiamenti climatici: l'UE vuole tagliare le emissioni del 55% entro il 2030

I leader dell'unione hanno trovato un accorso in merito dopo ore di discussioni.

Ursula von der Leyen: «Ottimo! Verso la neutralità climatica nel 2050».

BRUXELLES - Dopo ore di discussioni, i capi di Stato e di governo dell'unione europea hanno trovato un accordo sui nuovi obiettivi in materia di lotta ai cambiamenti climatici. Lo annuncia il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, su Twitter.

«L'Europa è leader nella lotta contro i cambiamenti climatici. Abbiamo deciso di tagliare le emissioni di almeno il 55% entro il 2030». L'obiettivo di riduzione è inteso come diminuzione delle emissioni di gas a effetto serra rispetto ai livelli del 1990.

«Ottimo modo per festeggiare il primo anniversario del nostro EUGreenDeal!». È quanto scrive su Twitter la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen precisando che il «Consiglio europeo ha approvato la nostra ambiziosa proposta per un nuovo obiettivo climatico dell'Ue. L'Europa ridurrà le emissioni di almeno il 55% entro il 2030». Secondo von der Leyen ciò «ci pone su un percorso chiaro verso la neutralità climatica nel 2050».

Macron: «Non esiste un piano B!» - «Alla vigilia del quinto anniversario dell'accordo di Parigi, noi europei ci impegniamo a ridurre le nostre emissioni di gas a effetto serra di almeno il 55% entro il 2030. 10 anni sono domani. Quindi facciamo di tutto per avere successo. Adesso. Tutti insieme. Perché non esiste un piano B!». È il commento del presidente francese Emmanuel Macron.

Gentiloni: «L'Europa fa sul serio» - «E adesso l'accordo sulla proposta della Commissione di portare almeno al 55% la riduzione di emissioni entro il 2030. L'Europa fa sul serio» È quanto scrive il commissario europeo Paolo Gentiloni dopo l'accordo.
 

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Esse 11 mesi fa su tio
Fantastico, andiamo verso un modello di economia dove 3 - 4 colossi potranno permettersi di adeguare le loro produzioni ai nuovi standard ecologici e tutti gli altri pesci piccoli ciao...
Lore61 12 mesi fa su tio
Hihihi... La neutralità climatica è utopia dei folli, che credono di raggiungerla in breve tempo, quando siamo ancora una civiltà che funziona prevalentemente con porcherie fossili! Intanto però continuano a inventare tasse e balzelli, da prelevare dalle tasche dei cittadini. Anche se ipoteticamente nel 2050 arriviamo vicini all'obiettivo dei folli, un semplice vulcano ci riporta ai "piedi della scala", ma intanto hanno "incassato" "tosando" le pecore... XD
Don Quijote 12 mesi fa su tio
Inutili e costose masturbazioni mentali basate su un videogioco senza un riscontro scientifico certo. Intanto si continua ad inquinare più di prima, il 60% dell'energia elettrica nel mondo è prodotta con centrali a carbone che serviranno a ricaricare le batterie di altre tante vetture elettriche. Pesticidi e veleni vari nell'acqua e nel terreno sono passati in secondo piano!
Tato50 12 mesi fa su tio
Aahah, quelli che invitano la Svizzera ad emettere meno sostanze nocive, dopo la riunione odierna del Consiglio d'Europa che vuole portare le emissioni a zero entro il 2050, vadano un attimo in Polonia. Quest'ultima, senza che nessuno degli altri membri, ha fatto una piega quando afferma che loro continueranno a produrre energia con il carbone.
Galium 12 mesi fa su tio
Molto bene!
Nmemo 12 mesi fa su tio
Quanti miliardi costerà indennizzare la sostituzione di produzione di energia con centrali a carbone con equivalente energia pulita? In Polonia, ad es. ,dove sta l’impianto con la maggiore immissione di CO2.
seo56 12 mesi fa su tio
Problemi grassi!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-07 06:24:16 | 91.208.130.89