Immobili
Veicoli
Keystone
La prigione dove è rinchiuso Brückner e la piccola Maddie.
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
LIVE CORONAVIRUS
LIVE
«Siamo in un momento cruciale» della pandemia
72 i casi confermati tra le «parti interessate» delle Olimpiadi invernali. Sempre in Cina, a Xi'an finisce il lockdown
POLONIA
51 min
Fa il saluto nazista ad Auschwitz, turista olandese arrestata
È stata accusata di essere coinvolta nella propaganda nazista. La donna ha riferito che si trattava di uno scherzo
BURKINA FASO
2 ore
«Il presidente Kabore è nelle mani dei soldati ribelli»
Lo affermano fonti locali citate da France 24
ITALIA
2 ore
Schede bianche sotto il Colle?
Alle 15 si apre l'elezione del presidente della Repubblica. L'intesa tra le forze politiche appare però distante.
PORTOGALLO
3 ore
Jean-Jacques Savin: dichiarato morto, ma manca il corpo
La Marina Militare portoghese rettifica: «La barca era ribaltata, abbiamo trovato solo i suoi documenti in una sacca»
AUSTRALIA
4 ore
Il rapitore della piccola Cleo ha confessato
Terence Darrell Kelly si è dichiarato colpevole durante il processo
FRANCIA
4 ore
È morto Thierry Mugler
Lo stilista di Madonna e Sharon Stone aveva 73 anni
STATI UNITI / RUSSIA
4 ore
Gli Usa sconsigliano agli americani di andare in Russia
Viene inoltre consigliata l'evacuazione ai diplomatici in Ucraina, dove la tensione è alta
FRANCIA
14 ore
Chirurgo mette all'asta la radiografia di una vittima del Bataclan
La lastra è ancora disponibile su OpenSea, ma il prezzo, dopo che il medico è stato denunciato dai media, è stato tolto
GERMANIA
15 ore
Vaccino obbligatorio, il progetto è pronto a scaldare gli animi
Mercoledì inizieranno i dibattiti su una proposta interpartitica: un obbligo vaccinale per tutti gli over 18
BELGIO
17 ore
Manifestazione anti-restrizioni, scontri violenti con la polizia
Il corteo che ha riunito 50'000 partecipanti è iniziato pacificamente, ma un centinaio di teppisti ha portato il caos
ARMENIA
17 ore
Si dimette il Presidente Sarkissian
Una decisione dettata dalla frustrazione di essere «privo di poteri»
GERMANIA
05.06.2020 - 23:150

Christian Brückner potrebbe aver fatto sparire un'altra bimba

Nel 2015 Inga, una bimba di soli cinque anni, è scomparsa durante una gita con i genitori nel bosco di Stendall.

Tra i due casi, entrambi mai risolti, ci sarebbero parallelismi inquietanti.

BERLINO - La piccola Maddie potrebbe non essere l'unica vittima di Christian Brückner, il presunto orco che l'avrebbe fatta sparire in Portogallo nel 2007. L'uomo ora è sospettato anche di un'altra misteriosa, e mai risolta, scomparsa. Quella di Inga, una bimba tedesca di cinque anni della Sassonia-Anhalt, inghiottita nel nulla durante una gita con i genitori nel bosco di Stendal, il 2 maggio del 2015.

Parallelismi inquietanti - All'epoca l'uomo aveva acquistato una proprietà a Neuwegersleben, non lontano dalla cittadina del Land dell'est della Germania. Tra le due vicende ci sono dei parallelismi inquietanti - precisano gli inquirenti della procura di Stendal - dopo aver annunciato di aver riaperto ufficialmente le indagini sulla scomparsa della piccola di Schönebeck. Nel 2016, quando si investigava sul fatto, l'appartamento di Brückner fu perquisito e fu trovato materiale pedo-pornografico, ma le ricerche non portano a risultati.

Si vantava con un amico - Emergono, intanto, altri particolari sul caso Maddie. Secondo quanto riferiscono i media britannici, Brückner si sarebbe vantato con un compagno di bevute di sapere «cosa era successo» alla bambina inglese, mentre entrambi guardavano, in un bar in Germania, un servizio in Tv in occasione dei 10 anni dalla scomparsa. L'episodio, non confermato per ora da alcuna fonte ufficiale, risalirebbe al 2017. Quello stesso anno il nome del sospetto è giunto all'orecchio anche di Scotland Yard.

Fedina penale da brivido - Nella stessa occasione, l'uomo avrebbe mostrato al conoscente incontrato al bar anche un video sullo stupro di una 72enne americana. Crimine avvenuto sempre in Portogallo, nel 2005, e per il quale Christian Brückner è stato in seguito arrestato a Milano nel 2018 dalla polizia italiana, su mandato della giustizia tedesca. Il 43enne è attualmente in prigione a Kiel, dove sta scontando una vecchia pena detentiva inflitta nel 2011 per spaccio di stupefacenti, a cui si è aggiunta il 16 dicembre scorso la condanna a sette anni di reclusione per stupro aggravato, per cui si trova in custodia cautelare.

Prove «non ancora sufficienti» - Il verdetto per stupro tuttavia non è ancora definitivo, perché è in atto un ricorso di competenza al Tribunale federale. In ogni caso, nonostante i tanti indizi raccolti, manca ancora la prova decisiva per un'incriminazione per omicidio per il caso della piccola Maddie. Il materiale probatorio raccolto finora «non è ancora sufficiente per un mandato d'arresto o un'incriminazione», ha precisato oggi Hans Christian Wolters della procura di Braunschweig.

Violenze fin da giovane - I guai giudiziari di Brückner cominciano prestissimo, non ancora maggiorenne. Ad appena 17 anni, nel 1994, viene condannato dal tribunale di Wuerzburg per violenza sessuale su un bambino. Lo aveva avvicinato in un parco giochi di un piccolo comune. Solo tre giorni prima della data fissata per l'udienza di quel processo si era avvicinato ad una bambina di nove anni e si era calato i pantaloni, riferisce la Dpa. Già in quei primi anni conosce le aule dei tribunali di Hannover, Braunschweig, Niebuell. Spaccio e piccoli furti sono delitti consueti per lui. Un osservatore del processo di Würzburg lo descrive come «ostinato, monosillabico» e «visibilmente timido».

Orfanotrofio e adozione - Brückner del resto viene da un'infanzia problematica, trascorsa in orfanotrofio prima di essere adottato. Non conclude la formazione da insegnante di meccanica e per sfuggire a una pena di due anni scappa in Portogallo nel 1995 con una fidanzata. Il resto è noto: una residenza in Algarve, e ancora diverse condanne nei tribunali di Portimao e Lagos, prima di trovarsi quella notte del 3 maggio 2007 a Praia de Luz, come confermano i dati del suo cellulare.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-24 12:06:51 | 91.208.130.85