keystone-sda.ch/STF (Nasser Nasser)
La Compagnia elettrica israeliana ha iniziato oggi a ridurre l'erogazione di corrente verso la Cisgiordania.
ISRAELE
22.09.2019 - 16:090

Iniziata la riduzione di corrente verso la Cisgiordania

Per il momento si tratta di interruzioni limitate, che saranno avvertite per alcune ore in villaggi nelle zone di Betlemme e di Ramallah

TEL AVIV - La Compagnia elettrica israeliana ha iniziato oggi a ridurre l'erogazione di corrente verso la Cisgiordania nel tentativo di fare pressione sulla Compagnia elettrica palestinese di Gerusalemme est che - secondo media israeliani - ha accumulato debiti per una cifra equivalente a 464 milioni di franchi svizzeri.

Per il momento si tratta di interruzioni limitate della erogazione. Secondo Voce della Palestina, quelle interruzioni saranno avvertite per alcune ore in villaggi nelle zone di Betlemme e di Ramallah. Da parte sua, riferisce la televisione pubblica israeliana Kan, alcune settimane fa la Compagnia elettrica israeliana è stata autorizzata dalla Corte Suprema di Gerusalemme a ridurre l'erogazione di corrente verso la Cisgiordania.

Ciò avverrà solo in forma molto ridotta, ha aggiunto la emittente, nel timore che misure più drastiche possano inasprire ulteriormente le relazioni con l' Autorità nazionale palestinese (Anp) di Abu Mazen. Per l'Anp si tratta comunque di una «punizione collettiva ingiustificata».

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-25 05:30:37 | 91.208.130.86