Keystone
IRAN
16.09.2019 - 15:100

Teheran sequestra una nave emiratina nello Stretto di Hormuz

Navigava a circa 20 miglia a est dell'isola di Grande Tunb, all'ingresso del Golfo Persico. L'accusa è di contrabbando

TEHERAN - Le unità navali dei Pasdaran iraniani hanno sequestrato nello stretto di Hormuz una nave sospettata di contrabbandare gasolio verso gli Emirati Arabi Uniti. Nell'operazione è stato fermato anche l'equipaggio. Lo riporta l'Isna.

Il cargo Linch, che secondo questa prima ricostruzione batterebbe bandiera emiratina, è accusato di trasportare illegalmente 250 mila litri di gasolio ed è stato fermato circa 20 miglia a est dell'isola di Grande Tunb, all'ingresso del Golfo Persico. Secondo la Fars, agenzia vicina ai Pasdaran, a bordo c'era un equipaggio di 11 persone. Non è stata resa nota la loro nazionalità.

I Guardiani della rivoluzione avrebbero posto la nave e il suo equipaggio sotto il controllo delle autorità giudiziarie della provincia meridionale iraniana di Hormozgan, che si era già occupata in passato di altri sequestri, tra cui quello a luglio della petroliera britannica Stena Impero. Stamani, Teheran aveva fatto sapere che quest'ultima imbarcazione verrà rilasciata a giorni.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-25 05:33:47 | 91.208.130.86