Keystone
Nicolas Maduro e John Bolton.
VENEZUELA
07.08.2019 - 11:010
Aggiornamento : 19:43

Maduro: «Bolton ha tentato di uccidermi, ho le prove»

Il presidente venezuelano punta il dito contro gli Usa per l'attentato fallito dell'agosto del 2018: «Non posso accusare Trump, non ancora»

CARACAS - Nicolas Maduro passa al contrattacco. Due giorni dopo l'imposizione dell'embargo totale da parte americana che punta a dare la spallata finale a Caracas, il presidente venezuelano accusa l'Amministrazione Usa di aver ordinato il suo assassinio. Il mandante, accusa Maduro, è il consigliere per la Sicurezza nazionale, il falco John Bolton.

«Non posso accusare il presidente Donald Trump, non posso farlo adesso, ma ho tutte le prove per accusare e richiedere un'indagine su John Bolton. È un criminale. Ha fallito», ha affermato Maduro in un'intervista con il giornalista americano Max Blumenthal, trasmessa dalla tv di stato venezuelana Vtv. Il riferimento è al 4 agosto 2018, quando droni esplosivi furono fatti brillare vicino alla tribuna presidenziale e in altri punti della parata durante un discorso di Maduro per l'anniversario della nascita della Guardia nazionale bolivariana.

Secondo il leader venezuelano ci sono testimoni e prove di quel fallito attentato, e tutti gli autori materiali e alcuni dei registi dell'operazione sono stati catturati. I responsabili della pianificazione e del finanziamento dell'attacco - afferma Maduro - sono a Miami, protetti dagli Usa. Quanto a Bolton, avrebbe lavorato con l'allora presidente colombiano Juan Manuel Santos e con l'ex deputato venezuelano Julio Borges.

Ma, insieme alle accuse, Maduro tende una mano. E nella stessa intervista, ha proposto agli Stati Uniti l'apertura di un dialogo per superare le differenze esistenti sul piano politico. Difficile non pensare a una mossa propagandistica da rivendere al momento giusto ad uso interno o internazionale.

Sta di fatto che l'embargo totale economico, finanziario e commerciale firmato da Trump preoccupa Maduro, nonostante il sostegno al regime di Cina e Russia. Il provvedimento varato dal presidente americano prevede il congelamento in Usa di tutti i beni e gli asset di proprietà di individui ed entità governative venezuelane. Ma anche il divieto di qualsiasi tipo di transazione con tali soggetti, compresa la Banca Centrale del Venezuela e la compagnia petrolifera statale. Una stretta micidiale per un Paese già in ginocchio, dove la produzione di petrolio è crollata ai minimi dagli anni '40 e dove almeno 4 milioni di persone sono espatriate per sfuggire alla repressione e alla miseria.

L'Unione europea si è invece detta contraria all'applicazione di misure restrittive come quelle Usa, a causa della crisi umanitaria, anche se «non commenta» le ultime sanzioni americane a Caracas. I 28, come invece ha già affermato l'Alto rappresentante per la politica estera europea Federica Mogherini, sono disposti a "espandere ulteriormente le misure selettive" contro le personalità venezuelane legate al chavismo, nel caso in cui non vi siano risultati concreti dagli attuali negoziati tra il governo e l'opposizione.

Commenti
 
Lamy66 1 sett fa su tio
Affermazione da Maduro che ci potrebbe stare visto che nell’ottobre 1962, CIA e Casa bianca fecero di tutto per eliminare Castro.., un remake?:-)
miba 1 sett fa su tio
L'articolo parallelo descrive comunque abbastanza bene il concetto di democrazia degli USA, alias due agenti a cavallo che tengono con una corda un uomo con le mani legate dietro alla schiena. Ma sicuramente saranno tutte frottole, come Guantanamo, Abu Grahib, le bombe sulla Somalia, le rivoluzioni arancioni e tutto il resto :)
Bayron 1 sett fa su tio
Maduro meriti il carcere a vita... ai lavori forzati!!
miba 1 sett fa su tio
@Bayron Mah, fossi in te prima di postare cercherei almeno di essere un po' più obiettivo... Gli USA sono i buoni che chiedono gentilmente il petrolio e tutte le altre immense risorse del Venezuela mentre Maduro sarebbe il cattivo, dittatore (eletto democraticamente..) e che ha chiesto l'embargo... A proposito: nessuno parla più di Juan Guidò... Vai un po' a vedere chi è realmente e cos'ha combinato....
seo56 1 sett fa su tio
@Bayron In carcere assieme a Erdogan, Assad e combriccola!
miba 1 sett fa su tio
@seo56 ...con Trump e o suoi associati, alias Nethanyau, Mohammed Non Salman, Poroshenko :):):) Eh caro seo56, spesso siamo d'accordo ma questo tema è proprio ostico... :):):)
seo56 1 sett fa su tio
@miba Evviva la libertà di espressione ... che purtroppo n alcuni Paesi non esiste .. Buona giornata!
Bayron 1 sett fa su tio
@miba Libero di stare dalla parte dei criminali, oppressori e dittatori. Siamo in democrazia per fortuna “mia”
miba 1 sett fa su tio
@Bayron La democrazia sexondo Trump, Bolton, Pompeo e soci? :):):)
Thor61 1 sett fa su tio
Per TIO suggerisco la correzione nel titolo ;o)) Manca una C
red 1 sett fa su tio
@Thor61 Corretto, grazie!
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-21 03:16:00 | 91.208.130.86