Keya
NAMIBIA
17.06.2019 - 06:000
Aggiornamento : 09:19

A causa della siccità la Namibia mette all'asta 1'000 animali selvaggi

Tra i quali ci sono anche 28 elefanti e 60 giraffe, l'idea è quella di alleggerire la popolazione dei parchi nazionali e incassare un po' di fondi utili

WINDHOEK - Per via della siccitià il governo della Namibia ha autorizzato la vendita all'asta di 1'000 animali selvaggi, fra i quali anche elefanti e giraffe, per ridurre al minimo i decessi e per incassare 1,1 milioni di dollari (stimati) da investire nella loro preservazione.

«I capi saranno specie protette che provengono da territori protetti», ha spiegato il portavoce del ministro dell'Ambiente Romeo Muyunda ripreso dal Guardian, «in questo modo proteggeremo i capi e potremmo usufruire di fondi che verranno utilizzati nella gestione della fauna e dei parchi naturali».

Le autorità hanno dichiarato l'emergenza nazionale l'anno scorso, in una delle più gravi siccità degli ultimi 90 anni. Solo l'anno scorso 63¦700 capi hanno perso la vita per fame o per sete: «Con la siccità nei nostri parchi le risorse alimentari per gli animali sono davvero molto ridotte, se non ne riduciamo il numero è probabile che in diversi non ce la facciano».

In catalogo ci sono 600 bufali, 150 antilopi springbok, 65 orici, 60 giraffe, 35 antilopi eland, 28 elefanti, 20 impala e 20 antilopi kudu.

L'annuncio dell'asta è stato dato sulle pagine dei quotidiani nazionali questo venerdì.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-20 06:06:07 | 91.208.130.87