Keystone / EPA
GERMANIA
28.08.2018 - 14:520

Chemnitz, la condanna di Merkel

«Quello che abbiamo visto non ha posto in uno stato di diritto» ha dichiarato la cancelliera

BERLINO - «Quello che abbiamo visto non ha posto in uno stato di diritto». Lo ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel, citando i tumulti e l'odio, che hanno segnato le manifestazioni dei neonazi, ieri e domenica sera a Chemnitz, nella Germania centro-orientale.

Merkel ha difeso l'operato della polizia, «ha fatto quello che ha potuto», ma ha sottolineato di trovare «positivo e importante» che il ministro dell'Interno abbia promesso rinforzi alla Sassonia, in caso di bisogno. Merkel ha anche espresso cordoglio per il 35enne tedesco ucciso in una rissa domenica sera, «fatto spaventoso».

Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-28 01:28:58 | 91.208.130.87