Keystone
REGNO UNITO
28.06.2017 - 11:460

Batteri fecali nel ghiaccio delle bevande

Lo rivela un'inchiesta shock della BBC su popolari catene come Starbucks e Costa

LONDRA - Batteri fecali nel ghiaccio usato per raffreddare le bevande: sono sconcertati i risultati di un'inchiesta condotta a campione dalla Bbc in qualche decina di caffetterie del Regno, fra i punti di ristoro di popolarissime catene internazionali come Starbucks, Costa o Caffè Nero.

Tracce di "batteri fecali coliformi" sono state in effetti riscontrate, al momento delle analisi di laboratorio, nel 30% dei campioni prelevati segretamente in locali di Starbucks o di Caffè Nero, addirittura nel 70% di Costa Caffè. E in concentrazioni talora elevate.

Si tratta di livelli «preoccupanti», ha commentato un esperto, Tony Lewis, ipotizzando il rischio di infezioni e malattie. «Non dovrebbero esserci in alcuna misura, altro che i valori rilevanti trovati», è sbottato.

Un portavoce di Starbucks ha assicurato che il rispetto delle norme sull'igiene è considerato «con estrema serietà», mentre Caffè Nero ha fatto sapere che indagherà e vi saranno «azioni appropriate».

Commenti
 
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-22 15:05:56 | 91.208.130.87