Cerca e trova immobili

CASTELLINARIAÈ il turno di "Un altro domani" e "Alter Ego"

24.11.23 - 06:30
Il programma di Castellinaria di venerdì 24 novembre
CASTELLINARIA
Gianmarco Tognazzi in "Alter Ego".
Gianmarco Tognazzi in "Alter Ego".
È il turno di "Un altro domani" e "Alter Ego"
Il programma di Castellinaria di venerdì 24 novembre

BELLINZONA - Venerdì 24 novembre, penultimo giorno di programmazione del Festival del cinema giovane Castellinaria. Si parte alle 8.30 al Cinema Forum di Bellinzona con "Seven Winters In Tehran" di Steffi Niederzoll. Il film ripercorre il destino di una donna che diventa un simbolo della resistenza e dei diritti delle donne anche oltre i confini dell'Iran: Reyhaneh Jabbari. Poi alle 9.15 "L'ultima volta che siamo stati bambini" di Claudio Bisio in doppia proiezione: al Cinema Forum di Bellinzona (già sold out) e al Mercato Coperto di Giubiasco. Presentato in prima svizzera giovedì sera, è una storia di un'amicizia più forte anche delle leggi razziali, con sullo sfondo l'Italia della Seconda guerra mondiale.

Alle 14, sempre al Mercato Coperto di Giubiasco, tocca a un film che il pubblico ticinese ha già avuto modo di apprezzare: "La famosa invasione degli orsi in Sicilia" di Lorenzo Mattotti. Alle 18.15 è la volta di un'altra prima svizzera: quella di "Un altro domani" di Silvio Soldini. Un affresco composto dalle testimonianze degli autori di violenza, delle vittime di maltrattamenti e stalking, degli orfani di femminicidio, di tutti coloro che ogni giorno si occupano del problema: Polizia di Stato, magistrati, avvocati, centri antiviolenza, psicologi e criminologi.

Gran finale alle 20.45 al Mercato Coperto di Giubiasco: verranno proiettati i primi due episodi della serie tv ticinese "Alter Ego", alla presenza dei registi Erik Bernasconi e Robert Ralston, ma anche dell'attore Gianmarco Tognazzi. All’indomani del Giovedì Grasso, il cadavere di una ragazza viene rinvenuto vicino a Bellinzona. La squadra di agenti impegnata nelle indagini si troverà a investigare delitti che affondano le radici in un passato pieno di ombre. A essere esaminati non saranno soltanto i crimini che insanguinano la città, ma anche e soprattutto l’animo umano, quello di una comunità che crede di non aver nulla da nascondere.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE