Cerca e trova immobili
Dal "Profeta" a "Lubo": il primo weekend di Castellinaria

CASTELLINARIADal "Profeta" a "Lubo": il primo weekend di Castellinaria

16.11.23 - 09:30
Il programma del primo fine settimana del Festival del cinema giovane di Bellinzona
CASTELLINARIA
"Khalil Gibran's The Prophet"
"Khalil Gibran's The Prophet"
Dal "Profeta" a "Lubo": il primo weekend di Castellinaria
Il programma del primo fine settimana del Festival del cinema giovane di Bellinzona

BELLINZONA - Prende il via sabato 18 novembre alle 17 la 36esima edizione di Castellinaria, il Festival del cinema giovane di Bellinzona.

Sabato

Il Mercato Coperto di Giubiasco ospita la proiezione del film di animazione "Khalil Gibran's The Prophet", produzione franco-canadese del 2014 diretta da Roger Allers. Una serie di artisti interpretano alcune poesie di Gibran, nel centenario della pubblicazione del suo capolavoro. Alle 20.45 è in programma, sempre al Mercato Coperto, la prima internazionale di "I peggiori giorni", film del 2023 di Edoardo Leo e Massimiliano Bruno, alla presenza di quest'ultimo. È un film a episodi, con volti nomi del panorama cinematografico italiano, che mette in mostra vizi e miserie della società. Qui la nostra intervista a Massimiliano Bruno.

Domenica

La domenica di Castellinaria si svolgerà tutta a Giubiasco e prenderà il via già alle 11 con l'Apericorto, un momento conviviale impreziosito dalla proiezione di una serie di cortometraggi. Alle 15 sarà il momento di "Ernest e Célestine: l'avventura delle 7 note", film d'animazione francese del 2022 diretto da Jean-Christophe Roger e Julien Chheng. Per riparare il loro violino rotto, Ernest e Celestine iniziano un viaggio verso il lontano paese natale dell’orso, una terra magica dove da sempre si esibiscono i migliori musicisti del mondo.

Alle 18 sarà la volta della prima svizzera di "The Years We Have Been Nowhere" di Lucio Cascavilla e Mauro Piacentini. Sono le storie di alcune persone che hanno lasciato, per motivi diversi, la loro patria in Africa per cercare un futuro in Europa e negli Stati Uniti. Il tutto in una luce diversa. Alle 20 tocca a un'altra anteprima nazionale, quella di "Lubo" di Giorgio Diritti. Produzione italo-elvetica del 2023, segue le vicende di Lubo Moser, che si trova proiettato nel dramma del popolo Jenisch e del programma nazionale mirato a estinguere la sua etnia. Il suo percorso di ricerca e vendetta lo porterà a Bellinzona.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE