tipress
CANTONE
20.10.2019 - 15:010
Aggiornamento : 15:51

Gysin a chi ruberà la poltrona?

La coalizione Verdi-Sinistra alternativa è pronta a strappare un posto al Ppd o alla Lega. Testa a testa per il seggio

BELLINZONA - Ppd o Lega? Le proiezioni "ballano" su chi farà le spese dell'onda verde (e rossa) in Ticino. Verdi e Sinistra alternativa - secondo le proiezioni attuali - entrerebbero in Consiglio Nazionale togliendo un seggio ai popolari democratici o alla Lega. Sui nomi c'è ancora totale incertezza, stando alle proiezioni della Rsi.

Al momento Greta Gysin dei Verdi è data in vantaggio sul compagno di coalizione Franco Cavalli, rappresentante del Forum alternativo. Meno chiaro chi ci rimetterebbe il seggio. Se uno dei due consiglieri nazionali PPD, Marco Romano e Fabio Regazzi. Oppure la leghista Roberta Pantani.

Risulterebbero invece eletti Alex Farinelli e Rocco Cattaneo per il PLR, Lorenzo Quadri per la Lega, Marina Carobbio per il PS e Marco Chiesa per l'UDC.

La lista Verdi e Sinistra alternativa otterrebbe il 14,4% dei voti, mentre quattro anni fa gli ecologisti (che correvano da soli) erano fermi al 4%. I Verdi liberali non andrebbero invece oltre l'1,1% (0,8% nel 2015). Guadagnerebbe anche l'UDC passando dall'11,3% del 2015 al 13,5%.

In calo invece gli altri partiti, in particolare la Lega, che secondo queste proiezioni perderebbe quasi 5 punti percentuali, scendendo al 21,7% al 16,9%. Il PLR passerebbe dal 23,7% al 21,3%, il PPD dal 20,1% al 16,8% e il PS dal 15,6% al 13,5%.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-17 10:02:27 | 91.208.130.86