tipress
LUGANO
19.10.2021 - 16:300

Wicht più prosciolto che condannato

Si è chiusa (per ora) con un decreto di abbandono e una piccola multa l'inchiesta sull'ex Udc

LUGANO - La montagna giudiziaria ha partorito un topolino. Si è chiusa con un decreto d'abbandono l'inchiesta che ha portato dietro le sbarre l'ex presidente dell'Udc ticinese Paolo Clemente Wicht. Lo riferisce la Rsi. 

Wicht era stato arrestato nel 2018 a seguito di una denuncia della ex moglie, che lo accusava di averle sottratto 7 milioni di franchi. Lo avevano querelato anche due investitori, che gli avevano affidato nel complesso 1,3 milioni per un affare immobiliare. 

Il decreto d'abbandono risale al 27 settembre, ed è stato impugnato dalla denunciante. Il procuratore pubblico Daniele Galliano ha invece firmato un decreto d'accusa per amministrazione infedele e falsità in documenti, per altri reati legati alla gestione di alcune società. Wicht non si è opposto alla proposta di pena: 500 franchi e sei mesi di carcere sospesi.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-11-30 16:48:12 | 91.208.130.86