LUGANO
26.02.2005 - 09:550
Aggiornamento : 23.11.2014 - 20:54

Realini, istanza di ricusa bis per il pp Arturo Garzoni

LUGANO - Il tormentone non è finito. Mentre si avvicina il processo (dovrebbe cominciare lunedì 4 aprile alle Assise criminali di Lugano e durare più di due mesi) l’imputato Renzo Realini, lo psichiatra ticinese chiamato a rispondere di una sonora truffa ai danni delle casse malati, 22 milioni di franchi, ha presentato in questi giorni per il tramite dei suoi legali una nuova istanza di ricusa nei confronti della pubblica accusa, il pp Arturo Garzoni. Un’istanza bis, dunque. Ne da notizia oggi laRegione Ticino. 

Anche questa istanza è stata inoltrata alla Camera dei ricorsi penali. Secondo i difensori del medico luganese, imputato di ripetuta truffa e di ripetuta falsità in documenti, sarebbero emersi di recente fatti che a loro dire comproverebbero la presunta parzialità del magistrato inquirente. In sostanza sarebbero stati eseguiti interrogatori di coindagati all’insaputa dei legali di Realini, sostengono gli stessi patrocinatori dello psichiatra.

 


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-18 22:33:09 | 91.208.130.87