Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
GINEVRA
10 min
«Solo insieme l'umanità riuscirà ad affrontare le sfide del futuro»
SVIZZERIA
35 min
Gli automobilisti svizzeri sono molto restii a cambiare assicurazione
SVIZZERA
45 min
Donazione di sperma: «Ora si può sapere chi è il padre»
SVIZZERA
2 ore
Raccolte in meno di 5 mesi le firme per i ghiacciai
SVIZZERA
2 ore
Più soldi per promuovere lo sport
SVIZZERA
3 ore
Roche si dice pronta a compensare le perdite causate dai biosimilari
SVIZZERA
3 ore
Scorie radioattive, autorizzate le perforazioni nel Giura
ARGOVIA
4 ore
A 18 anni perde la vita sulla moto
SVIZZERA
4 ore
Gli allievi maschi svantaggiati dalla scuola svizzera?
SVIZZERA
4 ore
Ed infine (non) arrivano... i droni
SVIZZERA
5 ore
BNS: averi a vista aumentati di 0,8 miliardi di franchi
SVIZZERA
5 ore
Salt: nessuna fretta nella realizzazione della rete 5G
SVIZZERA
5 ore
Basta con la libera circolazione? Dibattiti "accesi" a Berna
ZURIGO
5 ore
Pestati brutalmente da cinque persone «perché siete gay»
SCIAFFUSA
7 ore
Incidente mortale con un gommone sul Reno
BERNA
23.05.2019 - 19:020

Verdi e GISO denunciano: «Berna monitora illegalmente persone di sinistra politicamente attive»

«Il SIC scheda persone impegnate politicamente senza motivo: allo stesso tempo, i neonazisti possono formare gruppi terroristici su Facebook senza venir disturbati»

BERNA - Il Servizio delle attività informative della Confederazione (SIC) ha monitorato sistematicamente e in modo illegale persone di sinistra politicamente attive: lo denunciano i Verdi e la Gioventù socialista (GISO). Quest'ultima che non esita a parlare di un nuovo scandalo delle schedature. Il SIC risponde: è tutto regolare.

In un comunicato odierno il partito ecologista chiede un immediato intervento della Delegazione delle commissioni della gestione del parlamento federale nonché dell'Incaricato federale della protezione dei dati e della trasparenza.

Verdi e GISO si riferiscono in particolare a un articolo odierno del settimanale WochenZeitung, che riporta come la consigliera agli stati Anita Fetz (PS/BS) sia stata inserita in una banca dati sulla protezione della stato per una sua partecipazione a un dibattito elettorale tenutosi il 20 settembre 2015 in un centro culturale curdo. Il SIC avrebbe raccolto informazioni anche su altre persone e organizzazioni politicamente attive a sinistra a Basilea Città.

"Il SIC scheda persone impegnate politicamente senza motivo: allo stesso tempo, i neonazisti possono formare gruppi terroristici su Facebook senza venir disturbati", commenta la presidente di GISO Svizzera, Tamara Funiciello, citata in una nota. I funzionari bernesi sembrano a suo avviso "ciechi dall'occhio destro".

Sempre secondo i giovani socialisti è stata inoltre confermata la presenza di errori in fase di monitoraggio: il SIC ha memorizzato informazioni sbagliate, errori che possono avere conseguenze pesanti sulle persone colpite. Per determinare la portata di quello che ritiene uno scandalo, la GISO invita le persone politicamente attive a chiedere al SIC informazioni sul loro dossier.

Da parte loro i Verdi ricordano che nell'ambito del dibattito sulla nuova legge federale sulle attività informative si erano fortemente impegnati per controllare meglio le attività dei servizi segreti e proteggere i diritti fondamentali dei cittadini. Dopo le rivelazioni odierne la questione si è fatta ancora più scottante, si legge nella nota.

Ma il SIC è di altro avviso. Le normative sono state rigorosamente rispettate, ha indicato a Keystone-ATS la portavoce Isabelle Graber. Secondo l'addetta stampa il SIC non sorveglia organizzazioni critiche verso il sistema o altri gruppi e partiti politici. Talune persone o organizzazioni possono tuttavia essere menzionate in documenti del servizio stesso.

Lo scandalo delle schedature cui viene fatto riferimento era scoppiato il 24 novembre 1989, quando una commissione parlamentare d'inchiesta sul caso relativo alla consigliera federale Elisabeth Kopp aveva rivelato la scoperta, negli uffici della Polizia federale, di circa 900'000 schede di persone e organizzazioni, svizzere e straniere (quelle svizzere quasi tutte di sinistra) redatte dalla polizia politica e dal controspionaggio. Esso si era poi sviluppato con una serie di rivelazioni che avevano tenuto occupata l'opinione pubblica elvetica per buona parte degli anni '90.

Commenti
 
volabas 3 mesi fa su tio
anche solo il cip, la funicello da buongustaia quale è lo preferirebbe senza micro..
pulp 3 mesi fa su tio
@volabas solo se rigorosamente bio e colored :-)
F.Netri 3 mesi fa su tio
Questa gente deve essere tenuta sotto controllo. Notoriamente, sono sempre stati alleati dei nostri nemici. E oggi non sono certo cambiati.
shooter01 3 mesi fa su tio
se dipendesse da me voi sinistrati sareste tutti schedati
Thor61 3 mesi fa su tio
@shooter01 La sorpresa è chi li vota, in teoria sono una minoranza, ma poi realmente gestiscono la nazione come meglio credono, almeno vedendo i risultati elettorali, gli accordi internazionali e le leggi pro islam e pro delinquenti! Altrimenti devo pensare che qualcuno manipoli i voti. Saluti
Monello 3 mesi fa su tio
pori göga !!
gigipippa 3 mesi fa su tio
Se fosse per me alla Funiciello metterei il mircro cip.
pulp 3 mesi fa su tio
@gigipippa Noooooooooooo io il cip li proprio non lo metterei - sono un buongustaio io! eh eh eh
gigipippa 3 mesi fa su tio
@pulp Mi hai colto in fallo, ma ti do ragione... Ma qualcuno dovrà pur farlo, per il bene di tutti.
seo56 3 mesi fa su tio
Ridicoli....
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-16 15:29:13 | 91.208.130.87