Ti Press
ULTIME NOTIZIE Svizzera
ITALIA
1 ora
Residente in Svizzera travolge e uccide un ciclista
Inutile l'intervento dei soccorsi. Le ferite riportate dal 33enne erano troppo gravi
ZURIGO
2 ore
Approvato il piano regolatore per un nuovo stadio
Incombe tuttavia la minaccia del referendum: secondo l'associazione IG Freiräume Zürich West il progetto dovrebbe meglio considerare gli aspetti ambientali e sociali
NEUCHÂTEL
3 ore
Condannato ex pastore per aver avuto una relazione con una minorenne
Il ragazzino si era presentato come maggiorenne. L'uomo è stato denunciato dalla madre dell'adolescente
SVIZZERA
6 ore
Via la cittadinanza ad una 30enne radicalizzata
La SEM ha avviato la procedura. La donna, attualmente si troverebbe in Siria, è sospettata di aver svolto attività legate al terrorismo nel Paese
BASILEA CITTÀ
7 ore
Il Parlamento cantonale chiede un congedo parentale di 24 settimane
Luce verde ad una mozione del Partito socialista. La misura andrebbe ad aggiungersi all'attuale congedo maternità
SVIZZERA
7 ore
Violentò donne e bambini, ora chiede il suicidio assistito
Negli anni '70 e '80 Peter Vogt ha violentato oltre una decina di donne e bambini. Ora vorrebbe farla finita, ma sul caso si stanno chinando le autorità
SVIZZERA / ITALIA
7 ore
«Mi hanno rapita e uno ha allungato le mani»
Un «racconto da brividi» quello fornito dalla svizzera, prima scomparsa e poi ritrovata ad Agrigento. Si sospetta la violenza sessuale, ma è da verificare l'attendibilità della giovane
ZURIGO
8 ore
Carlos ha colpito ancora, secondini e detenuti
Il giovane delinquente zurighese verrà processato settimana prossima per una serie di episodi - almeno 19 - avvenuti in carcere
BASILEA CITTÀ
9 ore
Cade dalla bici e viene travolto da un camion
La vittima è un anziano non ancora identificato. Stava procedendo sulla Austrasse fra i binari del tram e una serie di veicoli posteggiati sul lato destro della strada
SVIZZERA
9 ore
Monica Duca Widmer presidente del nuovo cda della RUAG
Oltre alla ticinese, ne faranno parte Monika Krüsi Schädle e Ariane Richter Merz. A loro si aggiungono Nicolas Perrin per la MRO Svizzera e Remo Lütolf per la RUAG International
BASILEA CITTÀ
9 ore
Sì al taglio dell'imposizione dei dividendi
Il Gran consiglio di Basilea Città ha approvato una mozione che chiede di sottoporre a tassazione i redditi in questione solo nella misura del 60%, contro l'80% appena deciso
BERNA
10 ore
Pascal Strupler lascia la direzione dell'UFSP
Berset è ora alla ricerca di un nuovo capoufficio. Il posto sarà messo a concorso
SVIZZERA
10 ore
Vendemmia, poca uva in Romandia
Le quote di produzione fissate - inferiori a quelle dell'anno scorso, una misura volta a evitare un calo dei prezzi - non sono state raggiunte. La qualità però dovrebbe essere buona
VAUD / ZURIGO
11 ore
Aggredì un'operatrice con una roncola: pena confermata
La 38enne ivoriana dovrà scontrare 18 anni. Il fatto avvenne in un centro per richiedenti asilo di Embrach nel 2015
GINEVRA
11 ore
Curdo si cosparge di benzina e si dà fuoco
È successo davanti all'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. L'uomo è stato ricoverato al CHUV di Losanna
SVIZZERA
26.02.2019 - 09:450
Aggiornamento : 12:18

Casse malati, il PS lancia la sua iniziativa

L'obiettivo è di limitare i premi al 10% del reddito disponibile

BERNA - In Svizzera, nessuno dovrebbe spendere più del 10% del proprio reddito disponibile per i premi dell'assicurazione malattia. È quanto chiede il Partito socialista (PS) che oggi a Berna ha formalmente lanciato la sua iniziativa popolare volta ad attenuare le spese per le economie domestiche con redditi medio-bassi.

Il testo dell'"Iniziativa per premi meno onerosi" è stato pubblicato sul Foglio federale. Gli iniziativisti, che oggi hanno inscenato un'azione simbolica sulla Weisenhausplatz, hanno quindi tempo fino al 26 agosto per raccogliere le 100 mila firme necessarie.

Oltre ad aumentare i fondi destinati alla riduzione dei premi delle casse malati, l'iniziativa del PS vuole armonizzare il sistema delle riduzioni tra i Cantoni e fissare una ripartizione "equa" del finanziamento di tali riduzioni tra la Confederazione e i Cantoni. Questi ultimi hanno infatti la tendenza a disimpegnarsi sempre più in questo ambito.

«Sempre più persone scelgono una franchigia elevata per ragioni legate ai costi», ha spiegato ai media il medico generalista e consigliere nazionale zurighese Angelo Barrile. «Quando queste persone si ammalano, rinunciano a cure necessarie perché non riescono più a pagare i costi supplementari», ha aggiunto.

Esempio vodese - Il modello scelto dal PS si ispira a quello che è stato introdotto in maniera progressiva nel canton Vaud dal primo settembre 2018. Le autorità cantonali hanno dapprima fissato un tetto massimo del 12% del reddito famigliare per ricevere dei sussidi per i premi delle casse malati. Poi, dal primo gennaio 2019, il tetto massimo è stato portato al 10%: il che significa che 70'000 Vodesi, i cui premi oltrepassano questa soglia, possono beneficiare di sussidi per le casse malati.

«Queste misure sono molto più efficaci rispetto alla riduzione d'imposta che favorisce solo gli alti redditi», ha sottolineato Brigitte Crottaz, medico e consigliera nazionale vodese. «Senza questa riduzione dei premi, i miliardari e i lavoratori continuerebbero a pagare lo stesso premio per ogni membro della famiglia», ha aggiunto.

Ultimatum - Il Partito socialista ha pure fatto il punto sulle reazioni dei cantoni in seguito alla sentenza del Tribunale federale riguardo alla riduzione dei premi nel canton Lucerna. Per il 2017 il cantone aveva stabilito a 54'000 franchi il reddito determinante massimo (reddito netto secondo la dichiarazione d'imposta) che dà diritto a una riduzione dei premi per bambini e giovani adulti. Contro questa decisione era stato poi presentato un ricorso da tre privati cittadini, sostenuti dal PS lucernese.

Ora il cantone ha innalzato la soglia di reddito massima da 54'000 a 78'154 franchi per beneficiare di sussidi, il che implicherà un costo supplementare per gli anni 2017, 2018 e 2019 di 25 milioni di franchi.

«In molti cantoni, grazie a questa sentenza, è in atto una revisione della riduzione dei premi che dovrebbe portare a sensibili miglioramenti», ha rilevato la consigliera nazionale sangallese Barbara Gysi.

Secondo il PS svizzero, che si basa su un monitoraggio dell'Ufficio federale della sanità pubblica, altri sette cantoni (AG, AI, AR, BE, GL, NE e VS) violano la decisione del TF. A fine gennaio il partito socialista aveva quindi accordato ai cantoni interessati un termine di un mese per riesaminare i limiti di reddito che danno diritto alle sovvenzioni.

 

Commenti
 
jena 7 mesi fa su tio
bisogna fare una sana revisione di tutta la LAMAL e cercare di contenere i costi... mettere un tetto non serve a ridurre le spese, anzi
Frankeat 7 mesi fa su tio
Il fatto che l'iniziativa venga lanciata a ridosso delle votazioni, dimostra che al PS questa iniziativa interessa solo per attirare voti. Che poi si raggiunga o meno il numero di firme, è un fattore secondario. Tanto lo sanno anche loro che sono iniziative che non hanno speranza.
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-23 23:23:41 | 91.208.130.89