BERNA
31.03.2014 - 08:290
Aggiornamento : 30.08.2018 - 09:04

Commercio valute, inchiesta contro UBS, CS e altre 6 banche

La COMCO non esclude che siano coinvolti anche altre banche e intermediari finanziari (broker)

BERNA - La Commissione della concorrenza (COMCO) ha aperto un'inchiesta dei confronti di UBS, Credit Suisse, Banca cantonale di Zurigo, Julius Bär e altri quattro istituti esteri per sospetti accordi illeciti sui tassi di cambio nel commercio delle valute. La COMCO non esclude che siano coinvolti anche altre banche e intermediari finanziari (broker).

Per la COMCO, i possibili comportamenti illeciti riguardano in particolare "lo scambio di informazioni riservate, la coordinazione generale riguardo all'acquisto e alla vendita di valute a un livello di prezzo concordato, azioni coordinate per influenzare il WM/Reuters Fix, così come la coordinazione di acquisto e vendita di valute in relazione a determinate controparti".

La segreteria della COMCO aveva aperto un'inchiesta preliminare il 30 settembre 2013. Le banche estere coinvolte sono JP Morgan, Citigroup, Barclays e Royal Bank of Scotland.

ats

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-29 10:19:33 | 91.208.130.86