tipress
ULTIME NOTIZIE Svizzera
BERNA
4 ore
Gli impianti sciistici tremano: «Ulteriori strette non saranno sostenibili»
Critiche alla possibili misure anti covid: «Completamente sbagliate»
SVIZZERA
7 ore
«Dentifricio e collutorio neutralizzano il virus che causa il Covid»
Un test di laboratorio parla di efficacia al 99,9%.
BERNA
7 ore
A Berna una catena di luci per la cultura
Gli organizzatori chiedono alla Confederazione di attuare misure di sostegno in modo rapido
SVIZZERA
9 ore
Il Nazionale affossa la Legge sulle pigioni commerciali
Bocciato il progetto pensato dal Governo per alleggerire gli affitti delle attività chiuse durante il lockdown.
SVIZZERA
9 ore
«L'apertura delle nostre stazioni sciistiche la decide l'Italia?»
Lorenzo Quadri chiede lumi sulla possibile ingerenza estera in decisioni che dovrebbero spettare al Governo federale.
BERNA
10 ore
Vitamina D: in Svizzera troppi test «inutili e costosi»
È la conclusione tratta da uno studio pubblicato sulla rivista specializzata "BMC Health Services Research".
FRIBURGO
10 ore
Sulle strade del centro di Friburgo come in Drift n Burn
Un 18enne, ubriaco e senza patente, e un 19enne, in possesso di un'arma illegale, sono stati arrestati dalla polizia.
VALLESE
11 ore
Trail-running: caduta letale per una 46enne
La donna è morta sulle montagne di Saas-Fee. Il suo corpo è stato trovato domenica
FOTO
ZURIGO
12 ore
Cocaina e qat sequestrati all'aeroporto di Zurigo
I due corrieri - uno spagnolo 66enne e un olandese di 59 anni - sono finiti in manette
SVIZZERA
13 ore
I pazienti Covid da girare «come i tacos»
All'ETH hanno trovato un metodo per girare su sé stessi i malati in cure intense. E ricorda il famoso piatto messicano
ZURIGO
28.10.2020 - 15:030

Il franco resta un bene rifugio, ma con il Covid vince la corona svedese

La moneta coniata a Stoccolma si è rafforzata del 3,8% nei confronti del franco dallo scorso 20 febbraio.

Nessuna moneta si è però svalutata quanto la lira turca: rispetto a franco svizzero, euro o corona svedese ha perso dal 45 al 50% del suo valore.

ZURIGO - Anche in tempi di pandemia il franco svizzero rimane una valuta ricercata quale bene rifugio: ma ad avere avuto la performance migliore negli ultimi mesi è stata la corona svedese.

La moneta svedese prende valore - La moneta coniata a Stoccolma si è rafforzata del 3,8% nei confronti del franco dallo scorso 20 febbraio, ossia da quando la crisi del coronavirus si è abbattuta in pieno sui mercati internazionali, rivela un'analisi eseguita dal portale economico elvetico Cash.

Un debito basso - Questo probabilmente ha poco a che fare con la politica svedese di contenimento del Covid-19, che ha rinunciato ai lockdown e i cui effetti sono da mesi al centro di un acceso dibattito. A rendere attraente la Svezia - spiegano gli specialisti di Cash - è il fatto che il paese ha un debito relativamente basso. Inoltre, la corona svedese - in modo simile al franco - gode da anni dello status di "porto sicuro" in periodi di burrasca.

Tasso zero - In rapporto alla Svizzera la nazione scandinava ha inoltre un altro vantaggio. La Riksbank - la banca centrale più anziana al mondo: è stata fondata nel 1668 - nel dicembre 2019 ha alzato il tasso di interesse, che era del -0,25%, portandolo allo 0%, mettendo così fine - dopo cinque anni - all'epoca degli interessi negativi e tornando alla normalità. Un rientro che invece non è riuscito nella Confederazione: il tasso direttore della Banca nazionale svizzera (BNS) è tuttora del -0,75%, il più basso del mondo.

Oltre alla corona svedese, nei confronti della valuta elvetica si sono irrobustiti anche la corona danese (+1,5%) e l'euro (+1,1%). Questo farebbe della moneta dell'Eurozona il vero vincitore (la corona danese è legata al corso dell'euro). Va comunque considerato che la BNS è intervenuta massicciamente per evitare che il corso del franco schizzasse verso l'alto: nel solo primo semestre a questo scopo ha impiegato 90 miliardi di franchi, una cifra mai raggiunta in precedenza.

L'euro si è rafforzato anche a causa della debolezza del dollaro. Da febbraio la valuta statunitense ha perso terreno rispetto a tutte le altre valute di primo piano: il "biglietto verde" ha lasciato sul terreno quasi il 10% in relazione all'euro, un buon 8% nei confronti del franco e quasi il 6,5% in rapporto allo yen. Persino la sterlina britannica, scossa dalle vicissitudini della Brexit, rimane un po' più forte.

La svalutazione turca - Nessuna moneta si è però svalutata quanto la lira turca: rispetto a franco svizzero, euro o corona svedese ha perso dal 45 al 50% del suo valore durante il periodo di crisi. In relazione al dollaro la flessione del tasso di cambio è stata di un terzo. Come noto la crisi della lira è dovuta comunque solo in parte al Covid-19. Uno dei motivi principali del crollo è da ricercare, secondo gli esperti, nella politica economica e monetaria operata dal presidente Recep Tayyip Erdogan. Anche di recente le tensioni con la Francia hanno scosso il mercato.

Fra le altre valute che hanno perso significativamente terreno in rapporto al franco possono essere citate il real brasiliano (-28%), il peso messicano (-18%) e il rand sudafricano (-14%). Tutti paesi, fra l'altro, molto apprezzati dai vacanzieri svizzeri, sempre che vi siano i presupposti per viaggiare.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Mauro Gandossini 1 mese fa su fb
Cioè solo perché nell area euro hanno contenuto maggiormente L impatto COVID, un paese che ha un PIL 7 volte inferiore a quello della Germania (giusto per fare un esempio) , quindi e’un economia virtuosa ??
Roberto Rovizzi 1 mese fa su fb
Io non mi fido,la Svezia non ha fatto il lockdown, entro fine anno moriranno tutti.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-12-01 04:12:06 | 91.208.130.89