Deposit
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
7 min
Gli impiegati di commercio rinunciano all'aumento
Vista la crisi economica, per l'associazione di categoria la priorità va data al mantenimento dei posti di lavoro.
SVIZZERA
35 min
Occhio ai bambini sulla strada!
Rientro in classe, l'Upi mette in guardia sui pericoli nel tragitto casa-scuola
GINEVRA
1 ora
«Se Ginevra fosse una nazione sarebbe sulla lista dell'UFSP»
Il cantone romando è uno dei principali focolai e presenta un'incidenza superiore a cento casi per 100'000 abitanti.
SVIZZERA
2 ore
Pernottamenti giù del 47,5% nella prima metà del 2020
La domanda degli ospiti stranieri presenta un calo del 60,1%.
SVIZZERA
2 ore
Mercato del lavoro? Le aspettative sono (molto) basse
Sale la fiducia degli svizzeri nei confronti dell'andamento dell'economia, ma non sulla sicurezza degli impieghi
SVIZZERA
11 ore
Un po' di neve che fa sorridere i ghiacciai
La perturbazione delle scorse ore ha fatto scendere il limite delle nevicate nelle Alpi
BERNA
12 ore
Errore sui luoghi di contagio, ora c’è chi vuole vederci chiaro
La politica si fa domande. Il PLR: «Come è stato possibile?». Parla l'ex medico cantonale di Berna: «Uno sbaglio grave»
SVIZZERA
16 ore
«Le accuse contro Infantino sono infondate»
È quanto ha ribadito oggi la FIFA, che non esclude il complotto
ZURIGO
17 ore
Atto di inciviltà: lancia un petardo nel tram per il primo di agosto
Dopo pochi secondi l’esplosione. Il video è stato pubblicato su Instagram.
VALLESE
18 ore
Il sindaco accusato di molestie rinuncia alla candidatura sulla lista PPD
A poche settimane dalle elezioni, nel comune di Collombey-Muraz è scoppiato un piccolo "sex-gate"
FOTO
LUCERNA
18 ore
Capannone agricolo divorato dalle fiamme
L'incendio è divampato venerdì sera a Menznau. Sul posto sono intervenuti oltre 100 pompieri
SVIZZERA
19 ore
Operazione al timpano per Palazzo federale
L'anno prossimo verrà lanciato un concorso per decorare una delle parti più in vista dell'edificio.
SVIZZERA
06.01.2020 - 14:520

Per la BNS previsto un utile di circa 50 miliardi

La stima è degli economisti di UBS. La Banca nazionale svelerà i dati provvisori giovedì

di Redazione
Ats

BERNA - La Banca nazionale svizzera (BNS) dovrebbe registrare un utile di circa 50 miliardi di franchi per l'intero esercizio 2019. E ciò nonostante la chiusura con un passivo contenuto nell'ultimo trimestre dell'anno scorso.

In uno studio pubblicato oggi, gli economisti di UBS stimano infatti una perdita di circa un miliardo per il periodo da ottobre a dicembre. All'origine di questo risultato, figurano l'andamento dei tassi di cambio e l'aumento dei tassi d'interesse. La BNS svelerà i dati - ancora provvisori - giovedì.

L'anno scorso i primi tre trimestri sono stati positivi: in particolare il primo ha registrato un utile di quasi 31 miliardi. Anche il secondo trimestre (+7,8 miliardi) e il terzo trimestre (+13 miliardi) si sono chiusi in maniera ottimale per la banca centrale, stando agli specialisti di UBS, secondo i quali la BNS ha potuto contare l'anno scorso su un contesto quasi perfetto per i mercati finanziari.

L'incertezza politica ed economica all'inizio del 2019 ha spinto la Federal Reserve statunitense ad allargare ulteriormente i cordoni della borsa, facendo da traino alla Banca Centrale Europea (BCE) che ha seguito l'esempio nella seconda metà dell'anno. Il risultato di queste politica espansiva? Un significativo calo dei tassi d'interesse a livello globale, di cui hanno beneficiato i mercati obbligazionari e azionari.

L'incertezza politica ha portato anche ad un significativo aumento del prezzo dell'oro. Tuttavia, il franco svizzero, il "porto sicuro" per eccellenza, si è apprezzato solo leggermente rispetto alle altre valute.

In dettaglio, secondo i dati UBS, l'anno passato è stato contraddistinto da un mercato azionario mondiale cresciuto del 25%. Per la BNS ciò ha significato un utile di circa 35 miliardi su un portafoglio azionario di 145 miliardi. I ricavi ricorrenti (pagamento di cedole, dividendi, interessi negativi) hanno contribuito all'utile per circa 15 miliardi. Nel frattempo, l'oro ha segnato una progressione del 17%, pari a un utile di 7 miliardi su un portafoglio di riserve auree di 42 miliardi. Si stima inoltre che il calo dei tassi d'interesse obbligazionari abbia contribuito all'utile per oltre 10 miliardi.

L'apprezzamento del franco svizzero rispetto all'euro e al dollaro americano ha invece pesato sul risultato 2019 per 18 miliardi. Fatti i conti, rimane un utile complessivo di 50 miliardi. Da questa manna, la Confederazione e i Cantoni possono aspettarsi un contributo di circa 2 miliardi.

Secondo l'intesa sulla distribuzione dell'utile della BNS, infatti, "se dopo la destinazione dell'utile la riserva per future ripartizioni supera il valore di 20 miliardi di franchi, la BNS distribuisce un importo aggiuntivo di 1 miliardo di franchi per l'esercizio corrispondente alla Confederazione e ai Cantoni". Ciò dovrebbe essere il caso dopo le stime di UBS. Di questa somma, 2/3 andrà ai Cantoni.

Nonostante la buona novella, UBS ritiene che utili così elevati non dovrebbero ripetersi nei prossimi anni. I mercati azionari sono ai massimi storici e i tassi d'interesse più bassi che mai. Il potenziale di rendimento del portafoglio della BNS nei prossimi anni sarà quindi probabilmente molto più basso che in passato.

Gli economisti di UBS stimano un rendimento dell'1% per i prossimi sette anni, ossia 8,5 miliardi all'anno per investimenti pari a 850 miliardi (comprese le disponibilità in oro). Calcolando i ricavi da interessi negativi (circa 1 miliardo), il potenziale è probabilmente di poco inferiore a 10 miliardi. Nel complesso, il portafoglio della BNS, costituito in gran parte da obbligazioni, dovrebbe fruttare circa il 2% in valuta locale. Un ulteriore apprezzamento del franco svizzero dovrebbe ridurre ulteriormente il rendimento totale di circa l'1%.

Malgrado questi scenari, la discussione politica nei prossimi mesi e anni sull'impiego degli utili generati dall'istituto di emissione dovrebbe acquisire slancio, secondo lo studio. In discussione, ad esempio, l'eventualità che la BNS aumenti in modo sostanziale i suoi pagamenti alla Confederazione e ai Cantoni o se i suoi utili non possano essere utilizzati anche per finanziare le assicurazioni sociali, AVS in primis.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Wunder-Baum 7 mesi fa su tio
Bene, usiamoli per le vere priorita
Corri 7 mesi fa su tio
Come mai la BNS fa tanti utili quasi ogni anno allorché la LPP fanno perdite? Allora i manager di questi istituti non dovrebbero guadagnare milioni all’anno. Sono incapaci, prendiamo quelli della BNS.
anndo76 7 mesi fa su tio
@Corri x il semplice fatto che la bns puo' speculare, cosa che fa', in borsa, valute etc, mentre la LPP non puo' farlo....
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-04 10:52:41 | 91.208.130.86