Keystone (archivio)
Swiss ha ribadito la propria avversione per la tassa sui biglietti, di cui si sta discutendo in Parlamento.
ULTIME NOTIZIE Svizzera
FOTO
SAN GALLO
28 min
19enne schianta la Maserati all'incrocio: 120'000 franchi di danni
È successo nel canton San Gallo quando un ragazzino ha centrato altri due giovanissimi che guidavano... una Mercedes
LUCERNA
47 min
Fermati per un reato stradale, a bordo avevano una cassaforte rubata
Un controllo della velocità a Malters ha avuto un esito inatteso per la polizia lucernese: i tre cittadini slovacchi a bordo del veicolo sono stati arrestati
ZURIGO
1 ora
Quando il poliziotto è fisionomista, il ladro non ha scampo
L'autore del furto a un bancomat di Winterthur è stato riconosciuto da un agente per strada diversi mesi dopo il fattaccio
SVIZZERA
1 ora
Immigrazione, l'iniziativa dell'UDC non fa breccia
Nessuna sorpresa anche agli Stati
SVIZZERA
1 ora
È svizzero il primo spazzino spaziale in assoluto
La start up ClearSpace è stata scelta dall'Agenzia spaziale europea
GRIGIONI
1 ora
Mai così pochi disoccupati in novembre
Sono meno di un migliaio le persone alla ricerca di un lavoro, ma non disoccupate
NEUCHÂTEL
2 ore
23enne cade dalla diga del Châtelot e muore, stava festeggiando
Complicate le operazioni di recupero che hanno coinvolto anche la Rega, gli inquirenti prediligono la pista dell'incidente
OBVALDO
2 ore
Ritrovato morto l'escursionista scomparso
Il corpo senza vita di un 25enne è stato rinvenuto questa notte dai soccorritori in zona Astel
FOTO
LUCERNA
2 ore
Il primo drone Hermes 900 dell'esercito è arrivato a Emmen
Gli altri cinque velivoli saranno consegnati alla Confederazione nei prossimi mesi. Nel complesso sono costati 250 milioni di franchi
SCIAFFUSA
4 ore
Assalto a un bancomat di Ramsen: «Bottino cospicuo»
I malviventi hanno colpito la notte scorsa: ingenti i danni allo stabile
SVIZZERA
22.11.2019 - 14:530

I passeggeri svizzeri non sentono l'effetto Greta

Swiss non ha notato cambiamenti, ma riconosce di percepire alcune «preoccupazioni» da parte della clientela

di Redazione
ats

ZURIGO - Le proteste in favore dell'ambiente lanciate da Greta Thunberg non sembrano fare breccia nei viaggiatori svizzeri. Come per i tour operator, anche presso Swiss non è stato notato alcun cambiamento, ha affermato in un'intervista concessa al portale "Travelnews" il direttore commerciale del vettore Tamur Goudarzi Pour.

Tuttavia, ha precisato il manager, «percepiamo le preoccupazioni delle persone. Vogliono sapere cosa sta facendo l'azienda per ridurre le emissioni di CO2». Il tedesco-iraniano ha ribadito l'avversione di Swiss per la tassa sui biglietti aerei, di cui si sta discutendo in Parlamento, definita inadatta a risolvere il problema.

Una tassa a livello nazionale sarebbe persino controproducente. L'introduzione di un balzello in Svizzera potrebbe infatti favorire il traffico indiretto via altri hub per i viaggi a lunga percorrenza.

In settembre il Consiglio degli Stati, nell'ambito della revisione della legge sul CO2, ha adottato tra le altre cose una tassa sui biglietti aerei fra 30 e 120 franchi, variabile a seconda della classe e della distanza percorsa. Toccherà ora al Nazionale occuparsi del dossier.

Goudarzi Pour ha anche criticato il fatto che il denaro prelevato con questa tassa non sia destinato alla ricerca e all'uso commerciale dei carburanti sintetici. Swiss ha già dichiarato in passato che per ridurre l'impatto del trasporto aereo sul clima la strada da seguire è quella della promozione di questo genere di combustibili.

Secondo il manager, la sua compagnia prende molto sul serio la questione ambientale. «Abbiamo investito in una flotta moderna, a basso consumo di carburante e siamo all'avanguardia dal punto di vista tecnologico, con risparmi di cherosene fino al 30%».

Swiss sostiene inoltre il meccanismo di compensazione chiamato Corsia (Carbon Offsetting and Reduction Scheme for International Aviation), elaborato dall'Organizzazione internazionale dell'aviazione civile, agenzia dell'ONU.

Commenti
 
mats70 2 sett fa su tio
La gretina quando la invitano a new York ci va sicuramente a nuoto
Um999 2 sett fa su tio
@mats70 Quindi per andare in vacanza o lavoro in posti lontani, come ci vado? In bici?, monopattino? A piedi? Questi ragazzini di oggi che vivono in tutti i confort possibili, cresciuti tra pc e telefonini la quale non sanno ne come vengono prodotti e con quale energia si ricaricano o funzionano, vengono a dettare sentenze su come vivere. Che vadano a zappare e ritornare a parlare se tutto gli va bene con il telefono con il filo e poi ne discutiamo.
bimbogimbo 2 sett fa su tio
@mats70 Purtroppo però siamo sempre meno ad accendere il cervello. Molti bovini invasati seguono la Greti a e tutte le cazz... che racconta.
Carlo Aiele 2 sett fa su fb
Se il Parlamento...Consiglio federale politici ecc incominciamo a migliorare queata nazione forse piu nessuno se ne scappa all'estero in vacanza per rilassare il cervello.....
Gus 2 sett fa su tio
Non sono mica scemo!
miba 2 sett fa su tio
Ed hanno perfettamente ragione! Ma guarda un po' se ora bisogna fare i pecoroni e dar seguito a tutte le stro...te di una che non va nemmeno più a scuola... Si vede che questo è un (triste) cambiamento della nostra società e cioè dar credito a chi sa accendere bene le luci della propria ribalta piuttosto che prendere sul serio chi ha studiato....
Led Swan 2 sett fa su fb
Mica siamo tutti gretini😁
Bayron 2 sett fa su tio
Ci mancherebbe altro... non tutti sono Gretini o sardine!!
Val Caste 2 sett fa su fb
Finché stanno in aria di certo non si preoccupa nessuno delle tonnellate di ossigeno che fanno sparire 👀👀
Mirco Zabot 2 sett fa su fb
Benissimo!
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-09 18:54:56 | 91.208.130.86