Keystone
Da sinistra: Weber, Draghi e Lagarde
ULTIME NOTIZIE Svizzera
FOTO
GINEVRA / GERMANIA
1 ora
Un ginevrino si compra il cilindro del Führer
L'imprenditore si è aggiudicato il cilindro appartenuto a Hitler e una copia del "Mein Kampf". Per una nobile causa: «È estremamente importante che questi cimeli non finiscano nelle mani sbagliate»
GRIGIONI
9 ore
Brienz ogni anno scende a valle di un metro, il Cantone: «Vi aiuteremo»
La frazione grigionese abitata da un centinaio di anime si sposta in maniera costante, le autorità: «Situazione particolare»
SVIZZERA
10 ore
Noi i canali della Srg/Ssr sul digitale terrestre non li vediamo più, ma in Austria...
Ci riescono ancora (e pure in chiaro) grazie agli sforzi di un'emittente privata e il nullaosta dell'Ufcom: «Il blackout era dispiaciuto a tanti»
SVIZZERA
10 ore
Alla fine il giornale di sinistra Wochenzeitung andrà al WEF
L'accredito stampa della testata per l'edizione 2020 del Forum di Davos è stato accettato
BERNA / RUSSIA
12 ore
Maurer e Putin concordano una cooperazione più stretta
Gli argomenti trattati? Relazioni bilaterali, temi economici e impegno politico della Svizzera a favore della pace
FOTO
SVIZZERA
14 ore
Prima di Rytz, le altre candidature "verdi" al Consiglio federale
La prima presentata ufficialmente fu quella di Cécile Bühlmann nel 2000 per subentrare ad Adolf Ogi
SONDAGGIO
BERNA
16 ore
Regula Rytz: «Pronta al Consiglio federale» e "punta" al posto di Cassis
La presidente dei Verdi svizzeri: «Plr? Un partito ampiamente sovrarappresentato» e propone una nuova "formula magica"
SVIZZERA
17 ore
Quel pedofilo recidivo «deve essere internato»
Il Tribunale federale ha accolto un ricorso del Ministero pubblico sangallese: il 60enne resterà internato fino alla fine di maggio del 2020
SVIZZERA
17 ore
Coppie sposate: «No a una soluzione transitoria»
È il parere espresso dal Consiglio federale in risposta a una mozione volta a eliminare la penalizzazione del matrimonio
VAUD
18 ore
Assalti ai furgoni blindati: «Finché sulle strade gireranno certe somme...»
Canton Vaud nel mirino delle bande francesi: Un criminale di Lione fornisce l'identikit del rapinatore tipo: «Ha tra i 28 e i 42 ed ha un passato migratorio e spesso proviene dal Maghreb»
SVIZZERA
19 ore
Lo "Jass del vescovo" va al Governo solettese
Nel tradizionale torneo di carte, i membri dell'esecutivo si sono imposti «al fotofinish» su i rappresentanti della diocesi di Basilea
SVIZZERA
20 ore
Frontalieri, «no» ad una moratoria di 2 anni sulle assunzioni
La misura contrasta con l'Accordo di libera circolazione e il Consiglio federale invita a respingere quanto chiesto dalla mozione di Roger Golay
SVIZZERA
20 ore
Japan Tobacco: accordo tra direzione e personale sugli impieghi a Ginevra
Il produttore di sigarette ha reso noto di aver siglato un'intesa su un nuovo piano sociale per i 268 collaboratori in esubero previsti
SVIZZERA
21 ore
Ruag International: ingresso in Borsa «probabilmente» nel 2023
Le attività di cyber-sicurezza del gruppo detenuto dalla Confederazione si trovano invece già in piena fase di cessione
FOTO
BASILEA CAMPAGNA
21 ore
Si accorge tardi del bimbo sulle strisce, bus provoca 4 feriti
L’incidente è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri a Bottmingen. Due persone sono state portate in ospedale
SVIZZERA
16.10.2019 - 10:590

UBS, Axel Weber critica la Bce: «Draghi ha legato le mani a Lagarde»

Nel mirino di uno dei manager più pagati della storia svizzera è la decisione di allentare ulteriormente la politica monetaria

ZURIGO - Il presidente del consiglio di amministrazione (Cda) di UBS, Axel Weber, critica la Banca centrale europea (Bce) e in particolare la decisione del presidente uscente Mario Draghi di allentare ulteriormente la politica monetaria. «Ho trovato questa mossa della Bce prematura e inappropriata», afferma il manager tedesco - uno dei più pagati della storia in Svizzera per la funzione che ricopre - in un'intervista alla Frankfurter Allgemeine Zeitung.

Secondo l'ex numero uno della Bundesbank, Draghi avrebbe fatto meglio a lasciare questa decisione al suo successore, Christine Lagarde: «Ora lei ha le mani legate».

Per Weber le banche centrali non dovrebbero essere utilizzate come agenti di correzione di decisioni errate da parte degli investitori o come «officina di riparazione» per politiche sbagliate. L'Europa ha urgente bisogno di una politica strutturale e aziendale favorevole alla crescita, sostiene il 62enne. È necessario che il continente si orienti strutturalmente alle tendenze del futuro: «Ma questo non sta accadendo».

Prendendo posizione sulle ricorrenti voci di una fusione fra UBS e Deutsche Bank (di cui fra il 2004 e il 2011 è stato presidente), Weber si è limitato ad osservare che «UBS ha il potenziale per crescere organicamente».

L'ex professore universitario prevede peraltro tempi difficili per le banche europee. «La pressione sta aumentando. Le banche europee si concentrano troppo sul mercato continentale, che rende troppo poco. Sarà molto difficile per le banche dell'Eurozona recuperare il ritardo nella concorrenza globale».

In ogni caso, le banche europee - tra cui UBS - operano a suo avviso con uno svantaggio normativo che rende estremamente difficile il consolidamento e la crescita del bilancio.

Le dichiarazioni di Weber giungono a undici anni esatti dal salvataggio della banca da parte dello stato: il 16 ottobre 2008, per evitare il crollo dell'istituto giudicato di importanza sistemica, nel pieno della crisi finanziaria, la Banca nazionale svizzera e il Consiglio federale intervennero con una manovra da 68 miliardi (60 miliardi di dollari la BNS, 6 miliardi di franchi la Confederazione). Un intervento - così venne detto allora - volto a «rivitalizzare il bilancio di UBS».

Weber è diventato presidente del Cda di UBS il 3 maggio 2012, succedendo all'ex consigliere federale Kaspar Villiger, facendo subito parlare di sé per il bonus d'entrata dal valore di circa 4 milioni di franchi, in contanti e in azioni.

Nei sei anni e mezzo in cui è stato presidente Weber ha incassato (sino a fine 2018) 39,7 milioni di franchi, tanto cioè quanto uno svizzero medio (prendendo i dati salariali mediani del 2016) guadagna in oltre cinque secoli, per la precisione in 508 anni. Un ticinese (con retribuzioni medie più basse) dovrebbe sgobbare quasi un secolo in più, arrivando a 594 anni.

La retribuzione di Weber (a parte il primo anno, in cui è stato attivo solo nel periodo maggio-dicembre) è rimasta praticamente immutata sempre a 6 milioni all'anno (per la precisione oscillando fra 5,9 e 6,1 milioni).

Ben più movimentato è stato il corso dell'azione UBS in borsa, non sempre però nella direzione auspicata dai detentori di titoli. Nel periodo in rassegna l'azione ha subito un minimo di 9,69 franchi nel 2012, è salita sino a un massimo di 22,57 franchi nel 2015, per poi però tornare a scendere: oggi il titolo è scambiato a circa 11 franchi.
 
 

Commenti
 
volabas 1 mese fa su tio
La vedo molto bene come mistress
volabas 1 mese fa su tio
Un po' di "sano" sadomaso tra banchieri
Tato50 1 mese fa su tio
Christine Lagarde, ammalata di sesso ( 3 pagine di Google parla solo di quello), potere e soldi !!!! Legategli il collo non le mani; quelle le usa per seppellire qualche scheletrino ;-))
miba 1 mese fa su tio
Tutta gente onesta ed affidabile....
MIM 1 mese fa su tio
@miba Parli di Draghi, immagino
Thor61 1 mese fa su tio
@MIM Io ci metterei anche il tedescone! ;o)))
anndo76 1 mese fa su tio
@MIM di questo soggetto e dei suoi simili. NON comprendo ne condivido il perche' UN privato debba ricevere ( gratuitamente ) con i soldi di noi fessi un "salvataggio". Per logica e interesse, dovrei avere ( come governo intendo ) il pacchetto di maggioranza e i guadagni maturati . Quando poi la situazione e' ripianata, mi ridai il mio prestito e restituisco le azioni. Qui invece NON solo gli hai dato i soldi ( gratis ) ma gli utili azionari etc li hanno percepiti i soci privati. Assurdo....
MIM 1 mese fa su tio
@anndo76 Non sai di cosa stai parlando. Il salvataggio di UBS ha fruttato soldi alla confederazione. Informati. Quello di cui tu parli succede all'estero, in Italia in primis. Questo è un portale di sinistra, pro-UE, e un attacco all'UBS ha sempre uno scopo. Hanno sempre criticato l'agire del CF (che alla fine ha vinto, guadagnato e salvato decine di migliaia di posti di lavoro) ma hanno sempre taciuto sul salvataggio di alcune banche italiane, grazie all'intervento della BCE (Draghi!) e fottendo i risparmi dei clienti italiani. Questa è la realtà. Quindi quando UBS o Banca Nazionale si scontrano con BCE o UE, noi possiamo sempre stare a testa alta.
Mattiatr 1 mese fa su tio
@anndo76 Io economicamente non sono molto colto. So però che il fallimento di una banca, sopra tutto se grossa, non è paragonabile alla chiusura di una qualsiasi altra ditta. Difatti oltre ai posti di lavoro che verrebbero a mancare bisogna anche considerare che molti altri si ritroverebbero senza i propri soldi. È un casino, una vera e propria crisi finanziaria che facilmente piega una nazione (vedi 2008)
anndo76 1 mese fa su tio
@MIM se saresti cosi gentile di passare un link per verificare cio' che dici ( guadagno, restituzione prestit etc ) te ne sarei grato. Per le altre banche in Europa ( non solo Ialia ) concordo, ma visto che la Basilea 3 vale anche in Svizzera sarei curioso di rimangiarmi il post :-)
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-22 07:13:50 | 91.208.130.89