Tipress (archivio)
Secondo gli esperti di Raiffeisen «l'organizzazione in vista della pensione è inadeguata».
ULTIME NOTIZIE Svizzera
BERNA
1 ora
Ecco come gli attivisti sono entrati a Palazzo Federale
ZURIGO
3 ore
Con il motorino contro un'escavatrice, 15enne si ferisce gravemente
ZURIGO
5 ore
Ferito al pene a causa di un anello contraccettivo
SVIZZERA
5 ore
Il nuovo Ceo di Axpo è Christoph Brand
SVIZZERA
5 ore
Sandoz blocca un farmaco contro l'acidità di stomaco
SVIZZERA
7 ore
Libra Association: a Ginevra i preparativi continuano nonostante le critiche
BASILEA CAMPAGNA
7 ore
Mucche a spasso in galleria
SVIZZERA
8 ore
Giudici federali eletti con un sorteggio, riuscita l'iniziativa
SVIZZERA
8 ore
Deragliamenti a Lucerna e Basilea dovuti a motivi simili
SVIZZERA
8 ore
Coty: fino a 350 impieghi a rischio a Ginevra
SVIZZERA
8 ore
«Il Consiglio federale è pronto a sospendere Schengen?»
SVIZZERA
8 ore
Tassi e franchigie: i sindacati accusano, casse pensioni preoccupate, banche soddisfatte
SVIZZERA
9 ore
«A che punto siamo con la lotta alla mafia?»
GRIGIONI
9 ore
2 milioni di franchi per ripensare Mulegns
SVIZZERA
10 ore
Vini in crisi, i cantoni romandi chiedono una mano a Berna
SVIZZERA
12.09.2019 - 10:270

«Una persona su tre vorrebbe andare in pensione prima, ma non può»

Lo studio del barometro della previdenza di Raiffeisen fornisce un quadro «preoccupante» della situazione finanziaria in Svizzera

BERNA - Una persona su tre in Svizzera vorrebbe andare in pensione in anticipo, ma non è pronta finanziariamente per farlo. È quanto emerge dal barometro della previdenza pubblicato oggi da Raiffeisen.

Lo studio fornisce un quadro "preoccupante" della situazione finanziaria in Svizzera, rileva la banca in una nota. Il valore complessivo del barometro, che misura il divario tra attese e preparazione in vista della terza età, è sceso a 533 punti su 1000, dai 587 dello scorso anno.

L'evoluzione al ribasso è inquietante, secondo Damien Combelles, specialista del settore presso Raiffeisen, citato nel comunicato. L'organizzazione in vista della pensione è inadeguata. Anche se sono aumentati i contributi versati al terzo pilastro, la percentuale di persone che non dispongono di questa opzione è ancora considerevole.

Secondo gli autori dello studio, continua inoltre a diminuire la fiducia nel sistema elvetico dei tre pilastri. «Sempre più svizzeri, e in particolare i giovani, pensano che lo Stato e i datori di lavoro siano responsabili della previdenza», precisa Combelles.

Il barometro è stato realizzato tra il 17 e il 28 luglio dall'Istituto Link su 1027 persone fra i 18 e i 65 anni e sull'analisi di dati economici. I risultati, scrive Raiffeisen, sono rappresentativi di tutte le regioni del Paese.

Commenti
 
Thor61 1 sett fa su tio
Se si dovesse aspettare essere pronti finanziariamente per andare in pensione, NESSUNO ci andrà più. ;o))))
Lore62 1 sett fa su tio
@Thor61 Hahaha...infatti!.. anche perchè più aspetti e più te li mangiano fuori, vedi la tendenza del tasso di conversione...hihihi XD
Thor61 1 sett fa su tio
@Lore62 Infatti la mia considerazione nasceva proprio da la. ;o))))
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-19 23:56:11 | 91.208.130.86