20 minuten
ULTIME NOTIZIE Svizzera
VALLESE
1 ora
Parapendio fatale per un 35enne
Non sono ancora chiari i motivi per cui l'uomo è precipitato
SVIZZERA
1 ora
Nelle ultime settimane c'è una certa sottomortalità, nonostante il Covid
Secondo gli esperti, le misure anti-coronavirus hanno ridotto il numero di morti per influenza
FRANCIA / SVIZZERA
1 ora
Donna uccisa a Lione, il marito arrestato in Svizzera
La 30enne era stata trovata senza vita giovedì sera in casa. Sarebbe stata colpita con un martello
SVIZZERA / BRASILE
2 ore
Lava Jato, scatta l'interrogazione sui metodi dell'MPC
Il consigliere nazionale UDC Piero Marchesi chiede chiarezza: «È nell'interesse della nostra piazza finanziaria»
BASILEA CAMPAGNA
3 ore
Muttenz, aggredisce una guardia e tenta l'evasione
L'uomo ha liberato altri tre detenuti ma il loro tentativo di fuga ha avuto vita breve
FRIBURGO
3 ore
Mobbing nell'ente per la salute mentale, scatta l'indagine
L'indagine riguarda il settore della psichiatria e della psicoterapia per gli anziani
SVIZZERA
7 ore
Tre giorni nella black list: l'Ufsp ha sbagliato?
La Colombia è finita per 72 ore nella lista dei paesi a rischio, a causa di dati "vecchi". Una famiglia ne fa le spese
ZURIGO
16 ore
I genitori chiedono test di massa settimanali nelle scuole
Un'associazione vuole introdurre i test nelle scuole di tutta la Svizzera.
BASILEA CITTÀ
22 ore
Anche Basilea passa ai controlli sistematici
Il depistaggio avverrà nelle aziende e nelle scuole, come avviene in un'altra decina di cantoni.
Cronaca
22 ore
Boom di firme contro la denuncia animalista
I cittadini di Cortébert hanno aderito in massa alla petizione a favore dei proprietari della fattoria incendiata
SVIZZERA
23 ore
Le imprese gioiscono per i test gratis
Usam ed Economiesuisse accolgono con soddisfazione l'annuncio di Berset. Ma insistono per gli allentamenti
BASILEA CAMPAGNA
23.06.2020 - 14:100

Uccide la nuora, il figlio: «Adelina ha insultato e minacciato i miei genitori»

Il 56enne Bamir T. è accusato di aver pugnalato a morte la ragazza 24enne.

Il marito della vittima cerca di giustificare il gesto di suo padre

PRATTELN - Si erano incontrati in Kosovo nel 2015. Lì era nato l'amore tra Adelina T.* (la 24enne uccisa dal suocero lo scorso weekend) ed Enes T.* (oggi 27).

La ragazza aveva quindi seguito il suo nuovo compagno in Svizzera, precisamente a Pratteln (BL), dove risiedono i genitori dell'uomo. Qui aveva dato alla luce un figlio e insieme avevano cercato un appartamento. Meno di cinque anni dopo, Adelina è morta, pugnalata nell'appartamento dei suoceri. L'autore dell'omicidio - come riferisce il Blick - è quasi certamente Bamir T.*, il 56enne padre di Enes.

Al telefono, il 27enne cerca di capire il gesto del genitore. E racconta la storia di un amore che è iniziato nel più felice dei modi e si è concluso con la più grande delle sventure.

Un mutamento improvviso - «All'inizio era molto gentile e disponibile con tutti», spiega Enes. «Ma quando è arrivato il bambino, ha mostrato il suo vero volto». Adelina avrebbe iniziato a discutere con tutti, arrivando persino a lanciare oggetti contro i familiari di lui.

Ciò ha portato i suoceri a decidere di volerla fuori dal loro appartamento. «Mia madre soffre di emicranie da dodici anni. Mio padre ha dolori alle mani, ma ogni sera rincasa dal lavoro. Sono vecchi, vogliono solo riposare dopo una giornata faticosa. Quindi ci hanno detto di cercarci un nostro appartamento, così da poter vivere tutti sereni», aggiunge il 27enne.

L'uomo spiega di non aver compreso il motivo per il quale la moglie abbia avuto un cambiamento d'umore così radicale. Ma sospetta di essere stato usato per trasferirsi in Svizzera. «Con l'arrivo del bimbo si è sentita sicura e ha mostrato chi era veramente».

Adelina ed Enes, intanto, trovano il loro appartamento e vi si trasferiscono. L'abitazione è a soli 100 metri dai suoceri. Il trasferimento, però, non basta a calmare le acque. «Adelina continuava a litigare con i miei genitori, insultandoli e minacciandoli».

La giovane si diceva perlopiù infastidita dal fatto di non avere molto denaro a disposizione. «Mi diceva spesso: "Viviamo in Svizzera. Tutti hanno un sacco di soldi qui". Pensava che guadagnassi più di quanto ammettessi e che dessi il denaro ai miei genitori». I vicini confermano che la ragazza era diventata piuttosto indisponente nei confronti dei suoceri e che dietro ai litigi c'erano sempre motivi economici.

Licenziata e spesso assente - Per permetterle di avere una vita più agiata Enes le aveva trovato un posto di lavoro. Dal quale sarebbe stata cacciata dopo tre mesi. «Ha provocato una rissa», racconta Enes.

Secondo il marito, Adelina spariva spesso. E la nonna doveva prendersi cura della nipotina sempre più spesso perché lui, lavorava tutto il giorno. «A volte se ne andava senza che nessuno sapesse dove fosse».

Il divorzio - Così fino agli inizi di giugno, quando l'uomo decide di rivolgersi a un avvocato divorzista. Senza dire niente a nessuno. Solo alla fine della scorsa settimana, ha affrontato sua moglie e le ha detto che voleva il divorzio.

Sabato mattina, Adelina è andata dai suoceri. I vicini riferiscono di averla sentita urlare. Verso mezzogiorno, quindi, la chiamata in polizia. Enes non sa cosa sia successo. «Deve aver pensato che i miei genitori mi abbiano costretto a divorziare. Il che non è affatto vero: non lo sapevano nemmeno! Mio padre è una buonissima persona. Ha lavorato qui come giardiniere per 36 anni, è stato molto generoso aiutando gratuitamente tante persone con i loro giardini. In Kosovo ha persino costruito una casa per un senzatetto», afferma Enes.

L'uomo sospetta che la moglie lo abbia aggredito e che la situazione sia degenerata. «Ovviamente volevo divorziare. Ma la amo ancora perché è la madre di mio figlio. Non avrebbe mai dovuto finire così».

* Nome noto alla redazione

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-03-06 16:03:21 | 91.208.130.85