Keystone
Spreitenbach, teatro dell'ormai penultimo dramma
ULTIME NOTIZIE Svizzera
LUCERNA
2 ore
Esplosione a Wolhusen, «tutti sanno che ama armeggiare. Lo aveva già fatto»
La polizia di Lucerna sta indagando per capire come il 16enne vittima della deflagrazione si sia procurato sostanze esplosive
LUCERNA
4 ore
Abbandona l'auto fuori uso e scappa, lo ritrova il cane poliziotto Dodge
L'uomo è in stato di arresto. Guidava ubriaco e sotto l’effetto di droghe
GRIGIONI
6 ore
In auto sulla pista di sci di fondo, bloccato
Acciuffato un 18enne senza patente
GINEVRA
7 ore
In 2500 alla Coppa di Natale: sempre più partecipanti alla nuotata
L'81esima edizione ha registrato un incremento del 10% rispetto alla precedente
BERNA / SPAGNA
8 ore
Cop25: Svizzera preoccupata per la mancanza di regole sulle emissioni all'estero
L'Ufficio federale dell'ambiente esprime rammarico per l'esito della conferenza sul clima di Madrid
SVIZZERA
8 ore
Nuove frecce all'arco dei servizi segreti
Revisione per la Legge federale sulle attività informative: più strumenti per sorvegliare gli estremisti
SVIZZERA
9 ore
«Trasferire due miliardi all'anno dalle riserve della BNS all'AVS»
L'idea piace a UDC e PS che stanno rinegoziando. Un progetto in tal senso era stato bocciato lo scorso febbraio
SVIZZERA
10 ore
Banche: malgrado i tassi negativi affari a gonfie vele nei crediti
Gli affari che dipendono dal differenziale degli interessi costituiscono oramai la maggior fonte di entrate del settore
OBVALDO
11 ore
Titlis, snowboarder provoca una valanga e rimane ferito
È stato elitrasportato in ospedale con la Rega
SVIZZERA
12 ore
Nuovo orario ferroviario, al via senza intoppi
La prova del nove è attesa nella giornata di domani
SVIZZERA
31.05.2019 - 15:400

Dramma a Zurigo, ecco alcuni dei tristi precedenti in Svizzera

Spreitenbach, Rupperswil, Daillon. Sono solo alcune delle località che nell'immaginario collettivo vengono ormai accostate alla cronaca nera

BERNA - Diverse sparatorie legate a conflitti sul lavoro o a drammi famigliari sono avvenute negli ultimi anni in Svizzera, causando morti e feriti. Ecco alcuni dei casi registrati negli ultimi 15 anni:

16 febbraio 2018 - Un 77enne uccide a colpi di pistola prima la moglie di 55 anni e in seguito anche il nipotino in un appartamento di Spreitenbach (AG). Anche l'omicida muore, per una crisi cardiaca provocata dall'assunzione di un grande quantitativo di farmaci. I motivi del gesto non hanno potuto essere chiariti.

22 aprile 2017 - Un italiano di 54 anni accoltella a morte la sorella 52enne e il cognato di 61anni a Unterseen (BE), prima di togliersi la vita. Per l'aggressione sono stati utilizzati diversi coltelli.

13 agosto 2016 - Un 27enne svizzero cosparge di benzina una 17enne su un treno regionale a Salez (SG), dandole fuoco. In seguito accoltella una 34enne che cercava di fuggire. Muoiono entrambe. Quattro altre persone rimangono ferite. L'aggressore si ferisce a sua volta ferito con un coltello. Muore a cause di queste ferite e per via di un'esplosione dovuta alla benzina.

21 dicembre 2015 - Un 33enne uccide, tagliando loro la gola, una madre di famiglia 48enne, i suoi due figli di 13 e 19 anni e l'amica del primogenito: le quattro vittime erano riunite nell'abitazione di Rupperswil (AG) in vista del Natale. L'uomo viene arrestato a quasi sei mesi dai fatti, mentre stava preparando analoghi attacchi ai danni di famiglie con bambini fra gli 11 e i 15 anni, nei cantoni di Soletta e Berna.

15 dicembre 2015 - Una coppia di anziani viene uccisa a Laupen (BE). Le tracce di DNA trovate sul posto permettono di legare questo crimine a un altro: l'uccisione di una psicoanalista di 56 anni nel 2010 a Zurigo. Il colpevole non è ancora stato identificato.

9 maggio 2015 - a Würenlingen (AG) un 36enne che soffriva di disturbi psichici uccide i suoceri, un cognato e un loro vicino di casa per poi suicidarsi.

3 novembre 2014 - un cinquantenne portoghese domiciliato nel suo Paese uccide a Wilderswil (BE) la ex moglie di 37 anni e il suo nuovo marito per poi suicidarsi.

27 febbraio 2013 - un 42enne svizzero d'origine kosovara dipendente da 17 anni della Kronospan - una impresa per la lavorazione del legno - fa irruzione nella mensa aziendale con una pistola in pugno, uccide a bruciapelo due colleghi di lavoro e ne ferisce altri sette, due dei quali muoiono successivamente all'ospedale. Anche lo sparatore muore.

2 gennaio 2013 - Un vallesano di 33 anni uccide tre donne e ferisce due uomini a Daillon (VS). L'uomo, collezionista d'armi, voleva, a suo dire, regolare un problema famigliare.

30 aprile 2006 - Corinne Rey-Bellet, 34 anni, e suo fratello Alain, di 32, sono uccisi dal marito dell'ex campionessa di sci a Les Crosets (VS). L'uomo si suicida poco dopo con una pistola militare. La coppia si era separata pochi giorni prima del dramma.

29 marzo 2004 - Ad Escholzmatt (LU), un contadino 43enne uccide a pistolettate la moglie, il fratello, la cognata e il capo del locale dicastero degli affari sociali, per poi suicidarsi. A fare da sfondo al dramma ci sarebbero stati gravi problemi famigliari.

5 luglio 2004 - Un quadro della Banca cantonale di Zurigo (ZKB) spara a due superiori dopo un conflitto sul posto di lavoro. Dopo averli uccisi ha poi rivolto l'arma contro se stesso.

14 luglio 2004 - Un 45enne uccide la moglie di 35 anni e le due figlie di 9 e 11 in un appartamento di Lenk, nell'Oberland bernese, prima di togliersi la vita.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-16 00:14:26 | 91.208.130.89