keystone
VALLESE
05.03.2018 - 12:290
Aggiornamento 14:38

Omicidio a Briga, il sospetto è un tenente colonnello

Il 53enne, storico e politico del PPD, è stato arrestato venerdì. Sul fatto di sangue l'ombra di alcuni gravi problemi finanziari

BRIGA - Emergono nuovi dettagli sul presunto omicidio avvenuto la scorsa settimana a Briga. Nel pomeriggio di venerdì, la polizia aveva rinvenuto il corpo di una 39enne senza vita all’interno di un’abitazione della località vallesana, arrestando nelle ore successive un 53enne, compagno della vittima e presunto autore del fatto di sangue.

E proprio attorno a questa figura - come rivela oggi il Blick - si concentrano le principali novità della vicenda. L’uomo, storico di professione, è un tenente colonnello dell’esercito svizzero nonché politico del PPD. Secondo quanto riferito da alcuni vicini, il 53enne «aveva diversi problemi a livello finanziario».

Un’ipotesi questa caldeggiata anche dal “Walliser Bote”, che sostiene come i suddetti problemi potessero aver colpito anche la sua vita di coppia. Lo scorso novembre, ricorda inoltre il quotidiano, le autorità avevano aperto un fascicolo per bancarotta nei confronti della società del sospetto.

Nessuna arma da fuoco - La Polizia cantonale vallesana, in una nota diramata lunedì, ha inoltre confermato che la vittima non è stata uccisa con un'arma da fuoco. Le indagini per stabilire l'esatta dinamica dei fatti sono tuttora in corso.

 

6 mesi fa Donna uccisa a Briga, un arresto
Tags
briga
problemi
tenente colonnello
colonnello
omicidio
tenente
sospetto
53enne
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -  Cookie e pubblicità online  -  Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-09-24 12:11:23 | 91.208.130.87