Cerca e trova immobili

SVIZZERAUn ok per l'avvio dei negoziati fra la Svizzera e l'Unione Europea

30.01.24 - 13:51
A darlo è stata la Commissione della politica estera del Consiglio nazionale (CPE-N).
keystone-sda.ch / STF (SARAH YENESEL)
Fonte Ats
Un ok per l'avvio dei negoziati fra la Svizzera e l'Unione Europea
A darlo è stata la Commissione della politica estera del Consiglio nazionale (CPE-N).

BERNA - La commissione della politica estera del Consiglio nazionale (CPE-N) ha confermato questo martedì mattina di sostenere l'apertura di negoziati fra la Svizzera e l'Unione Europea.

Il progetto relativo al mandato negoziale con l'UE, lo ricordiamo, era stato presentato lo scorso ottobre e accettato a metà di dicembre.

Come confermato dal presidente della CPE-N, Laurent Wehrli le perentorie richieste dell'UDC di non aderire alle trattative con Bruxelles sono state respinte.

Un voto sul filo di lana - Il voto non è però stato unanime: il progetto di mandato negoziale è stato approvato da 16 membri contro 9, ha sottolineato Wehrli, secondo cui una minoranza - rappresentata davanti ai media da Franz Grüter (UDC/LU) - crede che un futuro accordo sia dannoso per la Svizzera e la sua prosperità.

Per la maggioranza invece, ha spiegato il presidente della commissione, è indispensabile stabilizzare le nostre relazioni con Bruxelles, specie in un momento instabile come quello che stiamo vivendo. L'Ue rimane il nostro partner economico più importante, ha insistito il consigliere nazionale vodese, spiegando che la CPE-N si è detta soddisfatta dell'approccio a pacchetto scelto dal governo.

Non una “cambiale in bianco” - Ciò non significa tuttavia una cambiale in bianco per l'esecutivo; la commissione ha chiesto diversi chiarimenti al Consiglio federale, in particolare per quanto attiene alla protezione dei salari, agli aiuti di Stato, all'eventuale accordo sull'elettricità, al traffico ferroviario viaggiatori e alla libera circolazione delle persone in generale. Il risultato finale delle trattative sarà in ogni caso determinante, ha aggiunto Wehrli, per decidere della bontà o meno dell'intesa.

A nome della minoranza che respinge il progetto di mandato, Grüter ha rammentato che la CPE-N ha bocciato (16-9 e 15-9) due proposte del suo partito: la prima chiede di respingere il mandato negoziale tout court, mentre la seconda propone invece al governo di non entrare in materia sugli aspetti istituzionali.

L'obiettivo dichiarato da parte di Confederazione e Unione, è quello di riprendere i negoziati entro primavera.

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Princi 4 mesi fa su tio
pagliaccio venduto vergognati

erb 4 mesi fa su tio
Se la Svizzera si è seduta al tavolo dei negoziati significa che c’è stata a monte una discussione e valutazione di vantaggi e svantaggi. Lui, quale capo del dipartimento federale degli affari esteri, è incaricato di presenziare ai negoziati fra la Svizzera e l’Unione Europea. Come persona può piacere o non piacere ma è uno dei sette consiglieri federali eletti democraticamente e non un dittatore con potere decisionale assoluto.

tbq 4 mesi fa su tio
Risposta a erb
L'UE pretende, l'UE ricatta, l'UE minaccia. Ecco la valutazione.

OrsoTI 4 mesi fa su tio
Quando stareste senza lavoro perche le ditte si sono trasferite in ue poi voglio ridere. Poi dareste la colpa ai nostri politici. Ma pensate che tutte le aziende che sono in svizzera, vendono a svizzeri o all’estero?

tbq 4 mesi fa su tio
Risposta a OrsoTI
Quando una direttiva dell'UE ti toglierà qualcosa a cui tenevi o ti permetteva di tirare avanti, o andrà contro ai tuoi ideali, o sovvertirà il risultato di un voto popolare che a te andava bene così, o introdurrà regole e tasse che ti costringeranno a pagare di più... a chi darai la colpa? Chi chiamerai ad aiutarti? Ridi pure, finché puoi...

Pianeta Terra 4 mesi fa su tio
Cassis piantala!!! Basta negoziare con la fallita Europa

M70 4 mesi fa su tio
non ci sono parole per dove siamo finiti e non è ancora finita! è una vergogna questo personaggio "nostrano" che non ha più niente di svizzero..

Rosso Blu 4 mesi fa su tio
90° a secco .... ecco cosa significa i negoziati e non a favore sicuramente della Svizzera. Sarebbe ora di andare tutti in piazza e far sentire la nostra Voce perché così, non va assolutamente bene

RV50 4 mesi fa su tio
L'Ue serve a mantenere oltre 700 deputati a scaldare le poltrone e a mangiargli sopra alle nazione che la creata .... fallimentare!!! un furto legalizzato per politici falliti che senza lo stipendio che f r e g a n o ai loro cittadini sarebbero disoccupati "politicamente" , e il nostro "Cassis" ancora a 90 gradi a prenderlo nel "fondo schiena" portando la Svizzera allo sfascio .... ma dategli una tenda e mandatelo in Alaska a fare fori nel ghiaccio

tbq 4 mesi fa su tio
Risposta a RV50
Il problema non sono tango quei settecento, ma le MIGLIAIA di burocrati e portaborse che prendono stipendi stellari. E, poverini, per compensare il carovita si aumentano pure regolarmente lo stipendio.

Gentlemen 4 mesi fa su tio
Stiamo negoziando con l'UE che è già fallita. I russi avevano già previsto tutto ciò, (rivolta contadini), determinata dall'importazione a prezzi stracciati di prodotti dall'Ucraina. Penso che fra 3 o 4 anni l'UE sarà solo un brutto ricordo!

Sobchak 4 mesi fa su tio
bo, Calimero sembra l'unico che conosce il significato della parola "negoziati".. gli altri sembrano pensare che Cassis, peraltro da solo, abbia dato avvio all'adesione della Svizzera all'UE. Che tristezza!

Spartan555 4 mesi fa su tio
La popolazione sconfesserà questo venduto globalista. Svizzera sovrana e indipendente or else.

Calimero 4 mesi fa su tio
I negoziati si possono anche fare, se poi non ci convengono, non li accettiamo. Anche se questa è un'Unione Europea malmessa e che andrebbe rifatta da cima a fondo così magari rientra anche la Gran Bretragna che comunque non è contenta di esserne uscita, non possiamo non dialogare con i nostri vicini di casa. Almeno così la vedo io, magari sbaglio ovviamente.

eldo74 4 mesi fa su tio
Risposta a Calimero
Hai perfettamente ragione! Non è mica solo Cassis che decide. Ci sono tutti gli altri e in più le commissioni

Galfetti 4 mesi fa su tio
Signor Cassis non ne ha già fatto abbastanza di danni e regalato soldi all' UE, anno nuovo storie vecchie è ora di smetterla e iniziare a pensare alla sua nazione che dovrebbe rappresentare e non svendere!!

Kenta25 4 mesi fa su tio
Si deve fermarlo… non può rappresentarci 🤡

PanDan 4 mesi fa su tio
e le mutande scivolano giú...giú...giú. Siamo in chiaro, al "terroncello" della Svizzera non gli ne può frega de meno! l' importante avere il suo tornaconto personale in visibilità...

Jj piana 4 mesi fa su tio
Risposta a PanDan
ma ancora parlano di questa fallieuropa?! andiamo proprio bene

PanDan 4 mesi fa su tio
Risposta a Jj piana
Caro o cara Jj, l'Euro fallita punta solo a sanare le proprie magagne con i soldi degli altri e mantenere un sistema in vita già arrivato alla canna del gas. Come fa il Ticino, d'altronde...

PanDan 4 mesi fa su tio
Risposta a Jj piana
Bello il "cagnoline"!!!

Nola 4 mesi fa su tio
Cassis e' stato eletto per minare la democrazia diretta in Svizzera. Punto e basta.

Fiamma77 4 mesi fa su tio
Vergogna marcia!!! Banda di venduti!!!!!

tulliusdetritus 4 mesi fa su tio
Semm scià bei con stò barlafüüs d'un tambür!

Princi 4 mesi fa su tio
Risposta a tulliusdetritus
e ga tachi là anche terön

Gentlemen 4 mesi fa su tio
Sono tranquillo: questi t r a d i t o r i saranno sconfessati dal popolo !!!

tbq 4 mesi fa su tio
Risposta a Gentlemen
Per questo faranno di tutto per NON arrivare al voto popolare. Lo hanno già fatto, in realtà. Il Common Understanding concede all'UE tutto ciò che vuole, e nessuno potrà votare a riguardo. Europeisti.

Pati 4 mesi fa su tio
Ma come si permette !!! Chi è questo che decide quando il popolo dice No!

gadoal 4 mesi fa su tio
Ma davvero? Prima mettiamo a rischio la rispettabilissima neutralità svizzera nella discussione "guerra/operazione militare speciale" (per quanto io sia pienamente a favore degli ucraini), e ora si è deciso di andare contro la volontà popolare che si è espressa contro accordi con la UE. Ma che cavolo!

TheQueen 4 mesi fa su tio
Risposta a gadoal
ti comprendo, non possiamop però avere export senza dazi in EU ed aspettarci che loro non ci chiedano nulla. In un`economia globale dobbiamo per forza trovare accordi, che non possono mai essere unipartisan

tbq 4 mesi fa su tio
Risposta a TheQueen
L'export senza dazi è stato ottenuto decenni fa con un accordo di libero scambio, che concede all'UE le stesse condizioni. Oggi dunque non dobbiamo dare nulla in cambio, perché lo abbiamo già fatto. Economia globale? Imporre dazi e creare blocchi protezionistici che chiedono sottomissione politica in cambio di libertà di commercio va CONTRO la cosiddetta "economia globale.

eldo74 4 mesi fa su tio
Era ora!

Fiamma77 4 mesi fa su tio
Risposta a eldo74
Ma cosa era ora....per andare a P........E come mezza europa....ma fammi il favore!!!!!!!! Guardati in giro che cosa succede..... Spagna che pensa solo ai soldi con piantagioni di avocado e lascia la gente senza acqua... la francia non ne partliamo.... Italia che affonda come i migranti che non arrivano e i suoi partner europei se ne impippano ecc..... EURO sotto = messo non molto meglio del Dollaro...... ma per piacere!!!!!!!!

Raptus 4 mesi fa su tio
....e dai ....continuate a logoraci i cosiddetti andando contro le votazioni popolari ....maledetti ...

tbq 4 mesi fa su tio
Risposta a Raptus
È l'UE (e i suoi sodali). Quello che non ottiene oggi lo richiede domani. Quello che non ottiene neanche domani, pretende di averlo dopodomani. Se manco dopodomani funziona, il giorno dopo inizia con ricatti e truffe. E tutto questo lo hanno chiamato "integrazione europea".

curiuus 4 mesi fa su tio
Negoziati ? La Germania sta rapidamente collassando, la Francia lo è già, come l'Italia.... 🤔🤔🤔🤔

Luchì92 4 mesi fa su tio
Risposta a curiuus
l'unione europea è una grande c a g a t a
NOTIZIE PIÙ LETTE