Cerca e trova immobili

SVIZZERAIl meteorologo: «Basta parlare di Rodi, c'è un problema più grave»

27.07.23 - 10:09
Per Jörg Kachelmann, noto meteorologo, gli incendi boschivi non sono rilevanti. Esiste un altro aspetto che stiamo ignorando.
Foto lettore
Fonte ATS
Il meteorologo: «Basta parlare di Rodi, c'è un problema più grave»
Per Jörg Kachelmann, noto meteorologo, gli incendi boschivi non sono rilevanti. Esiste un altro aspetto che stiamo ignorando.

BERNA - Il meteorologo Jörg Kachelmann critica il modo in cui i media sviluppano il dibattito sul clima. Gli incendi boschivi non sono rilevanti, ci sono altri indicatori molto più importanti che vengono ignorati, ha detto in un'intervista ai titoli di Tamedia.

Un mare con 38 gradi - «Attualmente stiamo sperimentando eventi nuovi. Al largo della costa di Miami sono state misurate temperature dell'acqua di oltre 38 gradi». Una tale temperatura dell'acqua è terribile. «I coralli stanno morendo, i pesci stanno morendo, l'intero ecosistema sta tremando. Diventa un problema esistenziale anche per noi umani», ha messo in guardia Kachelmann.

Nel frattempo, «i media mostrano immagini di foreste in fiamme a Rodi e si comportano come se questi incendi avessero a che fare con il cambiamento climatico!». Sull'isola greca di Rodi, ad esempio, ogni anno la vegetazione secca è a rischio di incendio boschivo. «Il verificarsi di un incendio boschivo dipende esclusivamente dal fatto che qualcuno vi appicchi il fuoco, intenzionalmente o per negligenza», afferma l'esperto. La vegetazione brucia solo a 250-300 gradi. A 40 gradi, una foresta non inizia a bruciare più velocemente che a 0 gradi. «Il fatto che molte persone non lo abbiano ancora capito è devastante. In alcuni dibattiti mi sembra di essere tornato all'inizio del Medioevo», aggiunge

La "temperatura di bulbo umido" - Un altro argomento ignorato è la cosiddetta "temperatura di bulbo umido", un indicatore della soglia di temperatura umida alla quale il sudore, prodotto dal corpo umano per raffreddarsi, non riesce più a evaporare. In India e in alcune parti degli Stati Uniti, questo sta diventando un problema esistenziale. «Ma non se ne parla quasi mai», sottolinea Kachelmann.

Per quanto riguarda le misure a favore del clima, il meteorologo non crede in un cambiamento dal basso: "Semmai, il cambiamento avverrà dall'alto verso il basso". Secondo Kachelmann, i cosiddetti "pignoli del clima" stanno facendo arrabbiare le persone sbagliate. "Dobbiamo far arrabbiare i governi che decidono": sono i governi che devono assumersi la responsabilità e riconoscere la minaccia esistenziale, ha concluso.
 
 

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Dan1962 10 mesi fa su tio
La verità è che siamo troppi su questo pianeta

Pianeta Terra 10 mesi fa su tio
Un altro tudro… e il fumo che viene emesso nell aria non fa inquinamento? Con la conseguenza che si sa? E la Cina cosa fa per ridurre le emissioni? L’ India? E poi le batterie delle macchine ecologicamente elettriche se per sbaglio bruciano non sono altamente tossiche?? Come anche i bei pannelli fotovoltaici?? ( vedi articoli della nave e dell incendio )Quando si tratterrà di smaltimento cosa faremo? Ogni cosa inquina ma è facile puntare il dito . Noi in CH penso ne facciamo già tante di cose! Un esempio sono le caldaie a gasolio che noi togliamo perché “ vecchie “ o perché inquinanti.. che poi arrivano dai paesi dell est e le portano giù e li da loro vanno ancora bene!!

Peter Parker 10 mesi fa su tio
Questo modo di dare notizie non dovrebbe più meravigliare nessuno. Il livello medio dei giornalisti e dei lettori purtroppo è questo…. Io non sono negazionista perché è chiaro a tutti che i cambiamenti climatici sono realtà. Quello che non condivido è la presunzione che noi umani saremo in grado in qualche modo di avere un impatto per fermare questi cambiamenti. Tutto qui. Che si possa migliorare il comportamento in generale per essere un po’ più efficienti e virtuosi va bene, ma questo dovrebbe avvenire a prescindere dal clima!!! Piantiamola di credere che annullando l’emissioni di co2 (che poi mi spiegate come….) il problema clima si risolve.

Lukas82 10 mesi fa su tio
Per gli incendi boschivi senza laurea in climatologia la pensavo così già in quarta media.... E per quelli che credono che l uomo non ha colpa per il resto, è solo perché probabilmente hanno paura della verità. É più facile pensare positivo che accettare la cruda verità

Mox 10 mesi fa su tio
La stanno pompando come il covid

Spartan555 10 mesi fa su tio
Come già menzionato qui sotto, il co2 ammonta allo 0.04% dell‘atmosfera terrestre. L‘attività umana è responsabile di circa il 3% di questo 0.04%. Inoltre, negli ultimi 500 milioni di anni, la temperatura era superiore a quella attuale per circa l‘85% del tempo. Parliamo di temperature superiori alla media attuale fino a 20 gradi.

Spartan555 10 mesi fa su tio
Risposta a Spartan555
Pardon, non fino a +20 gradi rispetto alla media attuale, ma fino a +16 gradi.

Elisa_S 10 mesi fa su tio
Risposta a Spartan555
Infatti c e stata un estinzione di massa !!! Almeno che tu non sia un dinosauro. Se leggi bene quello che hai trovato in internet scoprirai che sono proprio le temperature bruscamente aumentate e le elevate emissioni di CO2 . Ai tempi causate dai 🌋. Pioggie acide, temperatura del mare aumentata...tutto questo sta ancora succedendo. Perche si la terra si adatta ai cambiamenti e persisterà. Siamo noi che ci estingueremo. Ma l'uomo è troppo caparbio per rendersene conto, non bastano nemmeno le innumerevoli speci animali ormai estinte ! Ridicolo se si pensa che siano dotati di un cervello in grado di ragionare in modo complesso...a differenza dei dinosauri estinti potremmo trovare soluzioni...invece...facciamo il contrario perché è troppo scomodo fermarsi o meglio ancora rallentare.

Spartan555 10 mesi fa su tio
Risposta a Elisa_S
I dinosauri, che hanno vissuto per decine di milioni di anni con temperature di molto superiori alle nostre (e il pianeta fioriva con flora e fauna incredibili), si sono estinti perchè un asteroide di oltre 10km di dimensioni ha impattato la terra a quello che oggi è Chicxulub in Messico. A parte quelli morti direttamente a causa dell‘impatto e lo Tsunami di dimensioni bibliche, il resto è morto perchè le temperature sono scese bruscamente e sono restate lí per anni. Non sono morti perchè la terra ha subito un riscaldamento globale, anzi.

Elisa_S 10 mesi fa su tio
Risposta a Spartan555
Quante estinzioni di massa ci sono state ? Hai verificato ? Cerca Episodio Pluviale Carnico. Quello che sta accadendo adesso.

centauro 10 mesi fa su tio
Consiglierei di andare a vedere un diagramma dell'aumento della CO2 negli ultimi 3-400 anni, la salita esponenziale e continua parte verso la fine del '700, che strana coincidenza, chi ci arriva a fare un riscontro con quel periodo?

Elisa_S 10 mesi fa su tio
Risposta a centauro
👍

Fiamma77 10 mesi fa su tio
Tranquilli... tutte le grandi civiltà per un motivo o l'altro sono sparite... sparirà anche la nostra.

Elisa_S 10 mesi fa su tio
Risposta a Fiamma77
Qui non si tratta più di una civiltà . Ma dell' intera razza umana. Perche se continuano così tra migrazioni dovute alle guerre, future migrazioni dovute ai cambiamenti climatici come conseguenza inabitabilità di alcune zone della terra, inquinamento di tutto quello che mangiamo...e molto altro (con una unica concausa: l uomo)...non andiamo lontano.

Granzio 10 mesi fa su tio
Yesssssss

Trizi 10 mesi fa su tio
Che la smettano con la guerra e con questa insistenza di andare sulla luna e altro questi razzi cje inquinano

Spartan555 10 mesi fa su tio
Risposta a Trizi
Adesso sono i „razzi che vanno sulla luna“ che hanno colpa. Ci credo, ne lanciano uno ogni due minuti, eh? Sempar su e gio dala luna.

Andy 82 10 mesi fa su tio
che idi oz ia...

Boh! 10 mesi fa su tio
Al poli il prof di fisica in trenta secondi ci ha spiegato che noi esseri umani siamo abituati a ragionare sul lasso di una vita (massimo 100 anni) mentre che il mondo esiste (ed è in evoluzione) da miliardi di anni! In quest’ottica soltanto l’altro ieri il deserto del Sahara era una foresta, il Monte San Giorgio era sotto il livello del mare, i dinosauri scorrazzavano indisturbati e le valli del Ticino erano sotto chilometri di ghiaccio… Il cambiamento climatico è in atto già dalla nascita del pianeta…

Poraccio 10 mesi fa su tio
Risposta a Boh!
.. forse se ti presentavi alla seconda lezione ti spiegava anche che il cambiamento climatico attuale è del tutto anomalo confronto ai cambiamenti passati (molto lenti, in modo che natura e uomo possano adattarsi) e causato dall'aumento di CO2 nell'atmosfera

Granzio 10 mesi fa su tio
Risposta a Poraccio
😂😂😂👍

Boh! 10 mesi fa su tio
Risposta a Poraccio
Tranquillo che mi sono sempre presentato a tutte le lezioni ed ho imparato che bisogna sempre sapere ascoltare tutte le campane in modo equidistante, in modo critico, senza paraocchi e soprattutto senza la presunzione di saperne una pagina in più del libro….

tulliusdetritus 10 mesi fa su tio
Risposta a Poraccio
Ah, ecco, tu c'eri alla seconda lezione? E questo è quello che hai capito?

Poraccio 10 mesi fa su tio
Risposta a Boh!
Quando quasi il 100% delle migliaia di campane dicono un'unica cosa (presentando prove, non le solite frasi a pappagallo che propinano i negazionisti), non si tratta più di opinioni, ma di ignoranza volontaria. Tra l'altro vorrei sapere il nome del tuo prof, sempre tu abbia davvero frequentato un politecnico

tulliusdetritus 10 mesi fa su tio
Risposta a Poraccio
Argomento che non fa alcun senso! 400 anni fa quasi il 100% della gente pensava che il sole girasse attorno alla Terra, poi venne Galileo e diede una spiegazione diversa, e per questo subì da gente come te una persecuzione atroce. Evidentemente non hai grosse conoscenze di come funziona la ricerca scientifica, perché altrimenti sapresti che non segue le regole della democrazia per cui la maggioranza ha sempre ragione

Poraccio 10 mesi fa su tio
Risposta a tulliusdetritus
Non è assolutamente vero, prima del cristianesimo (gia nel 600 avanti C) tutti erano d'accordo sul fatto che la terra fosse rotonda, poi è arrivata l'intoccabile bibbia e visto che si menzionavano i 4 angoli del pianeta allora la terra doveva essere perfettamente piatta. Già prima di galileo, per qualsiasi studioso (i greci in particolare) era un dato di fatto che la terra fosse rotonda (il tutto dimostrato dall'osservazione delle stelle, dell'orizzonte, e dal famoso esperimento di Eratostone, ecc). La scienza è da decenni che concorda sul fatto che il CO2 (o i gas serra in generale) sia la causa del riscaldamento globale, e voi negazionisti siete i cristiani che senza uno straccio di prova impongono le loro ideologie.

Ascot 10 mesi fa su tio
Finalmente un intervento intelligente

s1 10 mesi fa su tio
i meteorologi parlano di previsioni del tempo, i geologi di clima; il clima è determinato dai rapporti tra pianeti e in particolare tra sole, (luna) e terra. ci sono cicli di circa 400 anni di riscaldamento e raffreddamento. ora siamo in un ciclo di riscaldamento e ce ne sarà ancora per circa 80 di aumenti del calore indipendentemente da quello che fa l'uomo. nota finale: la frottola della co2 serve all'agenda politica e a spremere soldi... la co2 ammonta allo 0.04% dell'atmosfera terrestre ed è assolutamente vitale per gli esseri viventi (ciclo del carbonio? respirazione? fotosintesi? microorganismi negli oceani...)

Shion 10 mesi fa su tio
Risposta a s1
Non ne sarei troppo sicuro. Varrebbe a dire continuiamo pure così, varrebbe a dire che non abbiamo nessuna influenza sul riscaldamento? Dubito assolutamente.

Poraccio 10 mesi fa su tio
Risposta a s1
Questo cambiamento climatico è anomalo e l'effetto umano è innegabile: non lo dico io, ma centinaia di ricercatori che hanno studiato l'argomento per decenni. E il problema non è la CO2, ma l'effetto serra causato dal suo aumento. Hli effetti sono già visibili in svizzera, e ci costeranno molto più di quello che potrebbero costarci eventuali misure di contenimento delle emissioni.

Gus 10 mesi fa su tio
Risposta a s1
D'accordo al 100%!

Gus 10 mesi fa su tio
Risposta a s1
Tutto rientra nel gioco politico dei terroristi climatici rosso-verdi dei lussuosi attici cittadini

s1 10 mesi fa su tio
Risposta a Poraccio
il co2 è lo 0.04% del volume totale ed è buono e necessario per la vita sulla terra,

Poraccio 10 mesi fa su tio
Risposta a s1
Nessuno con almeno una licenza di 4a media (credo che il ciclo del carbonio si studi già alle medie) mette in dubbio che la CO2 è implicata nella nostra respirazione o nella fotosintesi. È l'aumento dovuto alle attività umane che causa il riscaldamento.

s1 10 mesi fa su tio
Risposta a Shion
inquinamento è differente da influenza sul clima e che l'uomo stia inquinando il pianeta ad un ritmo sfrenato è incontestabile che questo abbia un influsso sul clima è un'altra cosa, così per dire in giappone stanno per rilasciare tutta l'acqua contaminata usata per raffreddare i reattori di fukushima nell'oceano e sarà un disastro? l'autorizzazione l'avrebbero ricevuta per farlo perchè la cosa è sicura....in ucraina sparano decine di migliaia di razzi, bruciano tonnellate di benzina e cherosene, distruggono l'ambiente ed è catastrofico, ma questo ha influsso sul clima?

Poraccio 10 mesi fa su tio
Risposta a s1
L'inquinamento causa l'effetto serra, e questo è stato dimostrato da decenni. L'acqua che vogliono rilasciare a fukushima è talmente diluita da essere meno radioattiva dell'acqua dell'oceano (il piano non è rilasciarla in unncolpo solo, ma diluirla e rilasciarla su un arco di tempo molto lungo), anch'io ero piuttosto contrario e sbalordito dalla notizia, poi mi sono informato e ho cambiato punto di vista. L'invasione dell'ucraina ha di sicuro un impatto negativo, ma finché il dittatore continua ad attaccare ed ammazzare c'è poco da fare purtroppo.

Giorgi1 10 mesi fa su tio
Nessuno sa quanto sia da causa antropica questo cambiamento climatico. Purtroppo i governi non decidono nulla , sono solo marionette guidate dalle lobbies. Andate a Davos a fare le domande!

Privato Pinco 10 mesi fa su tio
Abbiamo ormai raggiunto un punto di "non ritorno" prepariamoci e godiamoci il rimanente poco tempo rimasto. Una nuova era glaciale è prossima e vai si ricomincerà da ZERO!

macello22 10 mesi fa su tio
Se solo la nazione più inquinante al mondo mettesse delle regole interne forse qualcosina potrebbe cambiare, al posto di fare le Tractor/Truck Pulling o le Drag Race, e se finalmente inizasse a pensare prima a se stessa sistemanto tutte le cose che non funzionano e poi guardare gli altri. Secondo me se l'America riuscisse a diminuire il proprio impatto ambientale il mondo ne gioverebbe, spendendo qualche Milione in più nel riciclaggio e nel finalmente eliminare le Pacific Trash Vortex, al posto di spenderli in armi, usare le forze militari per fare del reale bene ripulento tutto senza l'ausilio di armi e riciclare il riciclabile. Credo che non capiterà mai questa cosa, il riciclaggio non porta fatturati abbastanza alti come la guerra in nome della Pace.

Eritos 10 mesi fa su tio
Purtroppo ci meritiamo di vivere sempre peggio su questo pianeta, la terra ha i suoi cicli di raffreddamento e riscaldamento, noi tutti abbiamo contribuito a sbilanciare o alterare questo processo. Ora subiamone le conseguenze. Inutile piangere sul latte versato.

Fabvan 10 mesi fa su tio
Gli incendi in Canada ad esempio, dalle immagini satellitari, mostrano oltre 100 focolai iniziati immediatamente nello stesso istante in punti distinti. I punti in cui sono nati sembravano calcolati rispetto alle correnti d'aria per arrivare proprio a New York, ed iniziare una macchina mediatica. Come sono iniziati tutti assieme? Tecnologie laser? Come per la crisi pandemica, anche questa crisi climatica sembra studiata a tavolino e provocata. Una foresta che brucia crea più effetto serra di decine di anni di macchine. Combiniamo questo con lo schifo che viene spruzzato nei cieli, e abbiamo questo risultato devastante sui nostri mari e sulle nostre riserve idriche. Poi se ne esce Bill Gates con l'idea di oscurare il sole tramite agenti chimici. Lo stesso Bill che ha spinto la terapia mRNA. Non avete ancora aperto gli occhi?

Johnnybravo 10 mesi fa su tio
Risposta a Fabvan
Per fortuna sei arrivato tu ad apricerli... mancava la teoria complottistica di turno... ormai tanti NoVax sono rimasti disoccupati e devono occupare il tempo 😉

Poraccio 10 mesi fa su tio
Risposta a Fabvan
È colpa del del monossido di diidrogeno! Una sostanza presente dappertutto (in TUTTI i vaccini), che i poteri forti ci hanno convinto negli anni a consumare e che ha conseguenze nefaste su più fronti (col tempo è capace di logorare e distruggere enormi strutture in acciaio, figuriamoci il corpo esile di un bambino). Respirarla può causare la morte, e allo stato gassoso può causare terribili ustioni. Anche gli aereei ne rilasciano nell'atmosfera. Lo sfregamento delle sue particelle nell'atmosfera crea inoltre delle scariche elettriche che spesso sono la causa degli incendi! Ironia della sorte, per spegnere gli incendi i poteri forti usano proprio il monossido di diidrogeno, dando vita a un ciclo infinito. Aprite gli occhi e la mente, e meditate!

daniele77 10 mesi fa su tio
Risposta a Fabvan
Sicuramente se uno volesse accendere incendi in contemporanea in più posti la soluzione migliore e meno costosa è proprio sviluppare qualche arma laser dal cielo. Usare dei fiammiferi sarebbe stato troppo facile... Mamma mia, dove potete arrivare nelle paranoie voi complottisti.... Da brividi.

Fabvan 10 mesi fa su tio
Risposta a Fabvan
Ci voleva Johnny Bavo e Poraccio a fare i difensori della teoria unica ufficiale. Intanto io ho sollevato un quesito che non ha avuto risposta, mentre voi avete attaccato una ipotesi personale che potrebbe essere errata. Quella dei volontari con i fiammiferi è valida, ma la mia non costerebbe così tanto. Sopratutto se calcoli quanto farebbe incassare all'1% la privatizzazione dell'acqua potabile e dell'aria. Ma la domanda di come sia successo dovrebbe avere una risposta, sopratutto perché, come scritto nell'articolo, i focolai non partono a 40 gradi e i filmini non colpiscono 100 punti in contemporanea. Intanto io il lavoro ce l'ho, sono ancora vivo, e non ho problemi alla circolazione del sangue. Secondo coloro che hanno il termine anglosassone "no-vax" sempre sulla punta della lingua dovrei essere morto. Chiamate altri amici ad inventare satire intellettuali sotto il mio commento, intanto è quello che ha catturato la vostra attenzione e il vostro tempo più di tutti gli altri. Saluti.

Poraccio 10 mesi fa su tio
Risposta a Fabvan
Gli incendi boschivi in nord america non sono una novità, esiste una stagione degli incendi da sempre (alcune foreste per rigenerarsi hanno bisogno di incendi). Cosi tanti incendi no, e il problema sta nel fatto che il combustibile presente (legna secca, aghi, foglie, ecc) è aumentato a causa dei precedenti periodi di siccità, e quindi gli incendi si propagano più facilmente. Nessuno mette in dubbio la scarsa plausibilità della tua tesi, però bisogna saper argomentare. Per me potrebbero essere state le lobby del legname sudamericano. È possibile? Si. È plausibile? Direi di no. Esistono decine di altre cause che sono già note e studiate da anni, forse bisognerebbe prima confutare queste e rivalutare le proprie. Comunque gli incendi non sono scoppiati nello stesso identico momento, ma su un periodo più lungo di diversi giorni.

Poraccio 10 mesi fa su tio
Risposta a daniele77
Quest'arma esiste già, l'ha inventata madre natura e si chiama temporale (fulmini). Il problema è che a causa delle siccità prolungata le foreste sono sempre più secche nei momenti sbagliati (all'arrivo dei temporali estivi) e gli incendi si propagano con più facilità. Poi chiaramente anche l'uomo spesso e volentieri ci mette lo zampino

Jullo75 10 mesi fa su tio
Risposta a daniele77
Altro commento da p i r l a

Johnnybravo 10 mesi fa su tio
Risposta a Poraccio
👍😂🤣 monossido di diidrogeno ho detto comunemente: acqua 😁

Poraccio 10 mesi fa su tio
Risposta a Johnnybravo
Dai cito che mi rovini le burle😂

daniele77 10 mesi fa su tio
Risposta a Poraccio
Ahaha, grande!

Jullo75 10 mesi fa su tio
Risposta a Johnnybravo
Mancava un commento da p i r l a

Jullo75 10 mesi fa su tio
Risposta a Johnnybravo
Chi non ha argomenti validi da del complottista…

tulliusdetritus 10 mesi fa su tio
Risposta a Johnnybravo
Eccolo qua il classico commento di chi non ha argomenti validi da contrapporre. Hai dimenticato di dire che è negazionista, putiniano e terrapiattista, così hai chiuso il cerchio. Complimenti!

Poraccio 10 mesi fa su tio
Risposta a tulliusdetritus
Infatti non ho sentito mezzo argomento da parte tu

Poraccio 10 mesi fa su tio
Risposta a Jullo75
Chi non ha argomenti validi ma si ostina a propinarli in genere è un complottista

tulliusdetritus 10 mesi fa su tio
Risposta a Poraccio
E con questo hai il premio della migliore superka ... ola della settimana

Bred 10 mesi fa su tio
E' dal 1995 che si organizzano Conferenze sul clima (a base di caviale e champagne).....in quasi 30 anni....siamo solo messi peggio di prima. La cosa importante è avere sempre e comunque "fiducia" in chi ci governa....e la storia sarà sempre quella.

Poraccio 10 mesi fa su tio
Non sono molto d'accordo col climatologo. Un effetto del cambiamento climatico è la modifica della distribuzione delle precipitazioni: piove meno spesso, ma ad intensità maggiore. Ciò significa che i periodi di siccità estivi si allungano, e quindi il materiale secco infiammabile nelle foreste aumenta. Con l'aumento di potenziale combustibile aumenta anche la probabilità che un incendio (p.es a partire da un mozzicone gettato nel bosco) si sviluppi e si propaghi più velocemente. Per il resto sono d'accordo: sono 40 anni che i governi e la popolazione sanno che questo anomalo cambiamento sta avvenendo, e non è stato fatto nulla per impedirlo. Adesso ció che andrebbe fatto è mettere in atto misure di adattamento (verde negli spazi urbani, favorire specie adatte a temperature più elevate, soluzioni efficaci per l'irrigazione nei periodi di siccità, ecc), ma anche misure di lotta, per 'rallentare' l'aumento delle temperature e fare in modo che la natura possa adattarsi e svolgere le sue funzioni a pieno ritmo e a lungo termine.

Golf67 10 mesi fa su tio
Finalmente qualcuno che dice come stanno le cose!!! E che conferma che l’uomo non può fare molto, se non accettare questo problema e prepararsi al cambiamento.

francox 10 mesi fa su tio
Risposta a Golf67
Te capii dumà quel che ta vörevat capì.

Mora Mor 10 mesi fa su tio
Risposta a Golf67
te capii Roma per toma

falco8 10 mesi fa su tio
Risposta a Golf67
ha ha, non credo che sia lo scopo dell'articolo ciò che dici.

Johnnybravo 10 mesi fa su tio
Risposta a Golf67
Golf67 ma sai capire il senso di un articolo?? O soffri di analfabetismo di ritorno? Il climatologo ha esplicitamente affermato: "Semmai, il cambiamento avverrà dall'alto verso il basso". Secondo Kachelmann, i cosiddetti "pignoli del clima" stanno facendo arrabbiare le persone sbagliate. "Dobbiamo far arrabbiare i governi che decidono": sono i governi che devono assumersi la responsabilità e riconoscere la minaccia esistenziale, ha concluso. PERTANTO L'UOMO PUÒ FARE SÌ QUALCOSA.

Pedrolino 10 mesi fa su tio
Risposta a francox
Questa risposta in albanese invece non si capisce proprio hahah

RemusRogue 10 mesi fa su tio
Risposta a Pedrolino
Pedrolino... Albanese? forse non sei Ticinese... o forse volevi essere sarcastico ma sinceramente non si capisce bene la battuta
NOTIZIE PIÙ LETTE