Immobili
Veicoli

ValleseLa carica dei 30.000 boy scout e come sfamarli

15.07.22 - 16:18
A Goms (VS) va in scena il campo scout federale, 800 gruppi provenienti da ogni angolo della Svizzera
Foto Deposit
Fonte ATS
La carica dei 30.000 boy scout e come sfamarli
A Goms (VS) va in scena il campo scout federale, 800 gruppi provenienti da ogni angolo della Svizzera
L'approvvigionamento prevede fra le altre cose 54 tonnellate di pane e 19 di pasta, 15 tonnellate di riso, 41000 insalate iceberg, 19000 litri di salsa di pomodoro.

GOMS - Boy scout da tutta la Svizzera radunati nel Vallese. Un vero e proprio esercito se si guarda al numero dei partecipanti al Campo scout Federale, dove l'elemento provviste non è affatto una componente di poco rilievo.

30'000 bocche da sfamare. Quando si devono sfamare 30'000 bocche ogni giorno, come accadrà al campo scout di Goms (VS), le quantità diventano rapidamente impressionanti. Uno "spaghetto al pomodoro per tutti", ad esempio, richiede 4 tonnellate di pasta, 1,25 tonnellate di formaggio grattugiato e 5'000 litri di salsa di pomodoro.

«Nutrire un numero così elevato di persone è davvero una sfida logistica», ha dichiarato a Keystone-ATS la portavoce del campo federale Anja Walker, detta Paya. Per garantire il successo dell'operazione, la pianificazione è iniziata quattro anni fa.

800 gruppi. In un campo federale, ogni gruppo è responsabile della propria "cucina". Ma per evitare la mancanza di alcuni alimenti e per poter pianificare l'approvvigionamento, i menu vengono stabiliti in anticipo. Per ogni pranzo o cena, i circa 800 gruppi hanno dovuto scegliere in anticipo tra due proposte. Gli organizzatori hanno attinto ai "grandi classici dei campi scout": spaghetti, croûte al formaggio, nasi goreng, hamburger.

Le quantità - Le quantità sono impressionanti: durante i quindici giorni del campo, Migros consegnerà circa 54 tonnellate di pane, 19 tonnellate di pasta, 15 tonnellate di riso, 41'000 insalate iceberg, circa 19'000 cetrioli, 14 tonnellate di carote, 19'000 litri di salsa di pomodoro e 7,5 tonnellate di purea di mele, solo per citarne alcuni. «Visto che gli scout cucinano in modo ecologico, i pasti sono in linea di massima senza carne», spiega Anja Walker. «Ma le diverse sezioni possono scegliere la carne come opzione, se lo desiderano».

La cella frigo di 1100 metri quadrati. Due volte al giorno i gruppi ritireranno il cibo ordinato: al mattino per il pranzo e al pomeriggio per la cena. La distribuzione avviene in una tenda gigante con una cella frigorifera di 1100 metri quadrati. Il campo avrà anche un proprio negozio di generi alimentari, dove i partecipanti potranno acquistare prodotti di base, comprese alternative per vegetariani, vegani o allergici.

Un campo eco-sostenibile Gli organizzatori si stanno inoltre adoperando per evitare il più possibile gli sprechi. I prodotti non deperibili che non hanno lasciato il luogo di distribuzione o il negozio possono essere restituiti al fornitore. Gli altri alimenti non distribuiti saranno utilizzati in cucina per i volontari e nel ristorante. Inoltre, è possibile scambiare tra i gruppi alimenti non cotti e confezioni sigillate che non devono essere refrigerate. A tal fine sarà disponibile un canale di comunicazione.
 
 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA