Immobili
Veicoli

GRIGIONII Grigioni puntano tutto sulla terza dose: «Dobbiamo salvare la stagione invernale»

26.11.21 - 12:17
Il governo grigionese si gioca il tutto per tutto con la terza dose. Intervista al consigliere di Stato Peter Peyer
Ti-Press
Fonte 20 Minuten
I Grigioni puntano tutto sulla terza dose: «Dobbiamo salvare la stagione invernale»
Il governo grigionese si gioca il tutto per tutto con la terza dose. Intervista al consigliere di Stato Peter Peyer
Da lunedì Coira apre al richiamo vaccinale per tutti i residenti sopra i 16 anni. «Vogliamo evitare misure più severe»

COIRA - I Grigioni non perdono tempo. La stagione sciistica è troppo importante, e per salvarla dal Covid non ci sono molti mezzi. Da lunedì prossimo tutti i grigionesi sopra i 16 anni potranno accedere alla dose di richiamo.

È il primo cantone in Svizzera a fare questo passo. 20 Minuten ha intervistato Peter Peyer, consigliere di Stato grigionese alla guida del Dipartimento della sanità di Coira. «Ci aspettiamo un aumento della protezione vaccinale soprattutto tra le persone sopra i 65 anni». 

Altri cantoni esitano ancora. A Berna ad esempio gli under 65 dovranno aspettare fino a gennaio. Eppure il virus non si ferma alle frontiere cantonali. 
«Non commentiamo quello che fanno gli altri cantoni. Ognuno deve trovare la propria strada. Per i Grigioni la vaccinazione, il boosting e i test sono le opzioni più promettenti». 

Vi aspettate una grande richiesta?
«Nei Grigioni ci sono 37mila over 65 che hanno fatto la vaccinazione oltre sei mesi fa. Di questi, circa 9mila hanno già fatto il richiamo. Speriamo di colmare il gap».

Entro quando contate di fornire il richiamo a tutti quelli che lo desidereranno?
«Prima di Natale».

Altri cantoni hanno il problema che le infrastrutture sono già state smantellate. 
«A parte il bus per le vaccinazioni, nei Grigioni non abbiamo praticamente smantellato nessuna infrastruttura. Ci si può vaccinare nei nove centri di vaccinazione regionali, negli uffici dei medici di base e nelle farmacie. Inoltre, un ulteriore centro di vaccinazione pop-up sarà aperto lunedì a Coira». 

Basterà per salvare la stagione sciistica?
«Per far fronte all'ondata invernale punteremo su una protezione globale. Vogliamo adottare misure mirate, senza drastiche limitazioni alla vita pubblica. L'obiettivo è di evitare il sovraccarico del sistema sanitario e rendere la stagione invernale più sicura possibile. Ma il numero dei casi dovrà scendere in modo significativo». 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA