Flickr
+2
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
6 ore
Omicron: primo caso sospetto in Svizzera
L'Ufsp sta svolgendo accertamenti su una persona rientrata dal Sudafrica una settimana fa
SVIZZERA
10 ore
Più di 200 pazienti già in terapia intensiva
La nuova variante Omicron non è ancora stata rilevata in Svizzera
SVIZZERA
10 ore
Predatori, inquilini, stranieri: le votazioni negli altri cantoni
In 10 cantoni i cittadini si sono espressi su oggetti locali. Ecco i risultati
SVIZZERA
10 ore
«L'odio e la rabbia non appartengono alla Svizzera»
Quello della Legge Covid «è il miglior risultato mai raggiunto da una legge posta sotto referendum», così Berset.
ZUGO
13 ore
L'albero di natale in macchina, la multa all'autista
L'appello della polizia: «Bisogna fare attenzione che il carico non ostruisca la visuale»
VALLESE
14 ore
Il Vallese dice sì all'iniziativa per l'abbattimento facilitato dei grandi predatori
L'esito dello scrutinio non ha riservato sorprese, ma il margine di manovra del cantone è risicato
SVIZZERA
16 ore
Camici in aria, approvata l'iniziativa sulle cure infermieristiche
Il risultato è apparso chiaro sin dai primi risultati: è un trionfo dei favorevoli.
SVIZZERA
16 ore
Sorteggio per eleggere i giudici? Niente da fare
Il 68,1% dei cittadini svizzeri ha deciso di mantenere il sistema attuale
SVIZZERA
16 ore
Fine dei giochi, la Legge Covid trionfa con un netto sì
Il 62% degli svizzeri ha approvato il testo. Alto tasso di consensi anche in Ticino.
FOTO
SVIZZERA
16 ore
Palazzo federale blindato per il voto
Misure di protezione mai viste a Berna in vista del voto odierno sulla Legge Covid-19.
SVIZZERA
17 ore
«La nuova variante si diffonderà presto o tardi anche in Svizzera»
Al momento Tanja Stadler non si sbilancia su un'eventuale maggior pericolosità di Omicron.
SVIZZERA
18 ore
In attesa del voto, «basta con le ostilità»
Grande successo per l'appello lanciato dalla Società svizzera di utilità pubblica settimana scorsa.
SVIZZERA
18 ore
«Venga introdotta la regola del 2G»
Nel giorno della votazione sulla Legge Covid-19, sale la pressione sulle persone non vaccinate.
SVIZZERA
20 ore
Vaccino dai cinque anni in su: «Siamo in ritardo»
In Svizzera, contrariamente all'UE, i bambini sotto i 12 anni non possono ancora vaccinarsi.
SVITTO
1 gior
Auto nel pendio, un morto
Grave incidente ieri pomeriggio a Muotathal. Due feriti e un decesso
SVIZZERA
1 gior
Noto attivista Corona-scettico finisce in cure intense con il virus
Il 66enne François de Siebenthal si è opposto pubblicamente alle disposizioni sanitarie decise dal Governo federale.
GRIGIONI
1 gior
Non ce l'ha fatta il parapendista caduto ad Arosa
Il 75enne è spirato ieri in ospedale a causa delle serie ferite riportate nell'incidente di domenica scorsa.
FOTO
SVIZZERA
1 gior
«Tutte le persone presenti su quell'aereo devono testarsi»
L'UFSP ha scritto un SMS a tutti i passeggeri del volo atterrato questa mattina a Zurigo e proveniente da Johannesburg.
SVIZZERA
1 gior
Cassis ha sentito il ministro degli esteri cinese al telefono
Dopo il guasto che lo ha lasciato a piedi, il consigliere federale ha avuto un «buon colloquio» con Wang Yi.
SVIZZERA
1 gior
Nuove Covid-restrizioni a Neuchâtel e San Gallo
Nel cantone romando scatta l'obbligo di mascherina in musei, cinema e chiese. Fortemente raccomandato il telelavoro.
SAN GALLO
1 gior
Si butta in mezzo alla strada e sputa addosso a soccorsi e polizia
Un uomo di 32 anni è stato arrestato per aver messo in pericolo sé stesso e gli altri.
SVIZZERA
1 gior
Licenziati cinque militari no-vax
Facevano parte del Comando forze speciali e senza vaccino non avrebbero potuto effettuare missioni all'estero.
BERNA
06.08.2021 - 14:390
Aggiornamento : 16:47

La Banca Nazionale Svizzera sotto accusa

Diversi ragazzi a terra per denunciare le pratiche commerciali poco sostenibili della BNS.

I manifestanti: «Smettetela d'investire in progetti e aziende che violano i diritti umani e distruggono ecosistemi».

BERNA - Circa 1500 persone si sono riunite oggi a Berna per alzare la voce a favore del clima. La manifestazione chiude la settimana d'azione "Rise Up for Change", iniziata lo scorso venerdì con l'allestimento di "un campo climatico" a Zurigo.

Oggi nel mirino dei dimostranti, in gran parte giovani, c'è la Banca nazionale svizzera (BNS), criticata per gli investimenti in petrolio, carbone e gas. Questa mattina è stato organizzato un flash mob - con una sorta di simbolico "oleodotto" sulla Piazza federale volto a denunciare le pratiche commerciali poco sostenibili della BNS - davanti alla sede dell'istituto. Già a inizio settimana gli attivisti, nel centro di Zurigo, hanno bloccato le entrate delle sedi di Credit Suisse e di UBS per protestare contro gli investimenti nei combustibili fossili delle due grandi banche.

La BNS dovrebbe smettere immediatamente di investire in progetti e aziende che violano i diritti umani e distruggono ecosistemi, sostengono i manifestanti, secondo i quali l'istituto detiene attualmente azioni per un valore di 5,5 miliardi di franchi in imprese che producono combustibili fossili.

Con la manifestazione odierna - autorizzata dalle autorità - si è chiusa la settimana di protesta a favore del clima. Nel pomeriggio, gli organizzatori, contrariamente al programma originale, hanno organizzato un corteo non autorizzato.

Come una grande festa - Laura Foglia, attivista di Sciopero per il Clima, racconta così la marcia inedita direttamente da Berna: «C'è un clima molto bello e il corteo è tollerato dalla polizia. Stanno tutti saltando, cantando. Ci sono tanti bambini e anche anziani. Ci dirigiamo verso Schützenmatte. È bello vedere così tante persone dopo così tanto tempo, soprattutto a una manifestazione che chiede di togliere i finanziamenti al settore fossile».

Un altro manifestante di Klimastreik, Constantin, commenta così l'azione odierna: «C’è tanta gente che solidarizza e che capisce questo enorme problema, ovvero quanto è illogico che la piazza finanziaria svizzera emetta venti volte in più di tutta la Svizzera stessa con i suoi investimenti. Trovo assurdo che manifestare venga riportato come un’azione molto estrema, quando in realtà è una cosa così ovvia davanti a un problema così grande.

Settimana d'azione per il clima - I partecipanti alla settimana d'azione hanno allestito lo scorso venerdì il "campo climatico" nella zona dell'ex stadio dell'Hardturm di Zurigo. Nel corso della settimana sono avvenuti incontri, workshop, concerti, momenti di svago e di discussione incentrati sulla responsabilità climatica della piazza finanziaria. L'obiettivo, secondo gli organizzatori, è di «mettere le istituzioni finanziarie svizzere su una traiettoria sociale e climatica».

Lo scorso lunedì mattina erano circa 200 gli attivisti per il clima che hanno invaso la Paradeplatz e la Banhofstrasse a Zurigo, bloccando le entrate delle sedi di Credit Suisse e di UBS. I manifestanti hanno ostruito il passaggio con barili, file di biciclette e sedendosi a terra e attirato l'attenzione con canti, cori e striscioni. La polizia è intervenuta sul posto in forze: dopo un primo ultimatum, ha sgomberato i blocchi e arrestato 83 persone.

Nel settembre 2020, invece, gli attivisti avevano occupato la Piazza federale di Berna. Il loro accampamento di protesta è stato inizialmente tollerato, ma poi sfrattato dalla polizia dopo 48 ore.

Flickr
Guarda tutte le 6 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Tato50 3 mesi fa su tio
Ma quei 100'000 o più ( scrivo a caso) che lavorano per le banche non potrebbero scendere in strada anche loro quando questi sono sdraiati ma tanti non sanno perché o hanno a casai apparecchi che contengono quello che contestano ?? Avanzate pano piano in direzione dei buontemponi e vedrete che non ci vorrà la Polizia per farli sloggiare ;-))
Scigu 3 mesi fa su tio
Ma la tournee del Knie non comincia in ottobre?
Princi 3 mesi fa su tio
noi a rispettare le regole imposte da berna e questi lazzaroni fanno quello che vogliono !!!! siete la vergogna della SVIZZERA
Dalu 3 mesi fa su tio
Che commenti intelligenti! Si denota l’interesse verso le future generazioni… complimenti
Tato50 3 mesi fa su tio
Ma non era previsto che oggi quella strada dovesse essere asfaltata ? A quei "signori" bisognerebbe chiedere da quale Cantone provengono cosi la Banca Nazionale non verserà dividendi milionari a quei Cantoni che hanno cittadini di quel tipo che i soldi gli fanno schifo !!!!!!!!
Dalu 3 mesi fa su tio
Bravi avete tutto il mio supporto! Mentre gli stolti continuano a fregarmene altamente di ciò che stiamo facendo al pianeta senza dare un giusto futuro a figli e nipoti, alcuni provano a fare di tutto per fermare sto schifo! Incredibile la quantità di gente che ha le fette di salame sugli occhi… se solo si informassero un po’, riterrebbero loro degli idoli, non dei lazzaroni, ma si sa, in questo paese gli ipocriti fioriscono ogni giorno!
Tato50 3 mesi fa su tio
@Dalu Se vuoi costruire una casa l'ipoteca chiedila a quelli ;-(
vulpus 3 mesi fa su tio
Ma che bella festa dopo il Covid. Ma dopo la festa cosa succede? Quanti di questi manifestanti si sono spostati su un veicolo a motore per raggiungere Berna? È troppo facile inscenare queste manifestazioni plateali. Proviamo a pensare che domani tutta l'energia fossile non è più accessibile. Cosa pensate che succederebbe? Una guerra non civile , ma per la sopravvivenza. Nessuno rinuncia a nulla , ma vogliamo solo drammatizzare una situazione , dove l'uomo può ben poco per cambiare qualcosa.
Peter Parker 3 mesi fa su tio
Come si vede che e' mancato il Carnevale.... Dai speriamo che nel 2022 si ricominci altrimenti questi bisognera' sopportarli ancora un'altra estate.
seo56 3 mesi fa su tio
Ma andate a lavorare!! Vergognoso 😡😡😡😡😡😡
Gus 3 mesi fa su tio
Andate a lavorare (oggi è venerdì, giorno lavorativo o siete tutti mantenuti?)! Vi farebbe bene: finalmente vi stanchereste e non pensereste più stupidaggini
#JenaPlinsky 3 mesi fa su tio
@Gus 👍🏼
cle72 3 mesi fa su tio
@Gus Ti ricordo che la UBS esiste ancora perché salvata dalla confederazione!!! Indifendibile, uno schifo e c'è gente che muore di fame al mondo!!!
Blobloblo 3 mesi fa su tio
@Gus L’edilizia è in vacanza!!! Chi ti credi di essere per giudicare senza sapere??
Blobloblo 3 mesi fa su tio
@Gus E se il clima ti sembra una stupidaggine?? Io preferisco respirare aria, non inquinamento, non so tu?
Tato50 3 mesi fa su tio
@Blobloblo Hööö la madona, respiro io con un polmone solo ;-(
Tato50 3 mesi fa su tio
@cle72 È un periodo che abbiamo idee diverse. Certo, UBS è stata salvata dalla Confederazione con un prestito CHE È STATO RESTITUITO. Swissair l'hanno lasciata affondare e qualcuno, che si è dato dare fare perché questo avvenisse ha lasciato il suo posto con in tasca milioni di franchi dopo un processo farsa ,-((
Dalu 3 mesi fa su tio
@Tato50 UBS ha ridato i soldi? Davvero? Se parli del prestito ok, ma dei titoli tossici cosa diciamo? 57 miliardi buttati nel wc! Chi li paga????
cle72 3 mesi fa su tio
@Tato50 In realtà la confederazione ha dato i soldi sottoforma d'azioni per rifar ripartire la baracca e far girare di nuovo i soldi. Una volta ripartito il tutto a venduto i titoli guadagnando pure dei soldi. Insomma la confederazione ha giocato e si è ripresa i soldi suoi con gli interessi. UBS non ha restituito nulla!
cle72 3 mesi fa su tio
@Tato50 Beh! Diciamo che anche i menager di allora di UBS ne sono usciti con bonus da capogiro nonostante li crack finanziario creato
Tato50 3 mesi fa su tio
@cle72 Forse, non lo so, però la Banca esiste ancora, Swissair no !
Tato50 3 mesi fa su tio
@Dalu Chissà perché, pur avendo "titoli tossici" anche quest'anno hanno fatto utili che superano i miliardi. Io non li pago di certo, all'UBS non uso nemmeno il Bankomat. Parla del Credit Suisse e di quello che hanno combinato alcuni funzionari agendo di loro iniziativa nell'ultimo acquisto per miliardi creando una voragine !!
Tato50 3 mesi fa su tio
@Dalu Cinque anni fa, il 16 ottobre 2008, è avvenuto il salvataggio di UBS da parte della Banca Nazionale Svizzera, che si è assunta i “titoli tossici” di UBS per il valore di 54 miliardi di franchi. A questi si somma un aiuto di 6 miliardi di franchi da parte della Confederazione che hanno permesso a UBS di raggiungere il capitale proprio minimo per operare. Destabilizzata dalla crisi dei mutui ipotecari americani, la banca ha così evitato il fallimento riguadagnando con il tempo la fiducia dei propri clienti. L’intervento di governo e Banca Nazionale aveva lo scopo di salvaguardare l’economia del paese e ha rispecchiato il peso che il colosso bancario possiede tutt’ora in Svizzera.UBS intende chiudere la partita in queste settimane, riacquistando per 50 miliardi i “titoli tossici” dalla BNS. C’è chi sostiene che il salvataggio di UBS sia stato un affare per tutti. Ecco, tu hai perso qualcosa ?
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-11-29 04:20:21 | 91.208.130.89