Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
FOTO
CANTONE / SVIZZERA
2 ore
Tra lo smartphone e una maxi grattugia, i ticinesi del Flugtag
L'evento Red Bull ha avuto luogo oggi a Losanna. Quaranta i gruppi che hanno partecipato, nessuno ha raggiunto il record
SAN GALLO
7 ore
Fugge dalla polizia perché senza patente. Ma gli va male
Un 24enne alla guida del suo furgone si è sottratto venerdì scorso a un controllo ad Altstätten.
SAN GALLO
7 ore
Il malore, lo schianto e la morte sull'A3
È morto sul posto il 78enne belga protagonista dell'incidente avvenuto nel pomeriggio a Berschis.
FOTO
SVIZZERA
8 ore
Un dialogo tra campagna e città
Le aziende agricole elvetiche hanno accolto oggi numerosi visitatori per presentare la loro attività
SONDAGGIO
SVIZZERA
10 ore
I non vaccinati in attesa di Johnson & Johnson
La Confederazione sta negoziando l'acquisto di dosi. Nel frattempo cittadini impazienti contattano Swissmedic
SOLETTA
10 ore
Auto senza targa sull'A1, la polizia la insegue senza successo
Il veicolo, rubato a Zurigo, è stato successivamente ritrovato in un parcheggio a Derendingen.
SCIAFFUSA
11 ore
«Nulla a che fare con l'incidente a Paradies»
I sommozzatori della polizia erano impegnati nella ricerca dei due nuotatori scomparsi, quando hanno rinvenuto un corpo.
BERNA
12 ore
Due ragazzine investite da un'auto
Una 13enne e una 15enne sono rimaste coinvolte in un incidente la scorsa notte a Meinisberg.
SVIZZERA
12 ore
In limousine dall'amante
Il Ministro nell'occhio del ciclone per aver utilizzato l'automobile di rappresentanza per un viaggio privato.
BERNA
31.12.2020 - 06:000
Aggiornamento : 15:00

Virus mutato: la task force teme uno scenario da incubo

Se il numero di contagi non si dimezza ogni due settimane, c'è il rischio di un'esplosione di casi in primavera.

La previsione più pessimistica? 20'000 nuove infezioni al giorno.

BERNA - La diffusione della nuova variante del virus proveniente dalla Gran Bretagna e dal Sudafrica preoccupa gli esperti federali. Ciò, alla luce di una situazione già tesa e di un numero di casi che ristagna a un livello elevato.

Le nuove mutazioni sono apparse per la prima volta in Sudafrica e nel Regno Unito. Attualmente, solo una manciata di casi della nuova variante sono stati rilevati in Svizzera. Tuttavia questa mutazione non va presa sotto gamba.

Secondo il capo della task force anti-covid Martin Ackermann, gli esperti in Gran Bretagna presumono che la nuova variante sia tra il 40 e il 70% più contagiosa rispetto ai precedenti ceppi di Sars-Cov-2. Non è chiaro se il virus sia anche più mortale.

Diffusione veloce - I sette casi confermati fino ad ora in Svizzera di questi ceppi mutati - che corrispondono a meno dell'uno per cento delle nuove infezioni - non sembrano molti, ha spiegato Martin Ackermann. Uno sguardo a ciò che capitato a Londra, particolarmente colpita dal virus, mostra tuttavia quanto velocemente potrebbero diffondersi le nuove varianti.

La Gran Bretagna ha informato l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) della mutazione a metà dicembre. «Oggi questa variante è rilevata nella maggior parte dei nuovi contagi nell'area metropolitana di Londra».

Uno scenario da incubo - La task force ha ipotizzato uno scenario (vedi grafico sotto) che all'inizio di gennaio assume circa 4.000 casi confermati in circostanze sostanzialmente invariate. Il presupposto: circa l'1% degli infetti in Svizzera è portatore del virus mutato. Le varianti mutate vengono trasmesse con un tasso d'infezione superiore del 50%. Se il numero di casi fosse dimezzato ogni quattro settimane (valore R 0,9), secondo questo modello, il numero d'infezioni salirebbe alle stelle ad aprile e sarebbero possibili fino a 20.000 nuove infezioni al giorno.


Screenshot / sciencetaskforce.ch

Come si può prevenire questo - Martin Ackermann ha sottolineato che la task force si atterrà alla raccomandazione urgente di mirare a dimezzare il numero d'infezioni ogni due settimane. Lo scenario più ottimistico (vedi grafico sotto) presuppone una rapida diminuzione delle infezioni, in modo che la curva delle nuove infezioni possa essere mantenuta piatta. «Anche in questa circostanza, tuttavia, si registrerà un aumento in primavera», afferma Ackermann.


Screenshot / sciencetaskforce.ch

Quali misure dovrebbero essere attuate - Per la task force, il test è la via più efficace. Ma anche il tracciamento a ritroso, utile a identificare dove è stata infettata una persona che risulta positiva. Come ulteriore intervento, la task force ha sottolineato che l'inizio della scuola dovrebbe essere posticipato all'11 gennaio.

Screenshot / sciencetaskforce.ch
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-20 01:21:14 | 91.208.130.86