Immobili
Veicoli
Keystone (archivio)
ARGOVIA
18.12.2020 - 18:400
Aggiornamento : 19:00

Argovia va oltre: da lunedì chiusi anche i negozi

Sarà ancora possibile fare la spesa. Esclusi dalla misura anche i chioschi e gli shop delle stazioni di servizio

AARAU - Argovia ha scelto di spingersi più in là rispetto a quanto deciso oggi dal Consiglio federale per contenere l'epidemia di Covid-19. Il cantone ha annunciato nel tardo pomeriggio, al termine di una seduta straordinaria del governo, che i negozi lunedì non riapriranno. Fare la spesa rimane comunque possibile.

I negozi saranno chiusi dalle 24 di domenica. Sono esentati dal provvedimento quelli di generi alimentari e altri esercizi, come i chioschi e gli shop delle stazioni di servizio, che vendono cibo o beni per esigenze urgenti e quotidiane.

Misure più severe sono necessarie per tutelare la salute della popolazione, ha detto, durante una conferenza telefonica, il presidente dell'esecutivo argoviese Markus Dieth. Le autorità hanno ritenuto di dover intervenire per far fronte all'aumento delle infezioni e alla minaccia di sovraccarico del sistema sanitario.

Altre attività sono escluse dalla decisione, come ad esempio le farmacie, le drogherie, i fioristi, i parrucchieri e i fisioterapisti. Lo stop non riguarda nemmeno i mercati di alimentari che si tengono all'aperto o comunque in spazi non chiusi.

Nel cantone sono inoltre vietati gli incontri di oltre cinque persone negli spazi pubblici. Chiusi anche bordelli, cabaret, strip club e saune.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Nikko 1 anno fa su tio
In Ticino dovrebbero chiudere tutti i servizi non essenziali e trascorrere finalmente il periodo Natale-Capodanno-Befana senza corse agli acquisti inutili e superflui, senza sprechi in illuminazioni assurde, e senza bagordi vari, per una società meno consumistica, meno sfrenata, meno agitata e più rispettosa nei confronti dell’ambiente e del prossimo.
Luca 68 1 anno fa su tio
bravi, qualche politico responsabile esiste ancora, peccato che in Ticino non ce ne sono
pillola rossa 1 anno fa su tio
Petulanti
Dani 1 anno fa su tio
Da 0 a 100 in un giorno. La Svizzera è ormai isterica
Lore61 1 anno fa su tio
@Dani ... Caspita, prima allora non moriva nessuno! E io che pensavo che i flagelli dell'umanità fossero i tumori, infatti, tabagismo ecc..., con percentuali MOLTO più alte... XD
LucaAstro 1 anno fa su tio
Almeno un cantone con politici con un po’ di materia grigia... avrebbero potuto reagire prima, ma almeno lo hanno fatto! In Ticino invece non abbiamo politici con materia grigia e i risultati sono sotto gli occhi di tutti! 5 bambela allo sbaraglio: VERGOGNATEVI E SPARITE!!!!
seo56 1 anno fa su tio
Un po’ più coraggiosi dei nostri politici. Plauso 👍🏼👏🏻👏🏻
Cry77 1 anno fa su tio
@seo56 Esatto
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-05-17 14:02:05 | 91.208.130.89