Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
7 ore
Code a mai finire e trasporti al collasso, la Confederazione è preoccupata
Per Michael Töngi, consigliere nazionale dei Verdi, la soluzione è il mobility pricing, anche in favore
SVIZZERA
8 ore
Le donne del PPD hanno una nuova Presidente
Si tratta dell'argoviese Christina Bachmann-Roth
SAN GALLO
8 ore
Cervelat con un chiodo: «I bambini potevano farsi male»
Un'esca crudele per animali è stata trovata in un parco giochi. La polizia: «Non è la prima volta»
BASILEA CAMPAGNA
9 ore
Perde il controllo del veicolo e finisce contro un lampione
Il 59enne alla guida, le cui condizioni non sono state rese note, è stato trasportato in ospedale
SVIZZERA
9 ore
Accudimento dei bambini: un servizio pubblico accessibile a tutti
«Per molte famiglie, specialmente per i genitori single, la cura dei bambini da parte di terzi è una necessità»
SVIZZERA
10 ore
Il capo dell'esercito ammette alcuni errori nei costi per l'informatica
Il budget è stato fissato a 100 milioni in meno di quanto poi risultato in un secondo tempo
BERNA
11 ore
I "no pass" riempiono la Bundesplatz
Migliaia di manifestanti si sono rinuniti oggi pomeriggio davanti a Palazzo Federale
VAUD
13 ore
UDC in assemblea: tre "no" e una risoluzione contro le città di sinistra
Marco Chiesa ha poi scoccato alcune critiche al Consiglio federale, sulle restrizioni e sull'energia
ZURIGO
14 ore
Investito sulle strisce, non ce l'ha fatta
Un 77enne ha perso la vita in seguito alla collisione con una vettura
SAN GALLO
17 ore
Un gatto fa schiantare la Maserati
Sfortunato incidente questa notte nel canton San Gallo
FOTO
CANTONE/SVIZZERA
1 gior
«Si faccia di più per il clima»
Le manifestazioni si sono svolte in tutta la Svizzera. Gli attivisti hanno fatto sentire la loro voce anche a Bellinzona
SVIZZERA
01.10.2020 - 09:100

Garzoni: «I numeri riflettono il comportamento della popolazione»

«La situazione è sotto controllo. Ma non dobbiamo mollare» afferma l'infettivologo ticinese.

Ma l'UFSP frena: «Dobbiamo aspettare e vedere cosa succede nelle prossime settimane».

BERNA - A metà settembre la paura di una nuova ondata era forte, considerando il numero crescente di casi nel Paese. Ma negli ultimi sette giorni si è assistito ad un calo del 24% dei positivi rispetto alla settimana precedente (da mercoledì a mercoledì). Anche il numero dei ricoverati è sceso leggermente. Tuttavia l'UFSP fa notare che sono stati effettuati anche meno test. 

«La Svizzera non è ancora incappata nella seconda ondata» ha dichiarato l'epidemiologo Marcel Tanner a 20 Minuten. «Si parla di ondata solo quando non si riesce più a identificare la catena dell'infezione». E non è questo il caso: «I cantoni stanno facendo un ottimo lavoro, e al momento i casi potrebbero anche aumentare leggermente senza che il lavoro delle squadre di ricerca risulti sovraccarico. Grazie alle misure intraprese abbiamo temporaneamente scongiurato la seconda ondata». 

Tracciamento dei contatti - Tanner vede nella ricerca dei contatti il momentaneo successo: «I cantoni sono migliorati molto negli ultimi mesi. Oggi riusciamo ad identificare le fonti delle infezioni e a prevenire la trasmissione attraverso delle misure mirate». Ed è ciò che consente alla Svizzera, ad esempio, di autorizzare nuovamente i grandi eventi, a condizione che vi siano misure di protezione adeguate. 

Mascherine - Anche l'epidemiologa di Basilea Emma Hodcroft si dice soddisfatta dell'abbassamento dei casi: «L'aumento dell'utilizzo della mascherina e le misure più severe adottate nel Canton Vaud hanno contribuito a questo risultato». Un esempio di come possiamo riuscire a contenere il virus senza applicare strette misure in tutto il Paese. 

Meno viaggi - L'infettivologo ticinese Christian Garzoni aggiunge un ulteriore motivo che spiega la diminuzione dei casi: «Dalla fine delle vacanze estive i viaggi sono diminuiti notevolmente. Di conseguenza è calato il numero di casi importati in Svizzera». Anche Garzoni crede che una situazione come quella vissuta in primavera non si ripresenterà con la stessa intensità: «La situazione è sotto controllo. Ma non dobbiamo mollare. I numeri riflettono il comportamento della popolazione».  

Europa in crisi - In molti paesi europei tuttavia il numero di casi sta rapidamente aumentando. Secondo Tanner uno dei motivi del successo svizzero è l'approccio federalista: «Stati più centralizzati come la Francia sono in grado di reagire meno rapidamente ed efficacemente a livello locale».

Estate all'aperto - Inoltre, secondo Hodcroft, in Svizzera quest'estate abbiamo potuto passare molto tempo all'aperto: «In altri paesi europei questo è accaduto in misura minore a causa della densità della popolazione in alcune città, il che rende più difficile contenere la diffusione del virus».   

Non è finita - Nonostante le cifre attualmente buone, gli scienziati sottolineano quanto sia importante che tutti continuino a seguire le misure in vigore. «Se non molliamo, vinciamo» afferma Tanner. «Dobbiamo adattarci alla danza del virus: se si muove, dobbiamo muoverci di conseguenza per fermarlo» aggiunge Hodcroft. 

Aspettare le prossime settimane - Anche Daniel Dauwalder, portavoce dell'UFSP, afferma che il numero di casi è per ora stabile, ma aggiunge che è ancora troppo presto per parlare di una tendenza reale: «Dobbiamo aspettare e vedere cosa succede nelle prossime settimane». Va inoltre tenuto in considerazione che il numero di test effettuati negli scorsi giorni era inferiore del 20% rispetto a quelli della settimana precedente. «Ma anche tenendo conto della quantità dei test, il numero dei casi è relativamente stabile. Questo è il fatto decisivo» afferma Tanner. Positivo anche il lieve calo dei ricoveri: «In percentuale nelle ultime settimane è aumentata la percentuale degli anziani contagiati, ma il numero dei ricoveri è calato leggermente».  

 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-24 03:18:08 | 91.208.130.86