Immobili
Veicoli

SVIZZERALa previsione (pessimistica) dell'ETHZ: «Sarà più lenta, ma causerà più morti»

27.05.20 - 16:47
Secondo un calcolo matematico elaborato dai ricercatori del Poli i principali vettori potrebbero essere i giovani.
Keystone (archivio)
Fonte ats
La previsione (pessimistica) dell'ETHZ: «Sarà più lenta, ma causerà più morti»
Secondo un calcolo matematico elaborato dai ricercatori del Poli i principali vettori potrebbero essere i giovani.
Uno studioso: «Senza avere davanti agli occhi un palese problema del sistema sanitario, la popolazione potrebbe non percepire la minaccia o non comprendere le misure restrittive».

ZURIGO - Un'eventuale seconda ondata di Covid-19 in Svizzera potrebbe avere un decorso più lento ma causare più morti della prima. È quanto risulta da un calcolo effettuato dai ricercatori del Politecnico federale di Zurigo (ETHZ) con un nuovo modello matematico.

Il numero dei malati aumenterà più lentamente perché la società ha attraversato un processo di apprendimento ed è ora più cauta rispetto all'inizio della pandemia, spiega l'ETHZ in una nota odierna.

Anche se il numero di riproduzione di base (conosciuto come R0) dovesse salire di nuovo oltre 1, è praticamente certo che non sarebbe così alto come all'inizio della prima ondata d'infezione all'inizio di marzo. E su questa base non c'è aspettarsi un collo di bottiglia nel sistema sanitario.

«Questa è, da un lato, una buona notizia, ma subdola dall'altro», afferma l'autore dello studio Dirk Mohr, professore di Modellazione numerica dei materiali presso il Dipartimento d'Ingegneria Meccanica e di Processo.

Una seconda ondata in ascesa molto lenta, con un R0 solo leggermente superiore a 1 (numero medio di nuove infezioni originate da un singolo individuo nel suo periodo di infettività), sarebbe particolarmente insidiosa, precisa Mohr. Perché, «senza avere davanti agli occhi un palese problema del sistema sanitario, la popolazione potrebbe non percepire la minaccia o non comprendere la necessità di misure restrittive».

Una tale ondata potrebbe quindi portare un numero molto elevato di morti aggiuntive. In base ai calcoli dell'ETH fino a 5'000, a seconda dell'andamento dell'epidemia.

Nel loro computo, i ricercatori hanno calibrato il loro modello con le cifre ufficiali pubblicate dai Cantoni e hanno incluso informazioni dettagliate sulla demografia e sui generi di contatto specifici per età. Sono così riusciti valutare gli R0 delle singole fasce d'età per la prima ondata pandemica.

Ne è risultato che in Svizzera i ragazzi dai 10 ai 20 anni contribuiscono fortemente alla diffusione del virus e, in misura superiore alla media, anche la fascia dai 35 ai 45 anni. Gli anziani, invece, diffondono il virus in misura molto inferiore alla media.

Se nelle scuole, rispettando costantemente le norme sul distanziamento sociale e le misure igieniche, si riuscisse a dimezzare la probabilità di trasmissione dell'infezione, il numero previsto di decessi aggiuntivi nella popolazione totale passerebbe da 5'000 a meno di 1'000, sottolinea la nota odierna.

La pubblicazione dell'ETH non è ancora passata attraverso il normale processo di revisione scientifica.

COMMENTI
 
Tzozjlred 2 anni fa su tio
Ecco un esempio di giornalismo chiamatol'manipolazione di massa'...diffidiamo di questi pseudo studi che orientano i lettori all estremo terrore. Ciò non toglie che il virus d' latente e potrebbe anche essere più pericoloso....o forse molto meno.
Don Quijote 2 anni fa su tio
E anche l'oroscopo per oggi è servito! Avranno usato i dadi o la sfera di cristallo?
francox 2 anni fa su tio
Mi ricordo un paio di mesi fa, quando alcuni dicevano che si muore di più per l'influenza che per il covid. Immagino siano gli stessi che ora sostengono che quelli del politecnico sono fessi, stile Donald Trump. Ma allora perchè leggete questi articoli? Se non mi interessa il gossip non leggo novella 2000..
tip75 2 anni fa su tio
tranquilli ci ha pensato il consiglio federale oggi a scaldare i motori in vista della realizzazione di questa previsione. che poi uno si chiede sport di contatto no ma zoccole si...discoteche si....assembramento fino 300 si ma li tracciamo ahahhah dopo due giorni nemmeno ci si ricorda chi si è incontrato...un applauso ai soldi ancora una volta. sudditi del ghellino
francox 2 anni fa su tio
Leggendo i commenti sotto, mi conforta l'idea di avere in casa così tanti esperti in epidemiologia.
sedelin 2 anni fa su tio
la matematica é diventata un'opinione
Yeti 64 2 anni fa su tio
tutti questi spaventapasseri che scrivono e i dottori e politici che li fomentano andrebbero messi in quarantena per almeno un’era glaciale con distanza sociale tra di loro (almeno un chilometro tra uno e l’altro) e senza mezzi di comunicazione. Almeno ce ne stiamo tranquilli per un po’.
marco17 2 anni fa su tio
Ben detto!
sedelin 2 anni fa su tio
ah ah ah :-))))
pillola rossa 2 anni fa su tio
Sembrerebbe, potrebbe, forse, magari... la pubblicazione dell'ETH non è ancora passata attraverso il normale processo di revisione scientifica...
VECCHIOTTO 2 anni fa su tio
Terroristi .. Giornalisti terroristi. Smettetela!!!
Heinz 2 anni fa su tio
RICORDATI CHE DEVI MORIRE! Si mo me lo segno eh...
vulpus 2 anni fa su tio
Ma è una cosa pazzesca la diffusione di questo terrorismo sanitario. ma a cosa serve? Se serve ai politici per prevedere il necessario, che vada a loro usufrutto. Ma diffondere questa pseudo notizia, o meglio inutile notizia, catastrofica, serve solo a preoccupare la gente, e già troppi sono diventati troppo sensibili in questo periodo. Si parla solo di cose teoriche: oramai i ragazzi che 15 giorni fa sono stati dichiarati immuni e non diffusori, quì sono diventati il maggior propagatore del virus. Smettetela una volta tanto di raccontare fregnacce ( magari li abbiamo anche pagati questi).Oltretrutto non sono scienziati nè medici, ma soltanto smanettatori di tastiere. È oramai tempo e ora che qualcuno spieghi come mai il virus è diventato molto"leggero" I medici , non solo in Svizzera , ma anche nelle nazioni limitrofe hanno ammesso, seppur a denti stretti ,che il virus non ha più quella forma molto aggressiva che aveva 2 mesi fa. E neppure si è accettabile la teoria di qualcuno, che ora i decessi hanno comportato le persone già debilitate e quelle ora che si infettano non hanno altri problemi. Purtroppo ne sono deceduti di tutte le età , con o senza altre malattie. Vogliamo maggior chiarezza e serietà nell'esame della situazione attuale.
Ben8 2 anni fa su tio
Basta deprimerci
ciapp 2 anni fa su tio
ma chi lé ol scienziato da questa statistica ???? licenziare immediatament
Mah916 2 anni fa su tio
Totale Ecco i dati dell'ufficio federale di statistica (aagiornati alla 20 settimana): 2020 2019 2018 2017 2016 2015 Tot 27 716  27 408  27 703  27 640  25 428  28 909 E per chi volesse scaricare il file: https://www.bfs.admin.ch/bfs/fr/home/actualites/covid-19.assetdetail.13047397.html A prima vista sembra che l'impatto sia neutro....
MrBlack 2 anni fa su tio
La domanda è come sarebbero quei numeri se non si fossero prese misure. Le misure restrittive sono state prese proprio per evitare una esplosione di vittime e senza posto sufficienti negli ospedali. Se è neutro è un’ottima notizia. Non sono state introdotte per niente ;-)
Mah916 2 anni fa su tio
Quando potremo vedere i dati sulla prima? magari per esempio decessi per fasce di eta'? cosi' almeno capiamo se e quanto dobbiamo temere? sarebbe una corretta informazione e molto apprezzata dai lettori credo....
Roger maids 2 anni fa su tio
Qui parlano già di una seconda ondata e intanto apre già tutto, perfino i bordelli E le distanze vanno ancora rispettate???? Qualcosa non torna
Vaudois71 2 anni fa su tio
Puro terrorismo di terza categoria! Qualcuno ad esempio ha dato una spiegazione di questo dato. Nel Vaud ci sono ad oggi 406 decessi Covid o presunti tali, di cui 277 in case di cura e strutture psichiatriche. Mr Berset dovrebbe darci una spiegazione su questo, siamo sicuri che abbiamo protetto a dovere le persone a rischio?
marco17 2 anni fa su tio
Quello che non torna sono i soliti menagramo che elaborano scenari che non valgono un chiodo. Nessuno può prevedere che cosa succederà: ci potrebbero essere migliaia di morti o neppure uno. Quindi piantarla di sparare cifre e "scenari" di fantasia che alimentano l'isteria collettiva che dall'Italia ha contagiato il Ticino ma per fortuna non il resto del Paese.
MrBlack 2 anni fa su tio
Perfettamente d’accordo con te. Questi studi possono avere senso all’interno della comunità scientifica e politica per capire i vari possibili scenari e valutarli. Ma continuare a pubblicarli è inutile e crea solo irritazione e la gente inizia ad assuefarsi a questi continui “Al lupo, al lupo!”.
Mah916 2 anni fa su tio
Non pensate nemmeno lontanamente ad un secondo folle confinamento, il tasso di mortalita' per gli under 60 e' inferiore all'1%! Da genitore, quindi non un adolescente, dico che sarebbe controproducente tenere bambini e ragazzi (e gli adulti..) in una campana di vetro. Piuttosto chi e' piu' a rischio e chiunque lo voglia su base volontaria se ne puo' stare a casa, non credo che qualcuno fara' irruzione per contagiarlo...
Vaudois71 2 anni fa su tio
La pubblicazione dell'ETH non è ancora passata attraverso il normale processo di revisione scientifica. Quindi ha lo stesso valore della carta che é stata comprata in grandi quantità all'inizio della pandemia
lollo68 2 anni fa su tio
Il tasso di mortalità dovrebbe essere il rapporto tra morti e popolazione quindi è ancora più basso. La prima ondata è avvenuta essenzialmente nelle case anziani quindi bastava proteggere le persone a rischio invece di chiudere tutto. E' stata invece tolta la gioia di vivere ai bambini e agli adolescenti togliendo loro il contatto sociale e impedendo la pratica dello sport.
Vaudois71 2 anni fa su tio
"Professore di Modellazione numerica dei materiali presso il Dipartimento d'Ingegneria Meccanica e di Processo" solo questo dovrebbe far pensare all'irrilevanza della notizia...
Vaudois71 2 anni fa su tio
Comunque tranquilli quelli dell'ETH erano gli stessi che prevedevano la saturazione delle terapie intensive al 2 di Aprile
Vaudois71 2 anni fa su tio
Ma fatela finita con questi modelli ce ne fosse stato uno che ci é andato vicino alla realtà. Mi ricordo un modello di un poveretto dell'EPFL che prevedeva 24000 morti al 15 di settembre in caso di riapertura totale. Media decessi Svizzera annuale per qualsiasi causa é 66000 persone giusto per mettere le cose in proporzione.
Vaudois71 2 anni fa su tio
Ma fatela finita con questi modelli ce ne fosse stato uno che ci é andato vicino alla realtà. Mi ricordo un modello di un poveretto dell'EPFL che prevedeva 24000 morti al 15 di settembre in caso di riapertura totale. Media decessi Svizzera annuale per qualsiasi causa é 66000 persone giusto per mettere le cose in proporzione
miba 2 anni fa su tio
Bene, vedo che è messo tutto al condizionale (potrebbe, magari, forse sì, forse no...) e che non ha neppure una comprovata base scientifica. Per il momento dormo sonni tranquilli, semmai chiederò poi al mago Otelma o alla fatina del bosco :):):)
roma 2 anni fa su tio
...ocio!
seo56 2 anni fa su tio
Prima aprono poi terrorizzano!!
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA