Deposit
SVIZZERA
10.04.2020 - 23:300

Tutto quello che potete (e non potete) fare in questa Pasqua in quarantena

Brunch e pranzo no, ma passeggiata (breve) sì e caccia alle uova...dipende! Ecco cosa è lecito e cosa invece non lo è

BERNA - Anche se la primavera impazza e le giornate sono magnifiche, questa Pasqua non sarà affatto come le altre.

Questo perché, lo sappiamo tutti, per arginare l'epidemia di coronavirus sono diversi gli inviti e le norme restrittive messe in atto dalle autorità cantonali e federali.

Ma, tirate le somme, cosa possiamo e cosa non possiamo davvero fare? Fermo restando che sarebbe meglio semplicemente restare a casa, ecco una lista per punti stilata dai colleghi di 20 Minuten per vederci un po' più chiaro.

Giretto in moto o in bici? - Permesso, ma... Non vi sono divieti a riguardo ma per le autorità sarebbe decisamente meglio evitare. Questo non tanto per il contagio ma piuttosto per quanto riguarda gli incidenti che finirebbero per sovraccaricare ulteriormente gli ospedali. Soprattutto per le moto. Di recente diverse polizie cantonali avevano invitato a lasciare le due ruote in garage .

E per quanto riguarda la bici? Sarebbe meglio rinunciare anche se per l'infettivologo dell'Ospedale universitario Hldrych Günthard «se si mantengono le distanze sociali non dovrebbero esserci rischi di contagio».

E una bella camminata? - Anche qui sì, ma... Fare due passi può essere un toccasana per corpo e spirito ma, come invitato anche dalle autorità ticinesi, è cosa buona e saggia limitarsi ai dintorni della propria abitazione.

Insomma, non si prenda la macchina e si viaggi per ore per fare una scampagnata. Meglio scordarsi escursioni più impegnative in altura, tanto i rifugi e le capanne sono chiusi. Off limits anche le destinazioni popolari (tipo laghi e laghetti) pure quelle spesso e volentieri "cordonate".

Posso invitare gli amici per un brunch? - No, come ribadito anche dall'Ufficio Federale della Sanità (UFS): «È imperativo ridurre al minimo i contatti per evitare il diffondersi del contagio. Anche in casa è importante mantenere la distanza di sicurezza di 2 metri, e in ogni situazione non devono mai esserci più di 5 persone».

E festeggiare con i nonni o mamma e papà over 65? - Assolutamente no, anche qui l'UFS è categorico. Un consiglio arriva da Pro Senectute: «Sentitevi spesso con i vostri cari via telefono o videochiamata, anche più volte al giorno», conferma il portavoce Peter Burri, «oppure passate velocemente a salutarli e parlate loro dalla strada, se si può».

I nostri bambini possono ancora fare la "caccia all'uovo" in giardino? - Sì, ma... Se si tratta dei bimbi di una famiglia singola non ci sono ovviamente problemi, in caso di più famiglie sarebbe meglio di no. Se si tratta di frequentazioni strette e abituali (ad es. persone dello stesso palazzo, parenti che vivono vicini) si può anche fare ma a patto che non ci siano più di 5 bambini, spiega l'UFS. Mamme e papà, invece, devono mantenere le distanze di sicurezza.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-19 00:29:06 | 91.208.130.87