Archivio Depositphotos
SVIZZERA
19.08.2019 - 06:300

Nei nostri piatti c’è troppo sale

Non fa bene alla salute, quindi la Confederazione mira a ridurre il quantitativo presente nel pane e in altri prodotti alimentari

BERNA - Nel nostro cibo c’è ancora troppo sale. È quanto sostiene l’Ufficio federale della sicurezza alimentare, che vuole obbligare i produttori elvetici a utilizzarne ancora meno per pane, minestre e salse, come scrive la SonntagsZeitung. Questo nonostante negli scorsi anni il contenuto di sale sia già stato ridotto in diversi prodotti alimentari, tra cui anche il pane. Pane che attualmente, secondo l’ufficio federale, contiene 1,46 grammi di sale ogni cento grammi (vedi tabella in basso).

In media in Svizzera ognuno di noi consuma inoltre nove grammi di sale al giorno, quando l’Organizzazione mondiale della sanità ne raccomanda al massimo cinque. Un’assunzione troppo elevata di tale sostanza porterebbe infatti a una pressione sanguigna alta e quindi a un più alto rischio d’infarto. Tuttavia non tutti sono d’accordo sul quantitativo: secondo una ricerca canadese, ognuno potrebbe tranquillamente consumare fino a dodici grammi di sale al giorno.

Che la Confederazione voglia imporre ai produttori un valore limite di sale nel pane, è un’ipotesi che non piace a Beda Stadler, professore emerito di biologia all’Università di Berna e autore di un libro di cucina: «Quando si mangia, sempre più spesso si presta attenzione soltanto alla salute. Che il cibo piaccia, diventa un aspetto secondario». E in questo modo al consumatore si farebbe quindi passare il piacere di mangiare.

Secondo Stadler, un tale comportamento potrebbe persino portare all’insorgere di disturbi alimentari, in quanto si è costantemente preoccupati per la salute. E ci vorrebbe - a suo dire - più autodeterminazione: «L’obiettivo dovrebbe essere una vita felice, non mangiare sano ma conducendo una vita triste».

Anche l’associazione Panettieri-Confettieri svizzeri (PCS) ritiene che i produttori debbano poter decidere in maniera autonoma il contenuto di sale del loro pane. «Per i fornai un pane insipido non è vendibile» afferma Daniel Jakob del controllo qualità in seno alla PCS.

Il 17% di sale in meno
Tra il 2011 e il 2014 il contenuto medio di sale in cento grammi di pane svizzero è sceso da 1,75 a 1,46 grammi. Si tratta di una riduzione del 17%. Secondo un rapporto dell’Ufficio federale della sicurezza alimentare, anche pane con meno di 1,2 grammi di sale sarebbe ben accetto dai consumatori. Per questo motivo, la Confederazione ritiene che il contenuto di sale si possa ridurre ulteriormente sotto gli attuali 1,5 grammi. Un valore, questo, che risulta essere superiore in metà di 335 prodotti presi in considerazione.

Sale per 100 grammi
Pane: 1,5 g
Minestra alla panna: 0,9 g
Salsa olandese: 1,4 g
Gruyère dolce: 1,5 g
Prosciutto: 1,4 g
Rösti: 0,9 g
Pizza al salame: 1,8 g
Patatine alla paprica: 1,2 g
Bastoncini salati: 3 g
Bastoncini di pesce: 0,7 g
Fonte: prove a campione (20M)

 

Commenti
 
nordico 1 mese fa su tio
Alcuni post sono sensati (anche se non sempre corretti) ma dalla maggioranza si deduce che questo problema viene in generale sottovalutato. Peccato. Intanto però la cardiovascolarità è al primo posto fra i problemi della salute. Qui si interviene con i cannoni, anche se sarebbe meglio poterlo fare più dolcemente, magari con la pistola ad acqua, tipo informazione mirata.
don lurio 1 mese fa su tio
Attenzione non andate in vacanza al mare é l'acqua é salata...
Daniel Ricigliano 1 mese fa su fb
Io avrei una proposta migliore!! Togliere direttamente dal tavolo dei ristoranti... il sale!!! Cosi lo riduciamo senza troppe complicazioni!!😆
Francesca Russo 1 mese fa su fb
Il pane sciapo è buonissimo... vedi pane umbro/toscano!😋
Lonely Cat 1 mese fa su tio
Date più sale a questi signori dell'ufficio sicurezza alimentare, perché nelle loro zucche non ce n'è più.
Lorenzo Pozzi 1 mese fa su fb
Fosse il sale il problema... Si compera una pagnotta al supermercato e l'elenco ingredienti ricorda il contenuto del piccolo chimico :-(
Luciana Thoeni 1 mese fa su fb
Lorenzo Pozzi oh signur,ma che pane acquisti,Lorenzo?
Lorenzo Pozzi 1 mese fa su fb
Luciana Thoeni Solo quello dal panettiere locale. Però quanto entro nei supermercati do una occhiata all'elenco ingredienti del loro "pane" tanto per curiosità
Debby Roby Meggy 1 mese fa su fb
Sì certo è proprio il sale negli alimenti il nostro problema, non forse gli additivi gli zuccheri coloranti, conservanti e sopratutto sostanze tossiche spruzzate nei campi, no il problema è il sale! 🤔
Marilena Decarli 1 mese fa su fb
Ma anche la cassa malati è salata, non vogliamo togliere un po' di sale li? 😁😁
Luigi Gitto 1 mese fa su fb
La confederazione mira a ridurre il contenuto del sale..... Per la serie come alcuni individui debbano decidere come debbano vivere i propri cittadini, un po' come ingrassare le vacche prima di macellarle o le galline nel pollaio.... Riflettete....
curzio 1 mese fa su tio
Bene... così il pane avrà il sapore come il cartone.
Andrea Ceniccola 1 mese fa su fb
Arriverà il giorno in cui ci diranno quanta carta igienica dobbiamo usare per pulirci il c.....
Luigi Gitto 1 mese fa su fb
Andrea Ceniccola lo fanno già, ma non sono così bene ammaestrati che non se ne accorge nessuno....
Sara Wyden 1 mese fa su fb
Finalmente!!!!! Noi usiamo poco sale in cucina e le cose che si comprano o nei ristoranti sono troppo salate!
Renny Crotti 1 mese fa su fb
Sale... killer della cucina!
Ctg 1 mese fa su tio
Ed allora che dire dell’olio di palma che é molto più dannoso anche se facilmente sostituibile con prodotti più sani ma più costosi per l’industria? Li nessuno interviene poiché ci sono accordi economici internazionali da rispettare e della salute in questo caso la politica se ne frega altamente
Led Swan 1 mese fa su fb
Ci si preoccupa del sale mentre che per certi alimenti devi seguire dei corsi di chimica avanzata per capirne il contenuto....
Sole DeLonghi 1 mese fa su fb
Si ormai ne devono raccontare se no come fanno ad andare avanti? 😁
Andres David 1 mese fa su fb
Naori
Mirko Zxy 1 mese fa su fb
Quindi aumenteranno il prezzo , come per le bevande zuccherate ?!?!?! Alla coop adesso la cocacola é da 0,45 non ho controllato se il costo é rimasto quello della bottiglietta da 0,50 . in Italia costa meno quella da 0,66 rispetto a quella da 0,50💲🤬💲
Filippo Guscetti 1 mese fa su fb
Mirko Zxy colpa della Coca-Cola, le nuove bottiglie stanno arrivando in tutta europa ed il prezzo di vendita è lo stesso...
Filippo Guscetti 1 mese fa su fb
Mirko Zxy https://m.tio.ch/svizzera/economia/1348371/la-coca-cola-rimpicciolisce-le-bottiglie-ma-non-cala-il-prezzo
sedelin 1 mese fa su tio
ci si preoccupa per un elemento indispensabile dimenticando lo ZUCCHERO dannosissimo che si trova ovunque, anche nel dentifricio.
Matt Gorietti 1 mese fa su fb
A livello ticinese il quantitativo di sale nel pane è già decisamente più basso di quanto indicato nell’articolo! Ridurre ulteriormente porterebbe a mio parere un eccessivo cambiamento del prodotto (per quello che riguarda l’artigianato) Il consumo procapite di pane è crollato rispetto agli anni passati, quindi eviterei di puntare il dito sulla categoria panaria per l’esubero di sale negli organismi..👍 Darei però volentieri un occhiata all’industria.. il sale costa poco e compensa una parte del gusto mancante dalle scarse ore di lievitazione..
Bruno Del Fante 1 mese fa su fb
Mattia, ben scritto...👏
Anna Brunati 1 mese fa su fb
Personalmente compro meno pane non per il sapore, ma per la consistenza. È quasi sempre poco cotto e mal lievitato, precotto, e non vale la metà di quello che costa.
Stylo Margiasso 1 mese fa su fb
Ogni giorno salta fuori una novita'.... Leggere queste cose fa male😂
miba 1 mese fa su tio
Nonostante venga spesso demonizzato con l’accusa di aumentare l’ipertensione e la ritenzione idrica, e il suo consumo sconsigliato spesso senza reale cognizione di causa, il sale è invece indispensabile per un gran numero di funzioni all’interno del nostro organismo. Infatti, oltre a insaporire e valorizzare pressoché ogni tipo di alimento, rendendolo estremamente gradevole al palato, è utile per mantenere il corretto pH dello stomaco, fondamentale per una buona digestione degli alimenti, così come per migliorare la qualità del sonno, aiutando a controllare i picchi di adrenalina che spesso tengono svegli la notte e riducendo così i livelli di stress. Questo minerale assume poi primaria importanza anche per quanto riguarda la trasmissione neurologica poiché, trattandosi di un buon conduttore, favorisce la trasmissione degli impulsi nervosi e la regolazione della pressione. Ma i suoi benefici non finiscono qui: stiamo infatti parlando anche di un naturale antistaminico, in grado di migliorare il metabolismo, i segnali della sazietà e la regolazione dei livelli di insulina, contribuendo così al controllo della glicemia.
Brigitte Gill 1 mese fa su fb
Tutti hanno bisogno d’un po’ di sale, specialmente d’estate
Mirko Zxy 1 mese fa su fb
...e le strade in inverno 🤫
Renny Crotti 1 mese fa su fb
Brigitte Gill un po' sicuramente...😉
Valerio Castellani 1 mese fa su fb
Ma vaa ma par che i continua a restringe e aumenta i allergic forse le mei tornaa a l’olio da ricin 🐝🐝🐝
Figenfeld 1 mese fa su tio
Tutti I giorni una nuova stronzata, ma allora sbagliamo tutto su questo mondo, anche se oggi arriviamo in media oltre i 80 e passa, dunque il doppio di un secolo fa....vada via ai ciapp....mi a mangi tütt quell che gu vöia....
Katia Claire 1 mese fa su fb
Ridurre anche conservanti e tutti gli altri additivi alimentari. Anche questi non fanno bene alla salute, senza parlare dei pesticidi e altre schifezze che mangiamo ogni giorno
Francesca Donati 1 mese fa su fb
Nel sale infatti c'è anche quello... Anti -agglomerante.
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-23 08:11:38 | 91.208.130.87