Tipress (archivio)
Per il TF la pratica in atto presso Assura comporta per il contribuente un doppio saldo degli oneri legati alla degenza.
ULTIME NOTIZIE Svizzera
ZURIGO
37 min
Scavano e rendono una diga instabile. Sono marmotte
Al momento il problema non ha ancora una soluzione.
SVIZZERA ROMANDA
1 ora
Boom di false petizioni, la polizia mette in guardia
Finti non udenti, ma non solo. Cambiano i "beneficiari", ma la sostanza resta la stessa.
SVIZZERA
2 ore
Passi avanti... in Borsa
La società zurighese punta per l'anno prossimo a una quotazione dal valore di circa 2 miliardi di franchi.
GRIGIONI
3 ore
Esce di strada e viene sbalzato dall'abitacolo: morto un anziano
Il corpo è stato ritrovato ieri pomeriggio dal figlio nei pressi di un maggengo sopra Seewis.
BERNA
3 ore
I positivi tornano sotto i 100
Resta fortunatamente invariato il numero dei decessi.
ZURIGO
4 ore
Presto degli alloggi per anziani LGBT
Dovrebbero sorgere entro il 2025. Saranno una prima in Svizzera.
SVIZZERA
5 ore
I pesticidi finiscono anche nell'Evian
Diversi ricercatori hanno trovato residui di clorotalonil nella famosa acqua minerale.
FOTO
SVIZZERA / BULGARIA
6 ore
La cella invece del mare greco
Un giovane vacanziero è stato bloccato all'aeroporto di Sofia perché il suo passaporto era scaduto da due settimane.
BERNA
6 ore
Scandalo pedinamenti: la polizia zurighese ha commesso negligenze
Gli investigatori coinvolti nella vicenda non sarebbero stati sentiti in maniera adeguata, secondo il TF.
SVIZZERA
7 ore
Criminalità sul web: Google sempre più chiamata in causa
La Fedpol e i Cantoni hanno inoltrato ben 1'097 richieste d'informazioni per ottenere dati di utenti svizzeri nel 2019.
SVIZZERA
13.06.2019 - 15:150
Aggiornamento : 16:07

Spese ospedaliere, i pazienti pagano troppo

Secondo il TF, il metodo di calcolo approvato dall'Ufficio federale della sanità pubblica favorisce le casse malattia

LUCERNA - Le spese ospedaliere a carico dei pazienti sono troppo elevate. Lo ha stabilito il Tribunale federale (TF), secondo cui il metodo di calcolo approvato dall'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) favorisce le casse malattia.

Il caso specifico di cui si sono occupati i giudici riguarda un uomo, ricoverato per due giorni in un ospedale zurighese. Il nosocomio ha fatturato ad Assura 1696 franchi per il soggiorno.

L'interessato, che disponeva di una franchigia di 2500 franchi non ancora esaurita, si è visto recapitare dalla sua assicurazione una fattura di 1726 franchi. Si è però rifiutato di sborsare i 30 franchi (15 al giorno) aggiunti ai 1696 come contributo supplementare alle spese ospedaliere.

Assura si è dunque rivolta alla giustizia, più precisamente al Tribunale della assicurazioni sociali del canton Zurigo. Ma la sua richiesta è stata respinta: i 30 franchi non sono stati considerati legittimi.

Insoddisfatta del responso, Assura ha chiamato in causa il TF, che però, in una sentenza resa nota in settimana, ha confermato quanto deciso dall'istanza precedente. Il punto di vista dei giudici è che il "contributo ai costi di degenza ospedaliera" a carico dei pazienti, di cui parla la Legge federale sull'assicurazione malattie (LAMal), sia compreso nella fattura.

L'ammontare di quest'ultima è pertanto determinante per il calcolo della franchigia e della partecipazione dovuta dall'assicurato. La seconda Corte di diritto sociale del TF, con sede a Lucerna, ha ricordato che tale contributo deriva dalle spese per degenza e alimentazione, inserite dall'ospedale nella fattura insieme a quelle per la terapia.

Nelle sue considerazioni, il TF sottolinea che la pratica in atto presso Assura comporta per il contribuente un doppio saldo degli oneri legati alla degenza. Concretamente, il cliente paga la franchigia, la partecipazione del 10% ai costi che la superano e ancora il contributo alle spese di soggiorno.

Per il Tribunale federale, l'UFSP, consultato nell'ambito di questo caso, sostiene il sistema di calcolo applicato da Assura. In un comunicato odierno, l'associazione svizzerotedesca di protezione dei consumatori (SKS) ha criticato l'ufficio federale, esigendo che quest'ultimo assuma il proprio ruolo di autorità di sorveglianza e costringa le casse malattia a fatturare correttamente.

Stando all'associazione, gli assicuratori devono anche rivedere immediatamente la loro pratica e rimborsare ai pazienti i montanti di troppo addebitati.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Lucadue 1 anno fa su tio
Ero ricoverato all'ospedale 5 giorni, ho fatto 2 giorni di digiuno però secondo la fattura del nosocomio ho mangiato tutti i giorni. Bah...
don lurio 1 anno fa su tio
Immediatamente licenziare tutti quelli dell' ufficio Federale della Sanità Pubblica senza dare disdetta capito…… Devo dare le dimissioni tutti i deputati e deputate del partito socialista…..
Pepperos 1 anno fa su tio
@don lurio Secondo L'idea geniale Della Destra le franchigie minime andrebbe alzata a 700chf! Se deve sparare? Individuare il bersaglio giusto.
Frittella72 1 anno fa su tio
A prescindere dai contributi ai costi di degenza ospedaliera io mi scandalizzo ancora di più quando vedo che al paziente che lascia la camera d’ospedale oggi, gli viene fatturata la stanza e al paziente che gli subentra lo stesso giorno anche lui la stessa fattura!!!! Vergogna! Stanza pagata 2 volte!!! E poi reclamiamo che le casse malati aumentano continuamente i premi..... la nostra cara politica dovrebbe mettere il naso dentro le regole che non funzionano... ma la volontà manca e gli interessi vengono prima del popolo
Pepperos 1 anno fa su tio
@Frittella72 Pensi, la stessa quota è a carico del cantone!!!
Pepperos 1 anno fa su tio
Assura ? Neglio perderla...
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-12 16:25:14 | 91.208.130.87